HOME - Cronaca
 
 
29 Ottobre 2018

Convegno congiunto AIC-SIdP. Due belle giornate di “un’odontoiatria che vuole salvare denti e non vuole sostituirli con viti in titanio”

di Massimo Gagliani


Sono reduce dal Convegno congiunto – format da ripetere assolutamente – tra due delle maggiori e prestigiose società scientifiche del panorama italiano.In rigoroso ordine d’età la Società Italiana di Parodontologia e l’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa, con l’appoggio esterno di un altro colosso come l’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica, hanno delineato un programma e sviluppato una serie di eccellenti relazioni sul tema: Salute parodontale e terapia restaurativa

Credo siano stati due giorni di eccellenza clinica, suffragata da grande rigore scientifico, che hanno soddisfatto e incuriosito gli oltre mille partecipanti. 

Fin qui nulla di nuovo, la qualità dei relatori e delle rispettive società non si scopre oggi.Ma si sono riscoperti oggi dei valori fondanti la professione odontoiatrica: il recupero, quasi spasmodico, di tutti gli elementi dentali salvabili. Questo senza alchimie astruse, ritornando ai principi base della biologia e della patologia generale; le guarigioni, il frutto di un combinato disposto con il paziente al centro di azioni che il medico-odontoiatra deve eseguire con coscienza e perizia. Rivedere casi dopo venticinque anni, mantenuti con maniacale attenzione, aggrappandosi a ogni millimetro di dentina e di gengiva, credo abbia fatto riflettere molti, allettati dalla erronea semplicità della sostituzione implantare. 

Senza voler essere forzatamente retorici, vengono sempre in mente le parole di Averroè, filosofo e medico medioevale, che novecento anni fa sentenziava: “La medicina è scienza nella sua accezione teorica, un’arte nella sua applicazione pratica”. 

A Firenze, città d’arte, si sono esibiti degli artisti con i piedi ben piantati sul terreno di un’odontoiatria che vuole salvare denti e non vuole sostituirli con viti in titanio; non bastasse questo, mi piace riportare una bella frase di Giano Ricci: “A ben guardare, con programmi di mantenimento adeguati e soluzioni cliniche elementari, con pochi soldi, si possono conservare, per molto tempo, tantissimi denti”. 

Ecco perché ho rivisto un bel sole a Firenze; un sole fatto di attenzione per i pazienti, di cura delle persone prima che dei denti, di sacrificio professionale per rimanere aggiornati.Non posso che ringraziare i promotori di questo convegno; alla soglia dei sessant’anni mi sono divertito come un giovane laureato.   

In rigoroso ordine alfabetico hanno brillantemente relazionatoAlessandro Agnini Modena; Mario Alessio Allegri Verona; Massimo de Sanctis Milano-Firenze; Guido Fichera Monza; Alberto Fonzar Campoformido UD; Massimo Fuzzi Bologna; Carlo Ghezzi Settimo Milanese MI; Gaetano Paolone Roma; Giano Ricci Firenze.

Hanno coordinato in modo eccellente: Fabio Toffenetti e Leonardo Trombelli; una particolare menzione va ovviamente ai due Presidenti Mario Aimetti e Lorenzo Breschi, i cui Consigli Direttivi sono stati motori di questa bella iniziativa. 


A cura di: Prof. Massimo Gagliani Coordinatore Scientifico area Odontoiatrica Gruppo editoriale EDRA

Tag

Articoli correlati

Per il prof. Mangani l’amalgama non ha più senso di essere utilizzata perché esistono validissime alternative. Ecco quali e perchè


Prof. Breschi: ascoltiamo scienziati, ricercatori, comunità medica e scientifica, di evitare notizie non verificate così da prevenire l'estensione della disinformazione che potrebbe causare ondate...


prodotti     12 Settembre 2018

Il composito nano-ibrido universale

Ultradent Italia


Quando: 10-12 maggioDove: Centro Congressi Lingotto - Via Nizza, 280 - Torino 10 MAGGIO  CORSO PRE-CONGRESSUALE “Odontoiatria digitale ed...


Il punto con il presidente AIC alla vigilia del 20° Congresso di Torino


Altri Articoli

Pratica commerciale scorretta l’accusa dell’Antitrust. L’indagine era partita dalla denuncia di Altroconsumo 


La comunità scientifica e la politica si stanno interrogando. Ecco per quali categorie potrebbe diventare realtà il richiamo 


Sarebbero tra il decreto 101 rispetto alle indicazioni della Commissione Europea. L’esperto di radioprotezione Giancarla Rossetti le segnala al Ministro della Salute con la richiesta di annullare...


“Evidenziate le storture che da sempre l’Associazione denuncia perché penalizzano pazienti e medici. Serve una modifica legislativa del sistema” 


A poche ore dalla scadenza, il CDA ENPAM ufficializza il rinvio della comunicazione dei redditi prodotti nel 2020


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio