HOME - Cronaca
 
 
15 Novembre 2016

Expodental Meeting: il futuro si "toccherà" a Rimini. Ecco le novità dell'edizione 2017


Dopo il successo dello scorso anno con 244 espositori provenienti da tutto il mondo e 16.000 visitatori qualificati, Expodental Meeting rilancia e punta a fare il "pieno" di visitatori ed espositori per l'edizione 2017.

La parola d'ordine di questa edizione -dal 18 al 20 maggio 2017 a Rimini- sarà fare esperienza, vivere l'evento per il proprio accrescimento professionale. E proprio "Experience", è stata la parola più volte pronunciata dal presidente UNIDI Gianna Pamich durante la presentazione alla stampa dell'evento a sottolineare, anche, l'intenzione di UNIDI di traghettare Expodental da evento italiano ed evento che attrae i professionisti d'oltre confine.

"Essere informati sui nuovi prodotti è oggi molto facile -ha ricordato il presidente Pamich- ma solo in Expodental è possibile toccarli, provarli, conoscerli". Il prossimo Expodental Meeting "sarà una nuova esperienza", ha anticipato, dove espositori e visitatori potranno accrescere culturalmente e professionalmente grazie ad una offerta ancora "più integrata di innovazione, formazione, aggiornamento e servizi".

Come lo scorso anno, negli "acquari" allestiti nel padiglioni espositivi si svolgerà un programma scientifico e culturale ricco di eventi clinici ed extra-clinici dedicati a tutte le figure professionali che ruotano attorno al dental care. Anche Odontoaitria33 sarà presente con un evento che tenterà di approfondire il tema dell'implantologia sia dal punto di vista clinico che etico e sociale.

Allo scopo di favorire l'incontro tra espositori e operatori, è stato ideato un evento ad hoc: il giovedì mattina, dopo un'introduzione sui principali trend del settore emersi a Colonia, le aziende presenteranno le loro novità a una platea di operatori, distributori e agenti.

A favore di una sempre maggiore internazionalizzazione, anche quest'anno si rinnovano la collaborazione di ITA/ICE e il sostegno del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) a favore del progetto di incoming delle delegazioni estere. Oltre al supporto nella selezione dei buyers, ITA/ICE contribuirà alla realizzazione di un massiccio piano di promozione dell'evento in aree geografiche d'interesse.

"EXPO 3D: The future, now" sarà l'evento nell'evento, e non solo di questa edizione.

"Oggi molti parlano di odontoiatria digitale, ma quanti la utilizzano veramente", ha chiesto provocatoriamente il Vicepresidente UNIDI Gianfranco Berrutti. "Noi cercheremo di presentarla ai tanti che ancora non la conoscono, che ne hanno solo sentito parlare, che vorrebbero avvicinarsi ma non hanno mai avuto l'occasione di approcciarsi".

Ad EXPO 3D sarà dedicato un intero padiglione in cui saranno a disposizione dei visitatori le tecnologie digitali e le loro applicazioni. Merceologia e cultura si affiancheranno per dare al professionista una visione a 360° dell'intero flusso digitale. "L'obiettivo è quello di fare cultura sul tema e promuovere la formazione, garantendo il massimo coinvolgimento tanto delle principali associazioni del settore quanto delle aziende", ha ricordato Berrutti annunciando il coinvolgimento di AIO, ANDI ed ANTLO.

Intanto nella sala congressuale principale si alterneranno gli interventi dei principali esperti del settore - è già confermata la partecipazione attiva del Digital Group Università Vita e Salute S. Raffaele, dell'Eastman Institute for Oral Health University di Rochester e di AIOP; in arrivo i progetti sviluppati in collaborazione con ANDI e le altre società scientifiche e organizzazioni che si occupano di tecnologie digitali applicate al settore dentale - mentre nelle sale trasparenti si svolgeranno i workshop aziendali. Senza dimenticare i trend del mercato: il giovedì pomeriggio Roberto Rosso di Key-Stone presenterà una ricerca quali-quantitativa sulla domanda e l'offerta di tecnologia digitale nel settore dentale.

Dal punto di vista organizzativo UNIDI cercherà i migliorare ancora l'accessibilità alla fiera, a cominciare dall'orario di ingresso che sarà anticipato alle otto di mattina ed i trasporti con il centro cittadino. Allo studio anche eventi collaterali per "coccolare" i visitatori anche nel dopo fiera.

Articoli correlati

Continua il trend positivo del settore dentale, in particolare i comparti produzione ed export, ma anche i dati della vendita al mercato italiano è comunque positivo che sfiora il...


Le diverse Federazioni europee rappresentanti l’industria dei dispositivi medici, tra cui FIDE (European Dental Industry) - Federazione che in Europa rappresenta UNIDI (Unione Nazionale delle...


“Gli scenari futuri dell’odontoiatria italiana” era il titolo della Tavola Rotonda organizzata al 7° Congresso Odontoiatrico Mediterraneo- XVII Memorial Nisio il 10 maggio a...


L’evento del dentale, organizzato da UNIDI-Unione Nazionale Industrie Dentarie Italiane rappresenta un’occasione unica e imperdibile per i professionisti dell’oral care che...


Era il 12 giugno del 1969 quando un gruppo di imprenditori si trovarono in una sala della Borsa di Milano per fondare Unione Nazionale Industria Dentale Italiana (UNIDI), unendo due associazioni che...


Altri Articoli

Un corso FAD EDRA (25 crediti ECM) fa il punto sulla diagnosi e cura delle patologie periapicali di origine endodontica. Il Corso è curato dal prof. Fabio Gorni


Seeberger (FDI): decisione storica, ora la si deve mettere in pratica in ogni singola Nazione per ridurre le disuguaglianze in tema di salute


Il Segretario Magenga risponde alla lettera del presidente Di Fabio sui requisiti necessari in tema di istruzione per  accedere al corso per ASO 


Una Delibera del Comitato Centrale sottolinea come non sia un documento ufficiale FNOMCeO ma un documento “tecnico di sintesi” elaborato autonomamente dalla CAO


La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi