HOME - Cronaca
 
 
22 Gennaio 2019

Entro il 31 gennaio si devono inviare i dati al STS. Solo il 15% dei medici l’ha fatto

Nor. Mac.

Entro giovedì 31 gennaio 2019 i soggetti esercenti prestazioni sanitarie (medici e dentisti inclusi) dovranno trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria (STS) i dati delle fatture emesse (o stornate) ai propri pazienti per le prestazioni effettuate nel 2018. Ad eccezione di quelle dei pazienti che hanno negato l’invio. Oltre agli odontoiatri, anche le società odontoiatriche devono inviare i dati entro la scadenza prevista. 

L’Agenzia delle Entrate ricorda che è “necessaria la trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria dei dati delle spese sanitarie e veterinarie sostenute dalle persone fisiche nell'anno 2018, così come riportati sul documento fiscale emesso dai medesimi soggetti, comprensivi del codice fiscale riportato sulla tessera sanitaria, nonché quelli relativi ad eventuali rimborsi, ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata”. 

Per l’invio, gli odontoiatri possono:  

  • Inserire nel Sistema TS i dati delle fatture emesse a fronte del pagamento del cittadino e dei relativi documenti di rimborso direttamente nell’area riservata sul sito del STS.
  • Conferire la delega all’invio dei dati di spesa sanitaria ad un intermediario.
  • Utilizzare il proprio software gestionale se abilitato. Una volta inviati i dati è necessario verificare che l’invio sia andato a buon fine ottenendo la ricevuta di invio.  

Intanto attraverso una nota del 18 gennaio, l’Ispettorato Sociale per la Spesa Sociale –Ragioneria generale dello Stato- segnala alla FNOMCeO che a meno di 15 gironi dalla scadenza, “solo il 15% degli iscritti agli Albi ha provveduto ad inviare al STS i dati”. 

Ricordiamo che le attività sanitarie obbligate all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria sono esentate dall’obbligo di fatturazione elettronica per tutto il 2019.  

Articoli correlati

Sarà la prima volta per gli Igienisti dentali che fatturano direttamente al paziente. Negli scorsi anni è stato registrato il 65% del fatturato 


Dal primo gennaio entrano in vigore le norme sui pagamenti tracciabili per poter detrarre le spese sanitarie. Questi i nuovi obblighi per i dentisti. Scarica l’informativa da consegnare al...


L’obbligo violerebbe la privacy dei pazienti che hanno già effettuato i pagamenti. Uno studio di consulenza fiscale evidenza la criticità e presenta un reclamo


Pubblicato in GU il Decreto con la norma che obbliga anche gli igienisti dentali all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria delle fatture emesse nei confronti dei pazienti. Ecco le modalità


Disponibile anche la versione mobile, più chiara la sezione per invio telematico delle fatture


Altri Articoli

Il racconto di un caso di odontoiatria legale consente alla dott.ssa Maria Sofia Rini di portare alcune considerazioni sul rapporto fiduciario medico paziente


Per il presidente CAO Cuneo la questione è il diritto del paziente ad affrontare il pagamento come crede  e senza discriminare il privato verso il pubblico


Organizzato per giovedì 23 gennaio 2020 da ANOMEC a Milano, un evento dal titolo: “Costi di gestione dello studio e convenzioni sanitarie: due realtà incompatibili?”


Circolare FNOMCeO su novità dalla finanziaria. La Federazione mettere in guardia medici e dentisti sui rischi di non avere in studio il Pos


L’imprenditrice Canegrati condannata a 12 anni, pene minori per gli altri imputati. Il sen. Rizzi e l’odontoiatra Longo avevano già patteggiato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni