HOME - Cronaca
 
 
25 Gennaio 2018

Direttore sanitario denunciato dai Nas di Torino per truffa. Lavorava contemporaneamente i tre cliniche odontoiatriche e come medico di base per il SSN


Era direttore sanitario in tre strutture odontoiatriche piemontesi ma, contemporaneamente, faceva il medico di base ed la guardia medica per il Servizio Sanitario Nazionale. Per questo i Nas di Torino hanno denunciato un medico per truffa e falso ideologico.

Secondo quanto spiegato dai Nas, a seguito delle indagini e verifiche è stato "accertato che il medico-chirurgo aveva sottoscritto una convenzione con la locale ASL, in virtù della quale svolgeva attività di assistenza primaria e di continuità assistenziale nel duplice ruolo di medico di base e di guardia medica. Il medico, inoltre, pur non avendo mai dichiarato alla competente ASL lo svolgimento di attività libero-professionale, ricopriva il ruolo di direttore sanitario di tre distinti studi dentistici dislocati in altrettanti comuni piemontesi, ove svolgeva anche attività di odontoiatra".

"Gli accertamenti investigativi -si legge in una nota- hanno permesso di accertare che, in uno di questi studi, il sanitario operava proprio nei giorni in cui, quale medico di base, avrebbe dovuto ricevere i propri assistiti, percependo le competenze economiche spettanti in virtù della convenzione pubblica".

"La truffaldina attività dell'uomo", informano i Nas, è continuata per anni anche quando la locale ASL, accortasi dell'inganno, aveva diffidato il medico dal continuare ad esercitare la professione privata, ricevendo assicurazione dallo stesso che avrebbe esercitato esclusivamente l'attività in convenzione. Le successive ispezioni dei Carabinieri del NAS hanno verificato, invece, che il medico continuava a gestire diversi studi dentistici in Piemonte presso i quali operava anche in qualità di odontoiatra, percependo indebite spettanze dal SSN". 300 mila euro i compensi contestati al medico

Il medico è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Torino per truffa e falso ideologico, ed alla Corte dei Conti per danno erariale.

Articoli correlati

Nel primo caso l’odontoiatra faceva lavorare non abilitato, nel secondo rilevate carenze igieniche in una clinica dentale


Sotto la lente del NAS l’attività svolta in una Srl odontoiatrica. Attrezzatura sequestrata e attività sospesa 


Il dott. Azzalin di Varese ci racconta la sua esperienza, diretta, di una visita nei NAS per verifiche igienico sanitarie ed amministrative


O33interviste     18 Novembre 2020

Verifiche dei NAS negli studi

I NAS starebbero effettuando, sul territorio nazionale, verifiche sulla conduzione degli studi, sulla documentazione sull’adozione delle precauzioni per il contenimento del contagio COVID-19. Ecco...


A Varese il NAS scopre e denuncia finto dentista che lavorava abusivamente in casa. Rinvenuti farmaci e fiale di anestetico


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta