HOME - Cronaca
 
 
24 Giugno 2011

Lesioni oronasali da cocaina: presentate le linee guida

di Cosma Capobianco


Disturbi psichici, aumento del rischio di accidenti cardiovascolari e lesioni oro-nasali: il consumo di cocaina può provocare gravi danni. Per questo il Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei ministri e il ministero della Salute hanno pubblicato il manuale “Uso di cocaina e lesioni distruttive facciali. Linee d’indirizzo per specialisti otorinolaringoiatri” (scaricabile dal sito www.droganews.it/lineeguida_list.html).
I danni provocati alla mucosa nasale e palatale possono portare alla perforazione del setto e del palato duro con conseguenti comunicazioni oro-nasali. Dopo soli venti minuti dall’assunzione la vascolarizzazione si riduce e la mucosa è alterata dai cristalli di cocaina; a ciò si aggiunge il danno da alterata apoptosi che colpisce anche le cellule sane. Il risultato è un’ulcera cronica che può evolvere in necrosi dei tessuti molli e duri con effetti devastanti per le funzioni e la vita di relazione.
L’incidenza di queste lesioni non è ben nota, ma è stimata intorno al 5% dei cocainomani; in Europa questa drgoa è la seconda più consumata dopo la cannabis, interessando il 4,1% della popolazione tra 15 e 64 anni . In Italia questa percentuale sale al 4,8%.

Articoli correlati

Con la dott.ssa Ricci abbiamo approfondito il tema cercando di capire le regole, chi controlla, perché devono essere applicate anche in un settore dove il rischio è basso


Replica dell’Istituto Superiore di Sanità alle critiche verso le Indicazioni per la prevenzione del rischio legionellosi nello studio odontoiatrico


Il commento del dott. Mele alle nuove regole in tema di prevenzione della Legionellosi nello studio odontoiatrico


Secondo i dati del 2018, nessun caso certo di contagio è avvenuto nello studio odontoiatrico. Lo 0,8% dei casi notificati si erano, anche, sottoposti a cure odontoiatriche nei 10 giorni precedenti 


L’obiettivo è contenere il rischio di infezione. Il documento è rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nell’erogazione, in ambito pubblico e privato, di prestazioni odontostomatologiche 


Altri Articoli

Situazione economica incerta ma anche paura di contagio tra le cause. I dati da una ricerca di Key-Stone su di un campione rappresentativo di famiglie italiane


Ampliato l’arco temporale rispetto al passato, da lunedì 26 ottobre la possibilità di presentare le domande


Grazie a ANDI, Fondazione ANDI Onlus e Mentadent nell’abito del 40°Mese della Prevenzione Dentale


Con modalità diverse, scatta il coprifuoco ed i provvedimenti regionali impongono l’obbligo di autocertificazione se ci si sposta. Ecco consa è previsto nelle tre regioni


L’allarme arriva dal Congresso Perio 2020. Aumentano le prescrizioni di bite ed i pazienti con micro fratture dentali causate da bruxismo da stress


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I trucchi per convivere con il rischio Covid in studio