HOME - Cronaca
 
 
15 Giugno 2017

Expodental Meeting, UNIDI ufficializza il successo, oltre 18 mila le presenze. Pamich: specchio di un settore in ripresa


Ad un mese dall'inizio dell'edizione 2017 di Expodental Meeting UNIDI rende pubblici i numeri che confermano il successo dell'evento: l'incremento sui primi ingressi del 20%, registrando 18.000 presenze totali e attestando una crescita di tutto rispetto in termini di visitatori. I padiglioni di Rimini hanno ospitato 281 Aziende e 35 eventi, tra workshop, corsi ECM clinici ed extra-clinici.

Expodental sempre più momento di incontro e aggregazione per il comparto anche dal punto di vista istituzionale, quest'anno Expodental Meeting ha ospitato il Convegno del Gruppo Tecnico sull'Odontoiatria, dal titolo La salute orale: sostenibilità ed accesso a percorsi di prevenzione e cura specie negli individui in etaÌ evolutiva. Un fondamentale momento di confronto tra settore odontoiatrico e Ministero della Salute, che il gen. Franco Condo (referente per l'odontoiatria del Ministero della Salute) nell'intervento conclusivo ha annunciato di voler istituzionalizzare annualmente.

Lo sviluppo della manifestazione rispecchia quello dell'industria dentale italiana e del comparto in generale, che dopo il risveglio del 2015 ha visto nel 2016 un vero recupero, con un rilancio degli investimenti da parte degli studi dentistici e dei laboratori odontotecnici e una rinnovata fiducia da parte degli operatori. Un fermento che nei corridoi affollati della fiera e nelle sale congressuali si poteva vedere e toccare con mano, e che si eÌ tradotto nella soddisfazione degli Espositori.

Tra i "temi caldi" di quest'anno c'era il digitale, a cui UNIDI ha scelto di dare particolare rilevanza dedicandovi un intero padiglione e offrendo ai professionisti in visita in EXPO3D un vasto programma formativo sul tema; il grande interesse riscosso dagli eventi scientifici che si sono svolti nella sala congressuale allestita all'interno dell'area attesta la necessitaÌ di formazione da parte dei professionisti che stanno cavalcando l'onda del cambiamento.

La forte vocazione internazionale della fiera riminese non ha fatto altro che riconfermarsi: anche quest'anno, grazie alla collaborazione di ITA/ICE e al sostegno del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), nei tre giorni di fiera si sono svolti quasi 1.250 incontri B2B tra gli oltre 80 buyers esteri provenienti da 26 Paesi e le Aziende Italiane.

"Lavoriamo incessantemente per realizzare e proporre una manifestazione che sia realmente lo specchio del nostro tempo e che riesca a fornire tutte le informazioni necessarie ad una crescita professionale degna della tanto decantata Eccellenza Italiana. Expodental Meeting ha un lungo percorso dinanzi a seì che riusciraÌ a compiere con la fiducia e il supporto di tutti i protagonisti del comparto" Gianna Pamich, presidente UNIDI.

A cura di: Ufficio Stampa UNIDI

Articoli correlati

Dentisti e odontotecnici che visiteranno Expodental Meeting 2019, a Rimini Fiera dal 16 al 18 maggio, troveranno numerose interessanti novità.La sala EXPO3D all’ingresso dello...


L’evento del dentale, organizzato da UNIDI-Unione Nazionale Industrie Dentarie Italiane rappresenta un’occasione unica e imperdibile per i professionisti dell’oral care che...


Era il 12 giugno del 1969 quando un gruppo di imprenditori si trovarono in una sala della Borsa di Milano per fondare Unione Nazionale Industria Dentale Italiana (UNIDI), unendo due associazioni che...


Migliora il flusso di lavoro CAD/CAM nel laboratorio odontotecnico


Altri Articoli

Storica sentenza di un tribunale australiano nei confronti di un anonimo paziente che invitava a stare alla larga da uno studio dentistico. Google dovrà fornire le generalità


Il “padre” della prima Legge sulla pubblicità sanitaria ci racconta come è nata e perché non fu applicata nella sua totalità e dice: “oggi più di ieri al paziente serve un Ordine che possa...


L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sul tema facendo distinguo soprattutto sui dispositivi proveniente da paesi extra UE. I chiarimenti del Consulente Fiscale SUSO


A scoprirlo il NAS di Trento, avrebbe assunto la direzione contemporaneamente in tre strutture e non era iscritto all’Albo provinciale dove esercitano


L’On. Raffaele Nevi chiede al Governo di adoperarsi per posticipare la prima scadenza del DPCM dell’ASO per dare al Governo il tempo per approvare le modifiche


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni