HOME - Cronaca
 
 
15 Gennaio 2019

Tribunale chiude Centro odontoiatrico nel cosentino. Condannato abusivo e direttore sanitario che dovrà anche risarcire l’Ordine


I Carabinieri del NAS mettono i sigilli ad un Centro odontoiatrico sulla costa tirrenica risultante di proprietà della moglie di un falso dentista della zona già noto alle forze dell’Ordine. Coinvolta nella vicenda anche il direttore sanitario, una giovane dottoressa iscritta all’Albo.
Il Tribunale di Paola ha condannato, a seguito di patteggiamento, sia il falso dentista che la giovane dottoressa che prestava il suo nome concorrendo di fatto all’azione criminosa dell’abusivo.  

La direttrice sanitaria è stata condannata anche a risarcire l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Cosenza delle spese sostenute. L’Ordine che si era costituito parte civile.

Ringraziando gli uomini del NAS per la “costante collaborazione con l’istituzione ordinista, il presidente CAO di Cosenza Giuseppe Guarnieri (nella foto) dichiara: “Noi abbiamo l’obbligo etico e deontologico di dare queste informazioni sul fenomeno dell’abusivismo odontoiatrico, tipico italiano che non ha eguali nel mondo e che mina costantemente la salute dei cittadini. Esercitare abusivamente una professione protetta come quella odontoiatrica è un reato penale. I dati sul territorio nazionale sono preoccupanti; si stimano in Italia circa quindicimila falsi dentisti e la provincia di Cosenza non è esente dal fenomeno; numerosi i casi di abusivismo odontoiatrico scoperti a seguito di segnalazioni che pervengono al nostro Ordine non solo da parte di colleghi corretti, ma anche di semplici cittadini che, ignari, ma a volte anche consapevoli, si rivolgono a falsi dentisti subendo gravi danni iatrogeni spesso irreparabili a seguito di  prestazioni odontoiatriche effettuate  malissimo. Odontotecnici spregiudicati che estraggono e/o curano denti, che eseguono interventi di chirurgia implantare, che posizionano in bocca manufatti protesici incongrui, spesso, ahimè non vogliamo nasconderci, come nel caso succitato, con la complicità del vero dentista che, una volta scoperto dagli Organismi di controllo a prestare il proprio nome, subisce non soltanto un procedimento penale, ma anche una grave sanzione disciplinare consistente nella sospensione dall’attività. Questi comportamenti illegali screditano la nostra categoria, ecco perché l’Ordine ha deliberato di costituirsi sempre parte civile in tutti i procedimenti penali”. 

Articoli correlati

Nonostante il locale adibito a studio odontoiatrico, all’interno di uno stabile ad uso abitativo sull’isola di Ischia, non fosse decisamente spazioso (10 metri quadrati), il finto dentista era...


Uno studio odontoiatrico con tanto di pazienti in sala d’attesa, sala clinica con riunito ed altre attrezzature ed un un’altra stanza adibita a laboratorio odontotecnico. Questo è quanto hanno...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


La notizia della sua denuncia, qualche mese fa, aveva suscitato curiosità perché il finto dentista denunciato a Treviso era un ex autista del 118. La condanna inflitta dal Tribunale di Treviso...


L’avevano già scoperto e denunciato qualche mese fa per esercizio abusivo della professione sequestrandogli lo studio che però, il finto dentista, aveva spostato in un’altra zona di Napoli, per...


Altri Articoli

Con le prime 600 lettere alle società odontoiatriche censite nelle Marche in Emilia Romagna e Toscana è cominciata la campagna informativa dell’ENPAM in vista della scadenza per versare lo...


Da qualche giorno i circa 150 mila napoletani che prendono giornalmente la metropolitana, e quelli che utilizzano la Circumvesuviana (oltre 25 milioni in un anno), attraverso i monitor posizionati...


Nonostante il locale adibito a studio odontoiatrico, all’interno di uno stabile ad uso abitativo sull’isola di Ischia, non fosse decisamente spazioso (10 metri quadrati), il finto dentista era...


Dei camici, o meglio, sull'abbigliamento che devono avere gli odontoiatri e loro collaboratori e/o, più in generale, coloro che esercitano una professione sanitaria, si parla molto poco, per non...


“L'Agenzia delle Entrate ha recentemente pubblicato l'elenco dei debitori che devono più di un milione di euro al fisco spagnolo e tra loro ci sono società proprietarie di cliniche...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi