HOME - Cronaca
 
 
03 Dicembre 2018

ANCOD su emendamento pubblicità: ‘’cerca di ristabilire regime già sanzionato da Antitrust”


 “L’emendamento alla manovra, che vuole escludere qualsiasi elemento di carattere promozionale o suggestionale dalle comunicazioni delle strutture sanitarie private di cura e degli iscritti agli Ordini delle professioni sanitarie, attribuendo agli stessi Ordini potere di verifica preventiva e di sanzione disciplinare sulle informazioni diffuse, cerca di ristabilire norme su cui si è già pronunciata, negativamente, l’Antitrust”  dichiara Michel Cohen (nella foto), presidente dell’Associazione Nazionale dei Centri odontoiatrici (ANCOD). 

Già nel 2014, infatti, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato aveva sanzionato la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (FNOMCEO) perché alcune disposizioni previste nel codice di deontologia medica allora vigente risultavano “limitare ingiustificatamente l’utilizzo dello strumento pubblicitario da parte degli iscritti agli Albi professionali”, contrariamente a quanto previsto dalla normativa comunitaria e nazionale, a partire almeno dalla legge Bersani. 

“A fronte della pronuncia del garante, la FNOMCEO ha modificato il proprio codice deontologico ma, evidentemente, l’emendamento in discussione oggi alla Camera cerca di far rientrare dalla finestra quanto l’Antitrust prima, e il Consiglio di Stato poi, hanno fatto uscire dalla porta”  aggiunge Cohen.

“Riteniamo che questo tentativo, che se riuscisse aprirebbe soltanto la strada ad ulteriori ricorsi anche in sede comunitaria, debba comunque essere fermato, se non altro per coerenza normativa”. 


Articoli correlati

I presidenti OMCeO e CAO di Milano scrivono agli iscritti per condividere la soddisfazione di essere riusciti, insieme alla Federazione, ANDI ed AIO, ad impedire le modifiche  


L’Ordine convoca direttore sanitario, i negazionisti li insultano via web. L’AD della Catena: iniziativa da premiare, incrementa la sicurezza di pazienti ed operatori


Il bonus pubblicità 2021 sarà concesso nella misura unica del 50% degli investimenti pubblicitari effettuati al netto delle risorse disponibili. Entro fine mese le domande


La cronaca ci ha nuovamente regalato l’occasione per commentare, ancora una volta, un progetto legislativo dal punto di vista semantico. Che poi è la vera questione di tutte le Leggi che per...

di Norberto Maccagno


La critica: “Cercare di legare il messaggio pubblicitario scorretto all’appropriatezza dei trattamenti sanitari proposti renderebbe di fatto inapplicabile ogni tentativo di contestare la liceità...


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


Il Viminale pubblica una utile tabella per capire cosa si può fare a seconda del tipo di certificazione posseduta ed il colore della regione. Le regole per datori di lavoro e lavoratori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi