HOME - Cronaca
 
 
28 Febbraio 2017

CdA ONAOSI: incomprensibile la volontà di sopprimere l'Ente. Intanto anche ANDI sostiene la Fondazione per l'assistenza degli orfani di medici e dentisti


Nella polemica sulla possibile soppressione della Fondazione e del conferimento delle sue funzioni all'INPS, previsto dalla proposta di disegno di legge della Commissione Bicamerale di controllo degli Enti Previdenziali Privatizzati arriva il commento del CdA ONAOSI che dichiara "di non comprendere quale sia il motivo"

Da 140 anni -si legge sul sito ONAOSI- l' Ente è strumento di forte aggregazione di una categoria e, senza nulla chiedere allo Stato, provvede alle criticità dei suoi membri creando lavoro (più di 200 dipendenti) reddito e soprattutto coesione sociale, in un momento in cui l'individuo è sempre più solo difronte allo strapotere di centri finanziari ciechi e brutali".

"Il CdA sa di non avere offerto giustificazioni a tale iniziativa avendo dimostrato trasparenza, rigore ed efficacia nella gestione del patrimonio affidatogli dai contribuenti. Solo un clamoroso errore di valutazione o peggio una miope volontà d impadronirsi di un capitale accumulato in più di 100 anni da medici, odontoiatri, veterinari, farmacisti, può aver spinto la Commissione Bicamerale a decretare la fine di un'esperienza virtuosa".

"Il CdA approva infine le iniziative politiche assunte fino ad ora dalla Presidenza tese a difendere la sopravvivenza, l'autonomia e le funzioni della Fondazione e gli conferisce il mandato di proseguire su tale cammino".

Intanto dopo il sostegno della FNOMCeO, ONAOSI incassa anche quello di ANDI.

"Ci batteremo per contrastare la proposta di legge affinché la Fondazione possa continuare ad operare permettendo di aiutare i figli dei colleghi rimasti orfani e garantendo una serie di importanti iniziative assistenziali e sociali", dichiara il presidente nazionale ANDI Gianfranco Prada, "ANDI da sempre è impegnata a sostenere ONAOSI, anche grazie alla partecipazione dei Soci di Perugia particolarmente sensibili alle iniziative della Fondazione, ed insieme alla FNOMCeO ed agli altri sindacati medici attuerà tutte le possibili azioni di lotta affinché questa iniqua proposta di legge non venga approvata".

Articoli correlati

UNIDI ed ANDI hanno analizzato la situazione del mercato, cercando di capire la situazione dell’industria e della professione per ipotizzare l’evoluzione futura


Attraverso una lettera, il presidente Ghirlanda chiede chiarimenti al presidente Anelli. Sui tamponi ritiene che FNOMCeO debba considerare la disponibilità data dagli odontoiatri a collaborare


Il settore potrà patire un calo del fatturato del 30%, i professionisti non devono continuare ad essere invisibili, devono essere sostenuti


Onorevoli Boldi e Boldrini: serve un maggiore impegno della politica verso l’odontoiatria. I fondi europei potranno servire a uniformare l’assistenza pubblica sul territorio


Corsi di aggiornamento gratuiti per l’aggiornamento obbligatorio. Possono aderire gli ASO dipendenti degli studi odontoiatrici aderenti a Fondoprofessioni.


Altri Articoli

Concorso per esami con prova scritta ed orale. Le domande solo online entro il 17 dicembre 2020, questi i requisiti necessari per candidarsi


Video intervista al prof. Roberto Burioni per capire le varie differenze tra i test per individuare il Covid, il ruolo di dentisti ed igienisti dentali ed i consigli nella prevenzione del contagio in...


Rinnovate le cariche istituzionali per i prossimi 3 anni del Consiglio Direttivo, Collegio dei Probiviri, Collegio dei Revisori dei Conti


Per il dott. Massimo Corradini questa è una incongruenza. Le sue riflessioni ripercorrendo le tappe che hanno portato l’istituzione della professione odontoiatrica


La cura dei pazienti è affare diverso dall’infilare delle viti nell’osso. Così il prof. Massimo Gagliani commentando un articolo pubblicato sul JDR nel suo Agorà del lunedì ...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri: serve un restyling della professione ponendola come branca nobile della medicina