HOME - Cronaca
 
 
09 Marzo 2017

Dalla Camera via libera alla detrazione dei costi per l'aggiornamento. Ora si attende i si definitivo del Senato


Il Job Act dei lavoratori autonomi, il disegno di legge Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato, è stato approvato oggi giovedì 9 marzo dall'Aula della Camera dei deputati con 256 voti a favore, 10 contrari e 102 astenuti. Ora il provvedimento ritorna al Senato per l'approvazione definitiva in terza lettura.

Per dentisti ed igienisti dentali la novità più importante contenuta nel Ddl è la possibilità di deducibilità del 100%, fino ad un tetto massimo di 10mila euro (oggi è possibile farlo nella misura del 50%), delle spese sostenute per l'aggiornamento professionale. Per quanto riguarda le spese di viaggio e soggiorno queste rimangono deducibili come spese generali.

Sarà anche possibile portare in deduzione del 100% delle eventuali polizze stipulate per il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo

Novità anche in tema di tutela della maternità e infortunio o malattia per i collaboratori autonomi, per esempio l'igienista dentale che collabora con lo studio odontoiatrico o il consulente odontoiatra.

Articoli correlati

E' approdato oggi alla Camera il DDl sul lavoro autonomo dopo essere stato licenziato dalle Commissioni competenti. Per il settore odontoiatrico il testo interessa prevalentemente nella parte che...


Pubblicato uno dei primi lavori europei riguardante l’impatto che il Covid-19 ha avuto sugli odontoiatri. Ricerca condotta grazie alla collaborazione tra Federazione Regionale degli Ordini...


Il Consejo Dentistas spagnolo ha pubblicato delle Linee Guida di protezione e di riduzione del rischio di trasmissione che possono aiutare l’odontoiatra a gestire la situazione...


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta