HOME - Cronaca
 
 
20 Dicembre 2016

Stati Uniti, accesso difficile alle cure odontoiatriche e di base


L'accesso alle cure dentali non è garantito per tutti gli statunitensi e, messi a confronto con altre dieci nazioni economicamente sviluppate, gli Usa mostrano gravi carenze in termini di sostenibilità delle terapie odontoiatriche. Lo afferma un nuovo studio condotto attraverso un sondaggio dal Commonwealth Fund, una fondazione privata che ha messo a confronto la situazione degli Stati Uniti con quelle di Paesi come l'Australia, il Canada, la Francia o la Gran Bretagna. Gli adulti statunitensi costretti a rinunciare a un trattamento odontoiatrico o una visita di controllo per ragioni economiche sono stati il 32% degli intervistati, quasi uno su tre, a fronte di una media del 20% registrata negli altri Paesi esaminati e che scendono a poco più del 10% tra i cittadini britannici e olandesi.

Le difficoltà non sono legate solo all'odontoiatria ma, più in generale, all'accesso da parte degli americani a tutte le cure primarie. Anche in questo caso, i costi elevati sono stati un impedimento per uno su tre dei cittadini Usa intervistati. In questo caso la distanza con gli altri Paesi esaminati è ancora maggiore: solo sette inglesi o tedeschi su cento riporta infatti problemi analoghi. Eppure, grazie alla riforma sanitaria voluta da Obama la situazione è migliorata e le difficoltà economiche del 33% degli americani rappresenta un miglioramento rispetto al 37% di pochi anni fa.

Gli adulti statunitensi hanno riportato una peggiore salute fisica e mentale rispetto agli altri Paesi sviluppati: circa il 27% di loro soffre di almeno due patologie croniche e, nell'ultimo anno, altrettanti hanno vissuto situazioni di elevato stress emotivo. È significativo che, tra le ragioni citate dagli intervistati come causa del disagio psicologico, figurano ancora una volta le preoccupazioni economiche. Come spiegano gli autori dello studio, molti americani non solo hanno difficoltà nel pagamento regolare dell'affitto o del mutuo, ma anche nell'acquistare alimenti nutrienti e variati.

"Rispetto ad altri Paesi - hanno dichiarato i ricercatori del Commonwealth Fund - il sistema sanitario negli Stati Uniti risulta meno efficace nel soddisfare diversi bisogni di salute della popolazione. La frequente necessità di un esborso di tasca propria è un ostacolo importante e determina una riduzione nell'accesso ai servizi sanitari".

Adelmo Calatroni

Articoli correlati

La salute orale ha un impatto rilevanti sul benessere complessivo delle persone: se c'era bisogno di conferme, la più recente arriva dagli Usa, dove la American dental association (Ada) ha...


La battaglia per la riforma della Sanità americana, condotta dal presidente Barack Obama, ha messo in luce i limiti del sistema nazionale, soprattutto per quanto riguarda la salute orale e in...


Nel dibattito sulla riforma sanitaria promossa da Barack Obama, il presidente degli Stati Uniti, l’odontoiatria è uno degli argomenti maggiormente discussi. In particolare l’attenzione di...


Tutto il mondo è paese potremmo dire dopo aver analizzato i dati divulgati dal National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) riferiti al 2015-2016 e diffusi in questi gironi....


Parlare di qualità oggi significa indagare il lato umano e professionale del nostro lavoro di dentisti, aspetti legati tra loro da un nodo inscindibile .Negli ultimi tempi abbiamo assistito ad...


Altri Articoli

Si chiama “Costituente delle Idee” il progetto presentato dal PD che lo definisce “uno strumento per chiamare a raccolta una parte del Paese che vuole combattere”. “Dovrà essere una...


Dopo aver raccolto più di 400 reclami dai propri iscritti, di cui quasi 200 arrivati nel primo semestre 2019, AltroConsumo ha deciso di rivolgersi all’Autorità Garante della Concorrenza e Mercato...


“Bene la flat tax delle famiglie, ma non lasciamo a metà il lavoro fin qui fatto su professionisti e partite Iva. Bisogna infatti allargare il regime agevolato anche agli studi professionali,...


La FNOMCeO prende atto della delibera dell’AGCM sulle quote societarie delle StP ma ritiene che l’interpretazione letterale della norma di cui all'art. 10, comma 4, lett. b), legge n....


In queste settimane su gruppi Facebook, ma anche alcuni di voi lettori ci hanno scritto, vi interrogate su come mai ci siano ancora in giro pubblicità che propongono prestazioni...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi