HOME - Cronaca
 
 
28 Settembre 2018

Sedavano i pazienti in studi odontoiatrici con anestetici di provenienza illecita

Denunciati a Viterbo due medici anestesisti per ricettazione


Nell’ambito di una serie di controlli negli studi odontoiatri della zona, i NAS di Viterbo hanno denunciato a piede libero, per ricettazione, due medici anestesisti che avrebbero utilizzato farmaci di provenienza illecita.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale i due, uno un medico in pensione mentre l’altro sarebbe dipendente di una struttura ospedaliera di Roma,  avrebbero somministrato ai pazienti una pratica anestetica di sedazione cosciente attraverso una tecnica denominata ”ansiolisi” durante la quale i due anestesisti avrebbero somministrato loro medicinali ad azione anestetica di provenienza illecita e comunque utilizzabili soltanto all’interno di strutture ospedaliere.

Articoli correlati

Spesso nei bambini le estrazioni plurime di denti decidui cariati richiedono l’esecuzione in anestesia generale (GA), principalmente per motivi legati alla gestione del piccolo...

di Lara Figini


Nei giorni scorsi a Verona, stando a quanto ha pubblicato la stampa locale, i genitori di una neonata nata morta avrebbero denunciato che la causa del decesso sarebbe da attribuire all’anestesia a...


La rimozione dei terzi molari mandibolari impattati è una comune procedura dento-alveolare eseguita in chirurgia orale e maxillo-facciale, con diversi livelli di difficoltà...

di Lara Figini


Di recente sono state pubblicate due revisioni sistematiche della letteratura scientifica che analizzano l’efficacia di diverse soluzioni anestetiche e il rischio di danno...

di Lucia Sardi


Quanto è efficace e quanto evita l’anestesia generale?

di Lara Figini


Altri Articoli

Presentato il suo nuovo sito internet con una nuova veste grafica e una soluzione di e-commerce migliorata, che offre una procedura d’ordine semplificata e più efficiente


Molti i dubbi sulle modalità di applicazione per studi e laboratori. ANTLO: molto dipenderà dai decreti attuativi


INAIL: 8 infezioni su 10 sono in ambito sanitario ma dopo il lockdow scendono tra le professioni sanitarie ed aumento di altri settori di attività. I pochi dati sull’odontoiatria, rassicurano


Tra le richieste anche quella di sostenere la produzione europea. Già oggi in commercio prodotti riciclabili che rispettano le indicazioni ministeriali, l’ambiente e risultando anche economici


Finisce davanti al giudice la richiesta di un ASO che riteneva i problemi a schiena e spalle fossero di natura professionale. Riconosciuto l’indennizzo per l’inabilità certificata


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio