HOME - Cronaca
 
 
24 Settembre 2018

Incriminato in Francia il fondatore dei Centri Dentexia

La chiusura dei centri low-cost lascia 3mila pazienti senza cure

Nor. Mac.

Due anni dopo l'apertura di un'indagine giudiziaria a seguito di denunce di pazienti con cure mal eseguite o abbandonati durante il trattamento, il fondatore di centri dentistici a basso costo Dentexia, Pascal Steichen, è stato incriminato e posto agli arresti, stando a quanto riporta la stampa francese. 

I reati contestati al fondatore di questa catena low-cost sarebbero pratiche commerciali ingannevoli, truffa, riciclaggio di denaro, fallimento, evasione fiscale e frode. Denunciati anche la moglie, per associazione a delinquere, ed il tesoriere della Dentexia per frode, riciclaggio di denaro ed altri reati fiscali. Secondo il sito “Collectif-contre-dentexia.com” la vicenda nasce a seguito delle denunce di pazienti mal curai o lasciati senza cure.

Nel luglio 2016 i giudici hanno posto in liquidazione i 9 centri Dentexia che avevano registrato un passivo di 22 milioni di euro, solo il centro di Parigi ha trovato un acquirente. Per la stampa francese sarebbero 1.500 i pazienti che hanno presentato una denuncia mentre per il sito Collectif-contre-dentexia.com sarebbero quasi 3 mila quelli con “problemi di salute o con le rate dei finanziamenti attivati da pagare anche se le cure non sono state terminate”. 

Sempre secondo la stampa francese il Gruppo Dentexia nasce in forma di associazione di studi affiliati e puntava sul costo delle cure particolarmente basso. L’inchiesta riguarda il modello economico su cui era basato Dentixia e i casi di mala sanità. In soccorso dei pazienti il precedente Ministro della Salute era intervenuto creando un fondo di sostegno per i pazienti invitando le Aziende Sanitarie regionali di attivare percorsi di assistenza.   

Articoli correlati

La Commissione politiche dell’Unione Europea giudica respinge l’emendamento che avrebbe consentito l’esercizio dell’attività odontoiatrica in forma societaria solo alle StP. I commenti di...


Il commento del presidente CAO di La Spezia Sandro Sanvenero sui due aspetti principali sui quali la sentenza è intervenuta 


Considerazioni del presidente CAO Bari dopo la sentenza del Consiglio di Stato ed in tema di autorizzazione sanitaria sulla base del fabbisogno regionale


Il raccordo tra società ed Albo a garanzia del rispetto dell’idoneità e sicurezza della struttura e della salute degli utenti


Ghirlanda al Corriere della Sera: “Aspiriamo ad avere strutture moderne, solide, in cui sia presente il capitale esterno ma senza rinunciare all’etica e alla vigilanza deontologica”


Altri Articoli

A darne informazione UILFPL Specialisti Ambulatoriali. Gli studi dovranno essere autorizzati dalla Regione compilando un apposito modulo, dopo essersi formati online e presso strutture abilitate


Nasce il problema sostituzioni dipendenti di studi e laboratori. Green pass obbligatorio anche per sanitari, titolari compresi, ed ASO non vaccinati destinati ad altre mansioni 


La Commissione politiche dell’Unione Europea giudica respinge l’emendamento che avrebbe consentito l’esercizio dell’attività odontoiatrica in forma societaria solo alle StP. I commenti di...


Rispondendo ad un quesito di una STP odontoiatrica le Entrate indicano che il reddito delle STP deve essere considerato a tutti gli effetti come reddito di impresa, a dispetto della forma giuridica...


Lo rileva una indagine condotta da una associazione UK, intanto in Spagna l’Ordine denuncia una azienda per la vendita di sbiancanti con concentrazione di perossido superiore al consentito


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio