HOME - Cronaca
 
 
30 Marzo 2017

Bersani contrario all'ingresso del capitale nei settori protetti. Fanno discutere le dichiarazioni dell'autore delle "lenzuolate"


"La prossima settimana si vota la legge sulla concorrenza. Farmaci: il Pd vuole bloccare la liberalizzazione della fascia C e consentire l'ingresso del capitale in un settore protetto. Energia: il Pd punta a superare l'acquirente unico, oltre 20 milioni di utenze, in una forma che crea un'ottima occasione per qualche azienda e un rischio serio per i piccoli consumatori. I 5stelle sono contro questi provvedimenti e faccio fatica a dar loro torto, tanto più nel decennale delle lenzuolate sulle liberalizzazioni. Un partito che fa queste proposte sul farmaco e sull'acquirente unico è un partito che mostra di stare con l'establishment. Come stupirsi allora se tanta gente che si ritiene di centrosinistra va da un'altra parte?".

A schierarsi contro l'ingresso del capitale ed il liberismo sfrenato, con queste dichiarazioni, è l'On. Pierluigi Bersani (nella foto) in una intervista pubblicata ieri mercoledì 29 marzo dal quotidiano La Repubblica.
Parole che faranno sicuramente discutere e non solo all'interno del settore dentale dove, proprio grazie o per colpa delle "lenzuolate" attivate dallo stesso Bersani 10 anni fa, le società di capitale sono entrate ed hanno conquistato una importante fetta del mercato delle cure odontoiatriche a discapito dei liberi professionisti.

In realtà il tema delle dichiarazione dell'ex segretario del PD ed ora leader del neo Movimento Democratico e Progressista era i risvolti che il Ddl Concorrenza avrà su farmaci di fascia C e su altre questioni ma rimane un paradosso sentire le critiche verso la possibilità per il capitale di entrare in percentuali minoritarie, nelle società gestite da avvocati o nelle farmacie quando molti indicano il decreto che porta il suo nome lo strumento che ha consentito la gestione delle studio odontoiatrici alle sole società di capitale.

Nor.Mac.

Articoli correlati

Le nuove disposizioni sulla pubblicità sanitaria entrate in vigore dal primo gennaio con la promulgazione della Legge di Bilancio 2019 (Art.1, comma 525 e 536, legge n. 145/2018) sono in...


Nel video corso l’avvocato Silvia Stefanelli, esperto di diritto sanitario in Bologna, “spacchetta” la norma Boldi sulla pubblicità in sanità, analizzandola ed indicando, secondo la sua...


Nessun corporativismo, nessuna volontà di impedire la concorrenza ma semplicemente tutelare i cittadini da messaggi scorretti su temi tropo importanti come la salute. A dirlo ad Odontoiatria33...


Dall'1 gennaio 2019 sono entrate in vigore le nuove norme in materia di pubblicità dei servizi sanitari contenute ai commi 525 e 536 dell’art. 1 della Legge 30 dicembre 2018 n. 145 (Legge di...


Non dire falsità, non suscitare illusioni, non avere scopi smaccatamente promozionali, non "usare" dati di pazienti per la propria immagine: sono alcuni dei criteri importanti con cui verranno...


Altri Articoli

A finire nei guai tre diplomati odontotecnici, un assistente alla poltrona e un direttore sanitario. In provincia di Forlì-Cesena chiuso studio senza direttore sanitario 


Al Congresso SUMAI si è parlato anche di odontoiatri nel SSN: Magi, Ghirlanda, Fiorile pronti al dialogo con il Ministero per cercare di risolvere la questione


Un Evento EDRA Odontoiatria33 vuole capire il fenomeno attraverso il parere di illustri relatori e la fotografia delle scelte e delle motivazioni di studenti e professionisti


Capofila del progetto, in quanto Regione promotrice dell’iniziativa contenuta nel piano di lavoro, è la Basilicata


Presso FICO di Bologna un nuovo appuntamento con “La Piazza della Salute”, aperto a tutti e all’insegna dell’informazione e prevenzione partendo dalla salute dei propri denti fino a uno...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi