HOME - Cronaca
 
 
29 Gennaio 2018

La nuova FNOMCeO al lavoro. Nell'agenda incontro con il Ministro, priorità alla sicurezza e al coinvolgimento delle Presidenti donna nella gestione della Federazione


Si è riunito sabato 27 gennaio 2018 nella prima assemblea operativa il nuovo Comitato Centrale della Fnomceo sotto la presidenza di Filippo Anelli (nella foto). Ai primi posti dell'agenda politica - che comprende l'interlocuzione con le principali istituzioni e un incontro già fissato per la prossima settimana con il Ministro della Salute per presentare gli Organi istituzionali - la partecipazione della componente femminile medica e odontoiatrica alla vita e alle decisioni della FNOMCeO, la sicurezza dei professionisti sanitari e la violenza contro i medici.

Il Comitato Centrale ha subito voluto convocare le undici Presidenti d'Ordine e le cinque Presidenti delle Commissioni Albo Odontoiatri donna. L'appuntamento è per giovedì pomeriggio, primo febbraio, alle 15 presso la sede della FNOMCeO a Roma.

"L'idea -ha dichiarato Filippo Anelli - è quella di avviare una discussione sulla partecipazione attiva alla vita ordinistica e a tutte le attività della FNOMCeO, individuando modalità e strategie per rendere effettiva la presenza, in tutti gli organismi, della componente medica femminile".

Ieri in tarda serata è partita la convocazione diretta a: Teresita Mazzei (presidente Omceo Firenze), Roberta Chersevani (già presidente FNOMCeO e presidente a Gorizia), Anna Maria Ferrari (Reggio Emilia, revisore dei conti Fnomceo), Monica Oberrauch (Bolzano), Carolina De Vincenzo (Campobasso), Fiorella De Angelis (Ascoli Piceno), Anna Maria Calcagni (Fermo), Maria Assunta Ceccagnoli (Pescara), Maria Erminia Bottiglieri (Caserta), Rosa Giaquinta (Ragusa), Maria Giobbe (Nuoro); e alle presidenti CAO Teresa Galoppi (Pisa), Cristina Monachesi (Macerata), Sandra Frojo (Napoli), Alba Latini (Teramo), Elena Boscagin (Verona).

A cura di: Ufficio Stampa FNOMCeO

Articoli correlati

Mentre il Parlamento europeo si interroga su di un possibile “passaporto sanitario” necessario per poter viaggiare tra gli Stati, in sanità si sta cominciando a discutere...

di Norberto Maccagno


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


63 mila gli iscritti, il 64%% ha più di 50 anni. Tra gli under 34, le donne sono il 44% del totale


“Somministrarlo a tutti i medici e odontoiatri. Il vaccino è il miglior DPI”. Ribadita l’urgenza di assicurare la copertura vaccinale a tutti, senza esclusione alcuna.


Online la campagna che vuole anche rendere omaggio agli oltre 260 medici che finora hanno dato la vita per combattere l'epidemia di Covid-19 


Altri Articoli

Critici i sindacati che ricordano come molti dentisti sono stati costretti a chiudere sia per l’elevato rischio di esposizione che per i costi legati alle forniture dei sistemi di protezioni...


Per il presidente Cassarà non si può mettere in discussione i rischi della professione che deve essere considerata prioritaria per ricevere i vaccini  


Il Gruppo europeo con oltre 300 cliniche in Europa acquista il gruppo italiano ed approda nel mercato italiano


Riflessioni del presidente SIOF Claudio Buccinelli di ordine etico, deontologico, giuridico e normativo sul rifiuto alla vaccinazione  


La Società Italiana di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo Facciale ha rinnovato il Consiglio Direttivo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale