HOME - Cronaca
 
 
15 Novembre 2018

Gli odontoiatri incontrano la dott.ssa Marletta per discutere del futuro della professione, alla luce del nuovo regolamento europeo


La CAO, l’ANDI e l’AIO hanno incontrato, ieri 14 novembre al Ministero della Salute, la dott.ssa Marcella Marletta, Direttore generale della direzione per i dispositivi medici, per un incontro programmato all’interno di un Tavolo di lavoro nato con l’intento di far luce sulle implicazioni per il settore del nuovo regolamento Europeo che entrerà in vigore nel 2020. 

Lo spunto dei diversi incontri che si sono susseguiti negli ultimi mesi, partecipi anche UNIDI e ANTLO, era stato un chiarimento sulla figura del fabbricante di dispositivi medici, figura ancora una volta oggetto di interpretazioni diverse anche all’interno della stessa Unione Europea. La dott.ssa Marletta ha ricordato come il nuovo regolamento coinvolga non solo il comparto dentale, ma in modo decisamente più ampio tutte le categorie mediche e tutte le organizzazioni ed entità sanitarie che eroghino prestazioni mediche avvalendosi di dispositivi medici.  

Il regolamento nasce per aumentare la tutela nei confronti dei pazienti in un momento storico nel quale globalizzazione e progressi tecnologici stanno cambiando profondamente e velocemente i termini di realizzazione e fornitura sia di materiali che di prodotti destinati all’uso medico. Basandosi proprio su quelli che sono gli intenti originari del regolamento, la tutela dei pazienti e della qualità delle cure, ci si è chiesti se il regolamento stesso possa, con la ridefinizione sia della figura del fabbricante che dell’iter produttivo che dopo il percorso di cura porterà all’applicazione del dispositivo medico, migliorare la sicurezza dei pazienti nei confronti delle diverse realtà finanziarie che in modo non sempre trasparente ed ispirato all’etica professionale offrono terapie come se fossero prodotti commerciali. 

In un clima di cordiale collaborazione sotto l’egida della CAO e del Ministero della Salute, istituzionalmente a guardia dell’interesse dei pazienti, sono state presentate alla dott.ssa Marletta alcune bozze interpretative che verranno messe allo studio con l’obiettivo di elaborare un progetto che possa inserire il nuovo Regolamento sui Medical Devices in un contesto più ampio di tutela del cittadino e delle professioni odontoiatrica ed odontotecnica. 

Nota unitaria AIO, ANDI, CAO     

Articoli correlati

La richiesta durante il terzo International Clinical Engineering and Health Technology Management Congress, che si è tenuto a Roma


L’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia lancia l’allarme anche in Italia: potenziali seri danni alla salute per chi effettua cure ortodontiche con gli allineatori trasparenti senza...


Il ruolo diagnostico e il principio stomatologico, sono gli elementi peculiari che caratterizzano la professione odontoiatrica e per questo vanno difesi soprattutto dalle politiche...


L’ultimo esempio, in ordine cronologico, di come le opportunità che le nuove tecnologie offrono a fantasiosi ed illuminatati imprenditori possono destabilizzare le regole del sistema è la...

di Norberto Maccagno


Ognuno dovrebbe avere il sorriso che desidera senza dover fare tre cose : portare dei breckets, andare una volta al mese in visita dal dentista e spendere una fortuna.Questi gli obiettivi che...

di Davis Cussotto


Altri Articoli

Non sono certo i dati del Censis a dover confermare che la povertà, nel nostro paese, non sarebbe stata sconfitta nonostante gli annunci Pentastellati dai balconi. Basta fare un giro...

di Norberto Maccagno


Dopo l’Europa il Gruppo Editoriale EDRA sbarca negli Stati Uniti e lo fa puntando su due settori strategici come la veterinaria e l’odontoiatria


Al 38° Congresso AIOP si è approfondito il tema “dell’umanizzazione” della protesi e dei pazienti fragili. Guarda la Tavola rotonda organizzata sul tema


Dopo la presentazione del Manuale di Odontoiatria Speciale, dal suo 20° Congresso la SIOH punta alla formazione e sensibilizzazione dell’odontoiatra verso un’odontoiatria a misura dei pazienti...


Dagli USA un’analisi di come e quali applicazioni digitali interesseranno il settore odontoiatrico nel futuro, e non solo per realizzare protesi o curare denti

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi