HOME - Cronaca
 
 
20 Giugno 2016

Autorizzazioni sanitarie. AIO Roma commenta l'accordo Stato Regioni ed annuncia azioni di contrasto


"Delle due l'una: o l'intesa raggiunta nei giorni scorsi in Conferenza Stato-Regioni per definire i requisiti minimi per l'autorizzazione all'apertura ed all'esercizio delle strutture odontoiatriche non vale per gli studi odontoiatrici privati, o probabilmente cadrà sotto la scure del sindacato giurisdizionale, con oneri economici e degni di ben altra causa".

E' questo il commento di Stefano Colasanto segretario AIO Roma, affidato ad un lungo comunicato stampa attraverso il quale viene ricordato il suo impegno, con quello presidente Giovanni Migliano, nel battersi affinché la normativa nella regione Lazio venisse cambiata, cosa successa "dopo anni di carte bollate e procedimenti giudiziari verso i dentisti disciplina la materia in modo da sollevare i professionisti da indebiti adempimenti".

L'allarme di AIO Roma è verso il rischio, spiega, che le intese nelle singole Regioni vengano "cancellate da nuova burocrazia unificata a livello nazionale".

A non essere chiaro, in realtà, è se l'accordo approvato dalla Stato Regioni andrà ad incidere sulle autorizzazioni già rilasciate o ancora di più, andrà ad modificare le attuali regole stabilite dalle singole Regioni forti dell'art. V della Costituzione che demanda proprio ai "parlamenti" regionali il potere di legiferare in tema di Sanità.

Sulla questione AIO Nazionale sta verificando gli scenari ma si dice pronta "ad agire in tutte le sedi per rappresentare il diritto degli Odontoiatri italiani a non essere penalizzati rispetto ad altri professionisti sanitari e rispetto ai loro colleghi stranieri. Perché non vinca l'Italia dei mille intralci e delle carte inutili su quanto di buono aveva fatto la professione per avvicinare un po' di più le cure ai pazienti".

A questo link il testo integrale del comunicato AIO Roma.

Articoli correlati

Il dott. Sodano ringrazia i suoi elettori, commenta le elezioni e anticipa: attorno a voi mi piacerebbe iniziare un ragionamento, un percorso


Delogu: nessuna intenzione denigratoria verso la figura del dottor Prada che stimo per la sua condotta consuetamente specchiata e ineccepibile. Bene chiarezza fatta


Tre i motivi per cui viene contestato l’esito del voto. Delogu: Con il ricorso andremo fino in fondo esperendo tutte le vie legali


Riflessioni di un cittadino (Segretario AIO Danilo Savini), libero professionista, medico dentista, piccolo imprenditore, segretario sindacale, paziente


Fiorile: siamo stati i primi a metterci nei panni del Consumatore riconoscendo che la qualità si paga ma va resa sostenibile. Si deve regolamentare il settore chiudendo le società di capitale a...


Altri Articoli

Il presidente Alessandro Nisio con alcune riflessioni su numero programmato, odontoiatria pubblica, futuro e gli sbocchi professionali dei giovani odontoiatri, apre il dibattito sulle riforme da...


Per il prof. Gagliani si guarda al problema come meri sostenitori dei propri interessi mentre manca non solo una programmazione ma anche una visione futura “delle professioni” di odontoiatra


Dentisti, igienisti dentali ed odontotecnici li tengono sotto “pressione” per l’intera giornata. I consigli degli esperti per prendersene cura


La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION