HOME - Cronaca
 
 
05 Febbraio 2019

Accordo Comune di Genova ANDI. Tariffe agevolate e concordate per i dipendenti


Accordo tra ANDI Genova e Comune che stabilisce prestazioni odontoiatriche a tariffe agevolate e concordate, per i dipendenti comunali e i loro familiari, negli studi odontoiatrici dei soci ANDI che aderiranno all’iniziativa. L’accordo è stato siglato ieri lunedì’ 4 febbraio tra l’assessore al Personale del Comune Arianna Viscogliosied il presidente ANDI Genova Giuseppe Modugno

“Stiamo cercando di ampliare sempre più questo tipo di convenzioni per favorire il benessere personale dei dipendenti – sottolinea in una nota l’assessore Arianna Viscogliosi– e offrire tariffe agevolate per prestazioni essenziali, e spesso costose, come quelle odontoiatriche fa parte di un progetto più vasto che mira a offrire ai dipendenti una serie servizi che facilitino la cura e la prevenzione, mirando al benessere complessivo della persona”.   

L’accordo, spiegano da ANDI Genova, prevede uno sconto sulle prestazioni odontoiatriche del 20% rispetto al nomenclatore Tariffario indicativo elaborato da ANDI nel 2009, i soci potranno aderire volontariamente e l’elenco dei professionisti sarà disponibile on-line per i dipendenti del Comune ed i loro familiariL’accordo stipulato, spiegano, “è in forma indiretta (ovvero il paziente paga direttamente laprestazione al professionista), volontario ed in qualunque momento revocabile”. 

“Sono 700 gli odontoiatri iscritti all’ANDI a Genova e provincia –ricorda il segretario generale dell’associazione, Massimo Gaggero– che riceveranno l’invito ad aderire all’iniziativa entro il 29 febbraio, ma altri potranno aggiungersi poiché ogni 15 giorni contiamo di aggiornare l’elenco”. 

“Nel 2009 la nostra associazione ha calcolato il costo medio nazionale per ogni prestazione odontoiatrica – aggiunge il presidente di ANDI Genova Giuseppe Modugno– ed è sulla base di quel tariffario che gli studi medici aderenti applicheranno uno sconto del 20% ai dipendenti comunali e alle loro famiglie. Abbiamo già proposto ai nostri associati questo tipo di iniziativa per altre categorie di lavoratori, tra cui le forze dell’ordine, e abbiamo avuto l’adesione di circa 500 studi su un totale di 700 nell’intera area metropolitana".  

Soddisfazione anche da parte del vice Sindaco Stefano Balleariche ha presenziato alla firma della convenzione insieme al consigliere regionale, e odontoiatria, Matteo Rosso.

“Sono molto lieto di questo accordo siglato con gli amici dell’Associazione nazionale medici dentisti – ha detto Balleari – e che va nella giusta direzione di welfare aziendale sempre più potenziato”. 

Articoli correlati

Organizzato per giovedì 23 gennaio 2020 da ANOMEC a Milano, un evento dal titolo: “Costi di gestione dello studio e convenzioni sanitarie: due realtà incompatibili?”


L’imprenditrice Canegrati condannata a 12 anni, pene minori per gli altri imputati. Il sen. Rizzi e l’odontoiatra Longo avevano già patteggiato


Sabato Catania un Corso COI AIOG per parlare di carcinoma orale, di fumo e di prevenzione con uno sguardo ai nuovi dispositivi alternativi alle sigarette. Ecco i dati allarmanti sul fumo


Riunione istitutiva della Consulta permanente delle professioni sanitarie e sociosanitarie. I temi: programmazione della spesa, assistenza territoriale, formazione e sanità digitale


I trattamenti saranno svolti nell’ambulatorio odontoiatrico dell’ospedale di Pescara e se necessario utilizzando anche la sala chirurgica 


Altri Articoli

Il racconto di un caso di odontoiatria legale consente alla dott.ssa Maria Sofia Rini di portare alcune considerazioni sul rapporto fiduciario medico paziente


Per il presidente CAO Cuneo la questione è il diritto del paziente ad affrontare il pagamento come crede  e senza discriminare il privato verso il pubblico


Organizzato per giovedì 23 gennaio 2020 da ANOMEC a Milano, un evento dal titolo: “Costi di gestione dello studio e convenzioni sanitarie: due realtà incompatibili?”


Circolare FNOMCeO su novità dalla finanziaria. La Federazione mettere in guardia medici e dentisti sui rischi di non avere in studio il Pos


L’imprenditrice Canegrati condannata a 12 anni, pene minori per gli altri imputati. Il sen. Rizzi e l’odontoiatra Longo avevano già patteggiato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni