HOME - Cronaca
 
 
08 Marzo 2017

Parlamento arriva in aula il Ddl lavoro autonomo. Nuova possibile frenata per quello sulla concorrenza


E' approdato oggi alla Camera il DDl sul lavoro autonomo dopo essere stato licenziato dalle Commissioni competenti. Per il settore odontoiatrico il testo interessa prevalentemente nella parte che riguarda la formazione consentendo, una volta approvato, ai professionisti obbligati alla formazione continua di dedurre fino a 10 mila euro le spese d'iscrizione a corsi congressi seguiti per l'aggiornamento professionale, mentre non saranno integralmente deducibili le spese di viaggio e soggiorno, il regime fiscale rimane l'attuale. Si prevede, poi, l'intera deducibilità delle spese per premi per polizze assicurative facoltative contro il rischio del mancato pagamento delle prestazioni, ramo in realtà in rampa di lancio (non c'entra con le spese per assicurare la RC contro i danni derivanti al cliente dall'esercizio dell'attività professionale). I lavoratori autonomi tutti - e non i soli liberi professionisti - sarebbero equiparati alle piccole e medie imprese ai fini dell'accesso ai fondi strutturali europei.

Avrebbe, invece, dovuto approdare sempre oggi, ma al Senato, il DDl Concorrenza, quello che nel settore odontoiatrico ha scatenato lo scontro tra Catene e sindacati sulla norma (non approvata) per le quote di maggioranza in mano agli iscritti all'Albo degli odontoiatri. Il testo dovrebbe approdare la prossima settimana e subire, poi, un'accelerazione per la sua approvazione, stando alle indiscrezioni di stampa.

Nel testo l'unica norma rimasta di interesse odontoiatrico è l'art. 57 quello che definisce l'esercizio dell'attività odontoiatrica consentito esclusivamente "a soggetti in possesso dei titoli abilitanti di cui alla legge 24 luglio 1985, n. 409, ovvero a società operanti nel settore odontoiatrico in cui il direttore sanitario sia iscritto all'albo degli odontoiatri".

Il direttore sanitario responsabile per i servizi odontoiatrici potrà "svolgere tale funzione esclusivamente in una sola struttura" mentre per le "strutture sanitarie polispecialistiche presso le quali è presente un ambulatorio odontoiatrico, ove il direttore sanitario non abbia i requisiti richiesti per l'esercizio dell'attività odontoiatrica, devono nominare un direttore sanitario responsabile per i servizi odontoiatrici".

Nor.Mac.

Articoli correlati

Il Job Act dei lavoratori autonomi, il disegno di legge Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del...


Foto che accompagna il post sulla pagina Facebbok del Ministro Grillo

La norma era contenuta in un emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle alla legge di bilancio e riguardava le farmacie in mano alle società (possibilità introdotta dalla legge sulla...


La vicenda della chiusura, in Spagna, delle cliniche della catena iDental riporta alla luce quale dovrebbe essere la vera questione da affrontare sul tema dell’ingresso del...


Il presidente CAO: obbligatorio per legge con due terzi del capitale in mano ai professionisti


Altri Articoli

Cohen (DentalPro): anche le nostre aziende sono penalizzate nonostante le nostre cliniche siano aperte e sicure 


Collaborazione che ha l’obiettivo di preparare gli studenti ad entrare nel mondo del lavoro usufruendo di servizi e attività


Potranno ottenere il 200% di quanto ricevuto con il decreto Rilancio. Stanziati anche 30 milioni per medici e pediatri che si renderanno disponibili a fare i tamponi


Il caso del dentista di Monreale positivo, riapre i dubbi sugli obblighi nei confronti del personale di studio e dei pazienti, ecco una mini guida. I dubbi sulle Aso e personale di segreteria


La CAO La Spezia manifesta la disponibilità a Regione, ASL e Provincia affinché la rete dei medici odontoiatri della provincia sia inserita nel sistema di screening attraverso l’utilizzo dei...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Emergenza Covid ed odontoiatria: il punto con il presidente Iandolo