HOME - Cronaca
 
 
13 Dicembre 2018

Società di capitale e maggioranza soci iscritti all’Albo: Pollifrone (CAO Roma): chiederemo al Ministro una norma univoca per farmacie ed odontoiatria a favore dei pazienti


“Abbiamo accolto molto favorevolmente le parole del Ministro della Salute On. Giulia Grillo, sulla proposta di garantire per le farmacie almeno il 51 per cento del capitale sociale e dei diritti di voto a farmacisti iscritti all’Albo”.
A dirlo è il presidente CAO Roma Brunello Pollifrone (nella foto) che ricorda come, questa, sia “una battaglia che per l’odontoiatria la CAO sta portando avanti ormai da tempo e la sensibilità del Ministro è il segnale che stavamo aspettando da parte delle Istituzioni”.

Contatteremo il Ministro per sollecitare la possibilitàin tempi rapidi, diintraprendere un percorso normativo in tal senso in modo da regolamentare l’ingresso del capitale in farmacia ma anche nelle società che esercitano l’attività odontoiatricae per le altre professioni regolamentate in campo sanitario”.

“Abbiamo –dice Pollifrone- l’obbligo morale di non lasciare l’odontoiatria in mano ai grossi gruppi finanziari e ai fondi internazionali. Il nostro obiettivo non è quello di impedire al capitale di investire nell’odontoiatria ma di dare ai pazienti che si rivolgono a queste strutture le stesse garanzie che hanno i pazienti che si rivolgono allo studio di un iscritto all’Albo degli odontoiatri”. 

“La salute –conclude il presidente CAO Roma- è un bene collettivo che non può seguire le mere logiche di capitale e le vicende spagnole e francesi di questi mesi hanno confermato l’entità dei danni per la salute dei pazienti ma anche sociali e le ricadute sul Sistema Sanitario Nazionale che società in mano al solo capitale possono arrecare”.   

Articoli correlati

Anche i Gruppi associati ad ANCOD sono alle prese con la riorganizzazione per attivare le nuove procedure, ecco come la stanno gestendo. Cohen: nessun rischio di chiusura per i Gruppi...


Le vicende di alcune Catene spagnole, ed italiane, confermano che il vero problema per pazienti e non solo si chiama "finanza creativa" e non cure. Qualche settimane fa ricevo una mail da parte di un...

di Norberto Maccagno


Malagnino: "un giusto principio che va a compensare, in parte, quanto sottratto alla professione. Ora lavoreremo per sollecitare i controlli verso chi non ha versato"  


Quella della presentazione dell’emendamento del Senatore Giovanni Endrizzi che, se approvato, consentirà l’esercizio della professione odontoiatrica in forma societaria solo alle StP, è di...

di Norberto Maccagno


Secondo l’Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici sarebbero a rischio 17mila posti di lavoro. Confermate le iniziative verso AGCM e CE 


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni