HOME - Cronaca
 
 
14 Gennaio 2019

CSO Vs ASO, la disputa passa per le vie legali. SIASO: ANDI ci ha diffidati dal “porre il dubbio” sull’esercizio abusivo

Nor. Mac.

Dopo l’annuncio da parte di ANDI della possibilità di assumere nello studio odontoiatrico una nuova figura professionale, quella del Collaboratore Studio Odontoiatrico ne è nato un dibattito che ha visto il SIASO (il sindacato delle ASO) schierarsi contro questa nuova figura. 

Figura del CSO spiegata in una intervista su Odontoiatria33 dal segretario sindacale ANDI Corrado Bondi.   

Il SIASO, che “esprime le perplessità per la nascita di questo nuovo lavoratore che non ha una formazione riconosciuta a livello statale e non è ben chiaro quali compiti reali possa avere, considerato che oggi vi è la presenza della figura dell’ASO disciplinata a livello statale”. 
Inoltre attraverso un comunicato stampa del dicembre scorso sottolineava che “chiunque ponga in essere attività che sono proprie dell’ASO, è a rischio di abuso di professione e di violazione dell’art. 348 del Codice Penale: e chi favorisce tale attività può essere considerato in concorso”. 

E sembrerebbe proprio è stato l’aver evidenziato questo “rischio”, a fare decidere ANDI di ricorrere le vie legali verso  SIASO chiedendo, “un risarcimento per danni all’immagine di 200.00 mila euro, oltre alla rettifica di quanto è stato scritto sul comunicato stampa”. Almeno secondo quanto riposta il Sindacato delle ASO in un comunicato stampa che riportiamo interamente sotto.  

Azione legale che per il sindacato delle ASO, “sembra” che ANDI “voglia fermare l’azione di SIASO Confsal, senza affrontare un dibattito aperto sull’evoluzione delle professioni e sulle norme alle stesse applicabili”. 

“Questo –continua la nota SIASO- non pare un comportamento corretto da parte del sindacato datoriale più rappresentativo: anziché infatti spiegarci perché hanno pensato di istituire una nuova figura, quali spazi pensano di farle ricoprire (che ovviamente non sconfinino in quello dell’ASO) e aprire quindi un dibattito trasparente e concreto sulle problematiche effettive della categoria, preferisce mandare diffide e chiedere danni”. 

Sotto il testo integrale del Comunicato Stampa inviato da SIASO

Articoli correlati

Tra le notizie più cliccate della settimana, quella che informava della convocazione degli incontri tra Sindacati ed Associazioni degli Odontoiatri e delle ASO con il Ministero della Salute e le...

di Norberto Maccagno


Chiesta la modifica del decreto sugli ASO: “se per 5 anni i collaboratori hanno svolto mansioni odontoiatriche, nonostante un contratto diverso, la qualifica scatta in...


On line le proposte che IDEA formulerà domani al Ministero per risolvere le criticità sull’applicazione del DPCM. Intanto nessuna indiscrezione dall’incontro tra Ministero, Regioni, CAO e...


La prossima settimana incontro (separato) con i sindacati degli odontoiatri e delle ASO per un confronto sulle problematiche emerse e le possibili soluzioni


La formazione per acquisire dignità professionale. Un testo ideale per i corsi di formazione ma anche per aggiornare chi non è obbligato a conseguire l’attestato di qualifica


Altri Articoli

Un sistema matematico che trasforma una richiesta iniziale in una risposta finale coerente ed efficacie nella chirurgia guidata


Approfondimento in occasione del terzo Simposio Internazionale sul trattamento dei tessuti molli parodontali e perimplantari a Firenze


Una mozione chiede che possano esercitare sono le STP odontoiatriche con direttore sanitario, emendamenti puntano a introdurre sanzioni per la proprietà in tema di pubblicità 


Il finto dentista cinese operava in casa ed al posto del riunito utilizzava una sdraio da giardino 


Secondo l’Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici sarebbero a rischio 17mila posti di lavoro. Confermate le iniziative verso AGCM e CE 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi