HOME - Cronaca
 
 
23 Giugno 2011

Strumenti innovativi per l’individuazione di carie e malattia parodontale

di Debora Bellinzani


L’88mo Congresso dell’American Dental Hygienists’ Association, che si svolge dal 15 al 21 giugno a Nashville (USA), offre per la prima volta uno spazio interattivo (Dream Center) dove sperimentare strumenti odontoiatrici innovativi. I partecipanti possono così provare a individuare lesioni cariose anche iniziali con uno strumento simile a un trapano: lungo 22 cm, largo 3 cm nell’impugnatura, ma più sottile all’estremità, è in grado di emettere un fascio di luce, catturare immagini e trasmetterle immediatamente a un PC.
La luce “coglie” le concentrazioni di batteri cariogeni che sullo schermo si colorano di rosso mentre il tessuto sano risulta verde e produce una “foto” di carie altrimenti invisibili.È possibile vedere anche come funzionano i nuovi test della saliva che analizzano quali e quanti batteri legati alla malattia parodontale vi sono nel cavo orale, se vi è predisposizione genetica alla patologia oppure la presenza di HPV. Semplice il loro uso: l’odontoiatra riempie la provetta dello specifico kit, la spedisce ai laboratori e riceve via e-mail un resoconto dettagliato, visibile al Dream Center, su cui basare un trattamento individualizzato.

Articoli correlati

L’estetica sta diventando ogni giorno sempre più importante per i pazienti. In effetti, uno dei motivi principali per un consulto dentale è l’alterazione dell’aspetto del...

di Lorenzo Breschi


Approfondimento in occasione del terzo Simposio Internazionale sul trattamento dei tessuti molli parodontali e perimplantari a Firenze


I pazienti non sono regolari nelle visite parodontali e le cause potrebbero essere per difetti di comunicazione


I denti che vengono trattati con chirurgia parodontale ricostruttiva hanno una buona prognosi a lungo termine, anche nel caso di lesioni parodontali profonde intraossee....

di Lara Figini


La misurazione dell’osso alveolare residuo prima del trattamento parodontale è uno step fondamentale per avere informazioni sui tessuti duri, per stabilire la necessità e la...

di Lara Figini


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni