HOME - Cronaca
 
 
30 Marzo 2018

Sequestrato nel torinese studio odontoiatrico attrezzato per interventi estetici e di chirurgia complesse

Mancavano le autorizzazioni necessarie


I Carabinieri del NAS di Torino hanno denunciato un medico-odontoiatra della provincia del capoluogo piemontese, per aver attivato un ambulatorio di chirurgia complessa in assenza di specifica autorizzazione sanitaria regionale.

“Nel corso di una verifica ispettiva svolta presso lo studio dentistico –informa una nota dell’Arma- i militari hanno accertato che il sanitario, una donna 45enne, effettuava interventi di chirurgia ambulatoriale complessa mediante sedazione cosciente endovenosa e interventi complessi di chirurgia estetica di blefaroplastica all’interno di una sala chirurgica priva di autorizzazione regionale che garantisse la sicurezza degli impianti e delle attrezzature utilizzate”.  

Al fine di porre termine all’attività potenzialmente pericolosa per la salute dei pazienti, la sala chirurgica e le strumentazioni mediche sono state sottoposte a sequestro penale.

Articoli correlati

Lavorava in uno studio autorizzato al posto del vero dentista


Il NAS di Napoli denuncia dentista ed odontotecnico per esercizio abusivo della professione


Centrale il ruolo delle CAO nell’attività di verifica su autorizzazioni e pubblicità e maggiore dialogo tra tutti i soggetti coinvolti


A denunciare un diplomato odontotecnico di 55 anni di Palermo, con l’accusa di esercizio abusivo della professione sanitaria, sono stati i carabinieri del NAS. Secondo quanto riportato dalla...


I militari del Nas di Napoli, hanno segnalato alle competenti autorità un odontoiatra di 72 anni per aver detenuto farmaci scaduti nel proprio studio, ed un 61enne per aver esercitato abusivamente...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi