HOME - Cronaca
 
 
29 Giugno 2018

Posti a odontoiatria e medicina, indicato il numero

Aumentano i posti sia ad odontoiatria che medicina

Nor. Mac.

Il MIUR ha pubblicato ieri  28 giugno 2018, il decreto in cui sono individuati i posti per l’anno accademico 2018-2019 ad odontoiatria e medicina. Rispetto allo scorso anno aumentano i posti per entrambi i corsi di laurea, probabilmente Ministero dell’Università e quello della Salute hanno accolto le preoccupazioni che in questi mesi eranos tate lanciate da più parti sulla possibile carenza di medici.  

Per odontoiatria i posti passano dai 908 dello scorso anno a 1096, mentre per medicina si passa da 9.100 ai 9.779.  

I candidati che intendono partecipare alle prove di accesso potranno iscriversi alle prove dal 2 al 24 luglio esclusivamente on line sul portale www.universitaly.it.  

Sono previsti, come lo scorso anno, 60 quesiti a risposta multipla: 2 di cultura generale, 20 di ragionamento logico, 18 di biologia, 12 di chimica, 8 di fisica e matematica da effettuare in 100 minuti.    


Questi i posti a assegnati ad ogni singolo ateneo

Ateneo Numero posti disponibili
Bari 23 (+ 6 rispetto allo scorso anno)  
Bologna 30 (come lo scorso anno)
Brescia 20 (come lo scorso anno)
Cagliari 40 (lo scorso anno il corso non è stato assegnato)
Catania 24 (+ 4 posti)
Catanzaro 20 (+ 5 posti)
Chieti 54 (+ 16 posti)
Ferrara   20 (come lo scorso anno)
Firenze 33 (come lo scorso anno)
Foggia   39 (+ 11 posti)
Genova 20
L'Aquila 50 (+ 23 posti)
Messina 25 (+ 3 posti)
Milano 60 (come lo scorso anno)
Milano "Bicocca" 25 (+ 5 posti)
Milano Cattolica "S.Cuore" 25 (come lo scorso anno)
Milano San Raffaele  50 (+ 10 posti)
Modena e Reggio Emilia 18 (come lo scorso anno)
Napoli "Federico II" 50 (+ 10 posti)
Napoli Seconda Università   35 (+ 10 posti)
Padova 25 (come lo scorso anno)
Palermo 25 (+ 3 posti)
Parma 24 (come lo scorso anno)
Pavia 20 (come lo scorso anno)
Perugia 12 (come lo scorso anno)
Pisa 15 (come lo scorso anno)
Politecnica delle Marche 20 (come lo scorso anno)
Roma "La Sapienza" I Facoltà 70 (+ 5 posti)
Roma - "Tor Vergata" 40 (come lo scorso anno)
Salerno 20 (+ 5 posti)
Sassari 23 (+ 8 posti)
Siena (in inglese) 26 (come lo scorso anno)
Torino 40 (due posti in meno)
Trieste   30 (+ 5 posti)
Varese Insubria 20 (+ 4 posti)
Verona   25 (+ 5 posti)

           

Articoli correlati

Per la Corte europea la direttiva 2005/36/CE, come modificata dalla direttiva 2013/55/UE, non osta a una normativa che ammette la possibilità di un accesso parziale ad una delle professioni...


Il Ministero ha indicato le date di svolgimento dei test d’ingresso alle facoltà con numero programmato. Ecco il quadro completo, compresi gli atenei privati


La stampa nazionale la indica tra i possibili ministri tecnici. Secondo Repubblica è il nome più cliccato su Google ed i social. Crescono gli accessi anche alla sua video intervista su...


Quale ruolo del pubblico, dei privati, dell’Università per un’odontoiatria equa e sostenibile da parte dei cittadini? Le riflessioni del prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì


L’obiettivo, anche in periodo di pandemia, garantire che i futuri dentisti siano preparati a curare le persone. Lo Muzio (CPCLOPD): gli atenei italiani stanno con mille difficoltà lavorando in tal...


Altri Articoli

Il rapporto WHO che riconosce la salute orale come "parte integrante del benessere generale della persona"


Fra le principali richieste dell'Associazione: protezione legale e miglioramento al programma di protezione dei compensi


Introdotti nel nuovo impianto contrattuale strumenti capaci di fronteggiare la continua evoluzione del mercato del lavoro 


Fondazione ANDI organizza lunedì 8 marzo un webinar sull’importanza della prevenzione e dell’intercettazione precoce del fenomeno


Parere positivo della Commissione Nazionale ECM alla bozza di decreto attuativo della Legge Gelli predisposto dal MISE


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP