HOME - Cronaca
 
 
07 Gennaio 2019

ASL Latina cerca un odontoiatra e 6 igienisti dentali, domanda entro il 19 gennaio


L’ASL di Latina ha pubblicato sul proprio sito un avviso pubblico per titoli e colloquio, per il conferimento di un incarico di collaborazione a progetto per Odontoiatra e di 6 incarichi di collaborazione a progetto per Igienisti dentali

Scopo del progetto è quello di “garantire gli interventi di educazione sanitaria odontoiatrica alla popolazione in età infantile afferente alla seconda elementare (età 7 anni):

  • Garantire gli interventi di educazione sanitaria odontoiatrica ai docenti e ai genitori degli alunni coinvolti;
  • Garantire lo screening odontoiatrico per l’intercettazione precoce di carie e mal occlusioni”. 

L’incarico di odontoiatra, da espletarsi presso l’ambulatorio del Presidio Ospedaliero di Fondi, avrà una durata di 4 mesi e richiederà un impegno lavorativo di 15 ore settimanali, per cui è previsto un compenso lordo orario pari ad euro 39,43, per lo screening scolastico nelle scuole della Provincia di Latina e le altre attività di assistenza di cui al Piano Regionale per l’Assistenza Odontoiatrica.Il compenso lordo omnicomprensivo è determinato in € 12.775,32, comprensivo di qualsivoglia onere (IVA, ritenute fiscali, ecc.) e di eventuali spese di trasferta. 

Gli incarichi di Igienista Dentale, per lo screening scolastico, l’educazione sanitaria, l’igiene dentale, la fluoro profilassi, le sigillature e le altre attività connesse all’attuazione del Piano Regionale per l’Assistenza Odontoiatrica, avranno una durata di 4 mesi, di cui:
- n. 1 incarico da espletarsi presso l’ambulatorio dell’Ospedale di Fondi, per un impegno lavorativo di 15 ore settimanali, per cui è previsto un compenso lordo orario pari ad euro 17,43;
- n. 5 incarichi da espletarsi per ogni ambulatorio di Odontoiatria dei Distretti di Latina, Sezze,  Cisterna di Latina, Terracina e Gaeta, per un impegno lavorativo di 15 ore settimanali cadauno  per cui è previsto un compenso lordo orario pari ad euro 17,43.
Il compenso lordo omnicomprensivo è determinato in € 33.883,92, suddiviso per i 6 incarichi di Igienista Dentale, comprensivo di qualsivoglia onere (IVA, ritenute fiscali, ecc.) e di eventuali spese di trasferta.

A questo link le informazioni necessarie sui requisiti richiesti e le modalità per presentare la domanda. 

Articoli correlati

Il Decreto rilancio posticipa la scadenza prevista dal Cura Italia e consente ancora per qualche giorno di richiedere il bonus dei 600 euro per il mese di marzo


L’Azienda Zero informa di includere anche gli odontoiatri tra le categorie professionali sottoposte a tampone. La soddisfazione del presidente Nicolin


I ministeri competenti starebbero lavorando ad un Decreto per poter concedere anche ai professionisti il bonus da 600 euro ad aprile, che potrebbe essere esteso a mille a maggio


Disponibile da oggi il manuale: “Le infezioni nello studio odontoiatrico - manuale operativo di prevenzione del contagio per Odontoiatri, Igienisti e ASO”


Si completata l'Assemblea Nazionale ENPAM, a fine giugno l’elezione del nuovo CDA


Altri Articoli

Il Decreto rilancio posticipa la scadenza prevista dal Cura Italia e consente ancora per qualche giorno di richiedere il bonus dei 600 euro per il mese di marzo


L’Azienda Zero informa di includere anche gli odontoiatri tra le categorie professionali sottoposte a tampone. La soddisfazione del presidente Nicolin


La Fondazione spiega il perché a chi non è riuscito ad ottenere il bonus. Le scadenze per richiedere il saldo o l’intera somma


Il ruolo del collaboratore per sensibilizzare il paziente: le cose da dire e non dire e come dirle, anche per aumentare la sua collaborazione 


I ministeri competenti starebbero lavorando ad un Decreto per poter concedere anche ai professionisti il bonus da 600 euro ad aprile, che potrebbe essere esteso a mille a maggio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni