HOME - Cronaca
 
 
02 Dicembre 2016

Puntare sulla prevenzione e maggiori sgravi fiscali per chi si cura la ricetta AIO per migliorare la salute orale degli italiani. Presentata la proposta al Ministero della Salute


Sigillature dei solchi dei denti permanenti per tutti i bambini dai 6 ai 9 anni facenti parte di famiglie con un ISEE sotto la soglia degli 8.000 €.

È questa una delle proposte dell'Associazione Italiana Odontoiatra (AIO) finalizzata a garantire un servizio sanitario odontoiatrico a livello nazionale presentata alla Commissione Affari Sociali della Camera nel mese scorso e ribadita oggi dal presidente Pierluigi Delogu, nel corso del VI Congresso dell'AIO svoltosi a Roma presso il Ministero della Salute.

La maggior parte della popolazione infantile non può usufruire delle prestazioni in quanto le strutture del Servizio Sanitario Nazionale deputate a erogarle sono, e saranno nei prossimi anni, assolutamente insufficienti sia come diffusione nel territorio sia per la carenza di risorse umane impiegate.

"Abbiamo una rete composta da 44mila studi privati sul territorio - ha spiegato Delogu - che possono supportare il SSN attraverso un'attività di prevenzione in età infantile finalizzata ad abbattere i costi futuri di assistenza odontoiatrica. La crisi economica che ha colpito anche le famiglie italiane ha comportato una diminuzione sostanziale (circa il 20% dal 2008) dei ricorsi alle visite e alle cure odontoiatriche anche a causa di una spesa che epr molti sta diventando insostenibile, non in valore assoluto, ma in quanto rientra nel complesso della contabilità familiare".

Al fine di riportare il riguardo per la salute orale sui livelli elevati dei Paesi Scandinavi sarebbe sufficiente, secondo l'AIO, intraprendere un percorso virtuoso che non gravi più sulle tasche dei cittadini. La spesa odontoiatrica ammonta oggi a circa 12 miliardi di euro coperta solo dal 70% della popolazione (quella che si reca dal dentista perché il restante 30% è impossibilitato ad andarci). Questo è un costo che il SSN non può garantire. I sistemi alternativi sono contenuti nel Piano Sanitario Odontoiatrico proposto dall'AIO, che intende intervenire sulla prevenzione diminuendo le malattie per ridurre la spesa.

"Si tratta di un tema etico che non possiamo tralasciare e rimandare. Il Piano Nazionale Odontoiatrico che abbiamo presentato nel corso dell'Audizione - ha aggiunto Graziano Langone consigliere AIO - propone la detrazione fino al 100% delle spese odontoiatriche (ma si potrebbe cominciare anche raddoppiando l'attuale aliquota del 19%) o anche distribuendo dei voucher specifici per i meno abbienti. Gli ambienti politici con i quali abbiamo interloquito sono sembrati apprezzare le nostre proposte e, a breve, avremo delle risposte in merito probabilmente anche in occasione del varo del decreto sui libelli essenziali di assistenza (LEA)".

Nei nuovi LEA si confermerebbe l'attenzione ai pazienti in età evolutiva ma di fatto "vogliamo aprire una stagione di rapporti trasparenti tra il mondo della sanità integrativa e tutti gli erogatori di cure odontoiatriche - ha aggiunto Fausto Fiorile, vice presidente AIO - ma vogliamo anche porgere una riflessione sull'opportunità di valorizzare la prevenzione. Una sfida che la nostra Associazione ha già raccolto sottoponendo ai principali sindacati nel 2015 il progetto 'medici sentinella' e dando vita a iniziative di formazione comune odontoiatri-medici".

Dopo l'intervento di Orlando Monteiro Da Silva, presidente dell'Associaizone dentale portoghese e past president FDI, hanno preso la parola il prof. Roberto di Lenarda, direttore del Dipartimento universitario clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute dell'Università di Trieste, che ha presentato l'organizzazione del Friuli Venezia Giulia in ambito odontoiatrico e Fausto Fiorile che ha illustrato il sistema sanitario e odontoiatrico della Provincia autonoma di Trento.

Franco Condò del Gruppo Tecnico del Ministero della Salute, nel portare il saluto del Ministro, ha convenuto che "gli sgravi fiscali riguardanti le spese odontoiatriche rappresentano una giusta soluzione per garantire un più efficace ed efficiente servizio sanitario".

Leonardo Paloscia

Articoli correlati

Il primo impegno del nuovo presidente sarà il XIII Meeting Mediterraneo AIOP dal 15 al 17 aprile in modalità virtuale


AIO Roma presenta istanza di accesso agli atti alla Regione Lazio per verificare come mai alcuni odontoiatri non sono stati chiamati per sottoporsi alla vaccinazione


Il Comitato Esecutivo Nazionale AIO invita i soci a dare la propria disponibilità ad effettuare le vaccinazioni ed attiva una piattaforma dove è possibile manifestare la volontà di aderire


La prima donna nella storia dell’Accademia lascia l’incarico: “non ci sono le condizioni per continuare”


Fiorile: dove la nostra area di competenza cambia o siamo chiamati secondo i termini di legge ad espletare una funzione diversa, la tutela rimane


Altri Articoli

La Regione conferma vaccinazione per tutti gli operatori sanitari e di interesse sanitario. Per i non iscritti all’Ordine la prenotazione deve essere fatta singolarmente


Il primo impegno del nuovo presidente sarà il XIII Meeting Mediterraneo AIOP dal 15 al 17 aprile in modalità virtuale


Ricerca UniSalute: tra le preoccupazioni degli italiani i costi delle cure dentistiche. Un terzo di chi acquisterebbe una polizza sanitaria chiede che contemplino anche le cure odontoiatriche


Corretta prescrizione ed utilizzo degli antibiotici in odontoiatria. Questi i consigli del prof. Roberto Mattina


Sinergia Associazione Italiana Odontoiatri-Tokuyama: i soci riceveranno un "Welcome kit" fino al 30 aprile


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente