HOME - Cronaca
 
 
19 Dicembre 2017

Legge di Bilancio: le principali novità fiscali. Ancora un anno con gli studi di settore


Non c'è solo la norma che obbliga le società odontoiatriche a versare il 05% del proprio fatturato ad ENPAM tra le novità contenute nella legge di Bilancio 2018, che dovrebbe approdare domani alla Camera per la discussione parlamentare.

Tra i tanti provvedimenti contenuti una serie di proroghe o modifiche come quella che fa slittare all'anno di imposta 2018 l'utilizzo dei nuovi Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA). Questo significa che anche nel 2017 il fisco farà ricorso agli studi di settore per stimare ricavi o compensi dei contribuenti. La proroga dell'entrata in vigore degli ISA è stata sollecitata "al fine di assicurare a tutti i contribuenti un uniforme trattamento fiscale e di semplificare gli adempimenti dei contribuenti e degli intermediari".

Via libera dalla Commissione anche alla possibilità per Sose (società del ministero dell'Economia nata per la elaborazione degli studi di settore) di procedere a nuove assunzioni. La novità tiene conto del coinvolgimento della spa pubblica, previsto dalle stesse proposte di modifica bipartisan approvate, nello studio dei processi telematici legato alla obbligatorietà della fatturazione elettronica tra privati, fissata per il 2019.

La Commissione ha rivisto anche una serie di scadenze fiscali, dando così seguito a una serie di emendamenti. Per il 730 precompilato l'appuntamento è fissato in un'unica soluzione al 23 luglio (salta la data intermedia del 7 luglio), mentre per il modello 770 si passa da fine luglio al 31 ottobre (mettendo così fine alle ricorrenti richieste di proroga). Sempre a fine ottobre (dal 30 settembre) vengono fissate le date per la presentazione della dichiarazione dei redditi (ex "Unico") e Irap che passa invece.

Lo spesometro passa, infine, dal 16 settembre al 30 dello stesso mese.

Nor.Mac.

Articoli correlati

L’europarlamentare Nicola Danti presenta interrogazione per verificare che non siano state violate le norme su libera concorrenza  


Due distinti ricorsi contestano i contenuti e ne chiedono l’annullamento e misure cautelari, violerebbero le norme esistenti


In una nota viene ribadita la natura di proposta del documento approvato dalla CAO nazionale in tema di pubblicità sanitaria, annunciandone uno condiviso anche con i medici


In tema di sanzioni per una pubblicità sanitaria non corretta la norma Boldi inserita nella Legge di bilancio 2019 indica chiaramente che è l’Ordine di competenza a dover verificare ed...


La Componente Odontoiatrica della Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Lombardia ha approvato un documento in cui sintetizza le “regole” da rispettare...


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Dopo circa vent’anni sembra impossibile riuscire, ancora, a scoprire sull’ECM situazioni decisamente “difficili da capire”. Ed invece sembra chi si possa riuscire, e senza neppure impegnarsi...

di Norberto Maccagno


Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Tra le tante opportunità di aggiornamento professionale per i soci della Società Italiana di Parodontologia, anche quella offerta dal canale SIdP Edu 


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni