HOME - Cronaca
 
 
19 Luglio 2017

Ddl Concorrenza, ANDI ritenta al strada emendamento per regolamentare l'ingresso del capitale nel settore


Sono circa 30 gli emendamenti presentati al Senato al Ddl Concorrenza tornato a palazzo Madama dopo approvazione alla Camera in quarta lettura.

Tra questi anche quello sollecitato da ANDI che puta a regolamentare le società di capitale nel settore odontoiatrico.

Una battaglia quella di ANDI, come ricorda la stessa Associazione in una nota, "iniziata oltre un anno e mezzo fa per riportare sotto il controllo della professione l'esercizio dell'odontoiatria nel nostro Paese che prosegue anche al Senato, dove è nuovamente in discussione il Disegno di Legge sulla Concorrenza".

ANDI che anche in questa occasione è riuscita a fare presentare un emendamento, concordato si legge nella nota con CAO e AIO, che riconoscerebbe "come valide le sole Società organizzate come STP, regolarmente iscritte all'Ordine".

"Siamo coscienti -dice Gianfranco Prada (nella foto) presidente ANDI- della difficoltà dell'attuale situazione politica e dell'assurdità, tutta italiana, che un disegno di legge sia in discussione in Parlamento da oltre 23 mesi, ma siamo stati noi di ANDI a sollevare, fin da quando fu presentato il DDL Concorrenza, il problema dell'invasione nella professione di società che hanno solo interessi commerciali e ci batteremo quindi fino a quando sarà possibile per correggere questa anomalia e riportare sotto il controllo della professione, con la garanzia dei principi etici e deontologici, l'esercizio dell'odontoiatria".


Questo il testo dell'emendamento presentato dall'On. Serenella Fucksia

Il comma 153 è sostituito dai seguenti:

153. La professione sanitaria di odontoiatra viene esercitata da coloro che sono in possesso del diploma di laurea in odontoiatria e protesi dentaria e della relativa abilitazione all'esercizio professionale, conseguita a seguito del superamento di apposito esame di Stato, e da coloro che sono iscritti all'Albo degli Odontoiatri in base alle norme della Legge n. 409 del 1985 e succ. modificazioni

153 bis. L'attività odontoiatrica può essere esercitata in forma societaria secondo quanto previsto dall'articolo 10 della Legge 12 novembre 2011 n. 183, con prestazioni professionali erogate in via esclusiva dai soci abilitati, costituenti maggioranza di due terzi per numero e titolarità di quote sociali, con iscrizione all'Ordine ed alla sezione speciale di Albo, secondo le modalità previste dal Decreto Ministeriale 8 febbraio 2013 n. 34 e quando le loro strutture siano dotate di un direttore sanitario iscritto all'albo degli odontoiatri da almeno 3 anni e all'interno delle quali le prestazioni di cui all'articolo 2 della legge 24 luglio I985, n. 409, sono erogate dai soggetti in possesso dei titoli abilitanti di cui" alla medesima legge.

153 ter. Nella prima applicazione della presente legge le società già esercenti attività odontoiatrica, costituite secondo i modelli regolati dai titoli V e VI del libro V del Codice Civile, hanno l'obbligo di iscrizione a distinta sezione speciale dell'Albo Odontoiatri entro sei mesi dall'entrata in vigore della presente legge e sono soggette, al pari delle società tra professionisti, al regime disciplinare dell'Ordine al quale risultino iscritte, ai sensi dell'articolo 10 comma 7 della Legge 12 novembre 2011 n. 183. Tali società, tuttavia, non possono essere cedute, a qualsiasi titolo, anche gratuito, se tale cessione non determina il realizzarsi delle condizioni tutte previste dell'articolo 10 della legge n. 183 del 2011 e successive modificazioni.

Conseguentemente ai commi 154, 155, 156, ove ricorra comma 15Tsostituire con 153 bis

Articoli correlati

Foto che accompagna il post sulla pagina Facebbok del Ministro Grillo

La norma era contenuta in un emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle alla legge di bilancio e riguardava le farmacie in mano alle società (possibilità introdotta dalla legge sulla...


La vicenda della chiusura, in Spagna, delle cliniche della catena iDental riporta alla luce quale dovrebbe essere la vera questione da affrontare sul tema dell’ingresso del...


Il presidente CAO: obbligatorio per legge con due terzi del capitale in mano ai professionisti


Dal 29 agosto sono in vigore le norme contenute nella Legge sulla Concorrenza, tra queste l'obbligo per le società operanti come attività odontoiatrica di nominare un direttore sanitario unico...


Altri Articoli

Il progetto dell’Usl Sud–Est della Regione Toscana consente di ottimizzare le risorse offrendo un servizio di assistenza mirato e puntuale


L’obbligo violerebbe la privacy dei pazienti che hanno già effettuato i pagamenti. Uno studio di consulenza fiscale evidenza la criticità e presenta un reclamo


Per il dott. Mele si deve puntare ad un sistema di aggiornamento comune per tutte le libere professioni basato sugli Ordini e con sanzioni certe


A circa 4 mesi della prima scadenza imposta dal DCPM, facciamo il punto sul riconoscimento dell’attività pregressa. Intanto nasce il caso “infermieri” che operano come ASO nelle ASL


O33Cronaca     11 Dicembre 2019

Ulss veneta cerca un igienista dentale

Contratto a tempo indeterminato presso l’Ulss numero 6 Euganea, domande entro il 9 gennaio 2020


 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


11 Dicembre 2019
Cercasi odontoiatra con esperienza a Brandizzo (To)

Il Centro Chirurgico, con esperienza di oltre 30 anni nel settore (vedi sito www.centrochirurgicosrl.it), cerca odontoiatra per collaborazione in conservativa, endodonzia e chirurgia estrattiva. E' richiesta la disponibilita' di due giornate a settimana. Inviare C.V.

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi