HOME - Cronaca
 
 
21 Luglio 2017

DDL Concorrenza, Renzo (CAO) scrive alla Commissione Industria del Senato: se approvato la salute dei cittadini è guidata da sole logiche commerciali


Se il Ddl Concorrenza verrà approvato così come uscito dalla Camera, "la salute dei cittadini verrebbe subordinata ad una evidente logica commerciale che avrebbe come unico obiettivo l'interesse economico delle aziende stesse con palese subordinazione dell'interesse primario alla tutela della salute".

A dirlo, meglio scriverlo, ai membri della Commissione permanente del Senato, Industria Commercio e Turismo, che stanno esaminando il provvedimento, per reiterare la richiesta di modifica, è il presidente CAO Giuseppe Renzo che già durante il Consiglio nazionale FNOMCeO dello scorso luglio lo aveva più volte denunciato.

Ora, forte della mozione approvata all'unanimità dal Consiglio dei 106 Presidenti d'Ordine d'Italia, che invitava il Ministro della Salute "a porre in essere tutti gli atti necessari ed opportuni volti a correggere il testo del Ddl Concorrenza con l'introduzione di misure di sicurezza normative", il Presidente nazionale della Commissione Albo Odontoiatri, Giuseppe Renzo, prende carta e penna e scrive ai componenti della X Commissione permanente del Senato, Industria Commercio e Turismo.

Nel mirino i commi da 153 a 156 del Ddl che riguardano l'esercizio dell'odontoiatria, e in particolare il 153, sul quale sono già state formulate alcune proposte emendative.

"Qualora il Ddl Concorrenza e i relativi commi dal 153 al 156, inseriti nel testo, dovessero essere definitivamente approvati - si legge nella lettera inviata ai parlamentari-, la salute dei cittadini verrebbe subordinata ad una evidente logica commerciale, che avrebbe come unico obiettivo l'interesse economico delle aziende stesse, con palese subordinazione dell'interesse primario alla tutela della salute"

"Il Consiglio Nazionale, massimo organo rappresentativo della FNOMCeO, ha approvato una mozione - continua la lettera - , che sintetizza il pericolo dell'approvazione di un testo che avrebbe lo scopo di tutelare solo le logiche del capitale e non quelle della tutela della salute, quale diritto costituzionalmente garantito".

Articoli correlati

Foto che accompagna il post sulla pagina Facebbok del Ministro Grillo

La norma era contenuta in un emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle alla legge di bilancio e riguardava le farmacie in mano alle società (possibilità introdotta dalla legge sulla...


La vicenda della chiusura, in Spagna, delle cliniche della catena iDental riporta alla luce quale dovrebbe essere la vera questione da affrontare sul tema dell’ingresso del...


Il presidente CAO: obbligatorio per legge con due terzi del capitale in mano ai professionisti


Dal 29 agosto sono in vigore le norme contenute nella Legge sulla Concorrenza, tra queste l'obbligo per le società operanti come attività odontoiatrica di nominare un direttore sanitario unico...


Altri Articoli

Dopo l’Europa il Gruppo Editoriale EDRA sbarca negli Stati Uniti e lo fa puntando su due settori strategici come la veterinaria e l’odontoiatria


Al 38° Congresso AIOP si è approfondito il tema “dell’umanizzazione” della protesi e dei pazienti fragili. Guarda la Tavola rotonda organizzata sul tema


Dopo la presentazione del Manuale di Odontoiatria Speciale, dal suo 20° Congresso la SIOH punta alla formazione e sensibilizzazione dell’odontoiatra verso un’odontoiatria a misura dei pazienti...


Dagli USA un’analisi di come e quali applicazioni digitali interesseranno il settore odontoiatrico nel futuro, e non solo per realizzare protesi o curare denti

di Davis Cussotto


Pubblicato in GU il Decreto con la norma che obbliga anche gli igienisti dentali all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria delle fatture emesse nei confronti dei pazienti. Ecco le modalità


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi