HOME - Cronaca
 
 
13 Maggio 2016

Si iscrive all'Ordine autocertificando la laurea che non aveva mai conseguito ed esercita per quasi due anni. Denunciato a Lucca


"Dal 2014 a gennaio del 2016 bastava autocertificare di aver conseguito il diploma di laurea e superato l'abilitazione professionale per essere iscritto all'Ordine". A confermare ad Odontoaitria33 che è stato possibile per un 37 lucchese iscriversi all'Albo degli odontoiatri ed esercitare, anche in una struttura pubblica per quasi due anni, è il presidente CAO di Lucca Massimo Fagnani.

"Fortunatamente -continua il presidente Fagnani- abbiamo effettuato le verifiche del caso ma tra richieste di chiarimenti ed attese delle risposte è passato del tempo".

Tempo che non ha impedito all'ex ristoratore ed ex idraulico, riportano le cronache locali, di esercitare la professione di odontoiatra in alcuni studi, ed anche in una struttura pubblica. Di fatto era in regola essendo iscritto all'Ordine.

Tutto nasce nel dicembre 2014, racconta il presidente Fagnani, quando il 37enne si presenta all'Ordine per iscriversi autocertificando di aver conseguito la laurea in Odontoiatria presso l'Università romana di Tor Vergata. L'ordine di Lucca lo iscrive all'Albo degli odontoiatri ma nel mese di marzo invia una richiesta di verifica all'Ateneo romano.

"Nonostante la norma non lo imponesse -continua il presidente CAO di Lucca- di routine chiedevamo conferme all'Università per verificare che realmente avesse rilasciato il diploma di laurea e l'abilitazione al neo iscritto".

Qualche mese dopo l'Università risponde dicendo che a loro non risulta che il soggetto si sia laureato nel proprio ateneo. Il presidente CAO convoca l'iscritto che non riesce a mostrare il diploma di laurea adducendo scuse e presentando mail che a suo dire attesterebbero il conseguimento della laurea. Mancando "l'originale" l'Ordine lo invita a non esercitare e si attiva per ulteriori verifiche. Emerge che il lucchese si sarebbe laureato in Albania ma il titolo di studio non solo non è mai stato riconosciuto in Italia ma "ma non si è neppure mai visto".

Il Consiglio dell'Ordine di Lucca, vista la situazione, delibera che l'iscrizione è nulla e denuncia alla procura il "non più" iscritto per aver autocertificato il falso, oltre a segnalarlo all'autorità giudiziaria per esercizio abusivo della professione.

"Non avendo i requisiti per essere iscritto come Ordine non potevamo fare altro", spiega Fagnani che aggiunge.

"Nella lotta all'abusivismo come CAO non abbiamo poteri se non c'è un coinvolgimento di un iscritto e questo penalizza i cittadini. So bene che la vicenda può sembrare assurda ma è stata possibile per una norma che consentiva di autocertificare il proprio titolo di studio. Fortunatamente da gennaio questo non è più possibile".

"Invece di cercare di limitare i poteri degli Ordini -conclude il presidente CAO- il legislatore dovrebbe potenziali".

Intanto la stampa locale informa che anche l'Università di Tor Vergata abbia presentato denuncia nei confronti del cittadino lucchese. Ora la palla passa alla Procura.

Nor.Mac.

Articoli correlati

Immagine di repertorio

In provincia di Torino la Guardia di Finanza scopre “importante studio medico dentistico” gestito da un finto dentista


cronaca     21 Luglio 2020

Abusivo scoperto a Salerno

A seguito di un esposto sono stati i NAS a “pizzicarlo” mentre stava curando un paziente. Denunciato e studio sequestrato


cronaca     10 Luglio 2020

Abusivo denunciato a Roma

Immagine di archivio

Scoperto a seguito delle segnalazioni di alcuni pazienti. Posto sotto sequestro anche lo studio


Immagine d'archivio

Il professionista proprietario dello studio lo avrebbe messo a disposizione del fino dentista, entrambi denunciati


Laureato in Austria ma inscritto all’Ordine lavora nello studio del padre. Entrambi denunciati per abusivismo


Altri Articoli

DiDomenica     02 Agosto 2020

Quando vi serve, noi ci siamo

Attraverso il DiDomenica prima della chiusura estiva e quello di fine anno, solitamente cerchiamo di fare dei bilanci sul periodo che si conclude. Ovviamente questa volta non mi...

di Norberto Maccagno


Dal COI corso FAD da 50 crediti per Odontoiatri, Igienisti, Medici di medicina generale, Pediatri, Geriatri, Psicologi, Neurologi, Otorinolaringoiatri, Infermieri


L’Agenzia delle Entrate indica come comportarsi se il paziente utilizza App che sostituiscono nel pagamento il Pos o la carta di credito


La proroga dell’emergenza penalizza il mondo della formazione, le preoccupazioni di Federcongressi e ECM Quality Network


Savini: “evitano il peggio. Grazie al lavoro di AIO ed ANDI state cassate norme che altrimenti avrebbero imposto adempimenti gravosi agli Odontoiatri”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


28 Luglio 2020
Vendo attrezzatura completa per studio odontoiatrico

Vendo attrezzatura completa per ambulatorio odontoiatrico a Santarcangelo di Romagna (Rimini): riunito OMS in ottimo stato, separatore amalgama, compressore e pompa aspirazione, 2 mobili componibili, 2 servomobili, radiologico NOVAXA con testata DE GOTZEN, autoclave TECNO-GAZ classe B con stampante, sigillatrice MELAG, lampada fotopolimerizzante, 4 plafoniere con neon, strumenti per chirurgia orale, conservativa ecc in ottime condizioni. Tutto a norma CE. E 3000,00 COMPRESO SMONTAGGIO E IMBALLAGGIO. Foto inviabili. Per informazioni telefonare a Ricardo 347/4120042 (email: ricardo.ricci@email.it).

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d