HOME - Cronaca
 
 
21 Febbraio 2019

Dal Perio & Cardio Workshop 2019 l’appello di dentisti e cardiologi verso una migliore igiene orale. Presto linee guida condivise

Nor. Mac.

Un'igiene orale corretta e visite regolari dal dentista possono sostenere la salute cardiovascolare. Questo, in estrema sintesi, è ciò che odontoiatri e cardiologi hanno concordato durante il Perio & Cardio Workshop 2019 tenutosi a Madrid lo scorso fine settimana. Rappresentanti della Federazione europea di parodontologia (EFP) e della World Heart Federation (WHF) hanno esaminato le correlazioni tra le malattie cardiovascolari e le malattie gengivali per elaborare raccomandazioni congiunte per operatori sanitari e pazienti

"Sia la parodontite che la malattia cardiovascolare colpiscono molte persone in tutto il mondo. Determinare l'importanza della prevenzione della malattia parodontale e della terapia come mezzo per ridurre il rischio cardiovascolare può avere significative implicazioni di salute pubblica ed economiche ", ha affermato durane l’evento il professor Mariano Sanz, presidente EFP. 

Il prof. Pablo Perel, consulente scientifico senior della WHF, ha dichiarato: "È necessaria maggiore consapevolezza del legame tra salute orale e malattie cardiovascolari. Il seminario Perio & Cardio ha fornito raccomandazioni basate sull'evidenza in relazione alla salute cardiovascolare e alla parodontologia. Poiché la malattia cardiovascolare è la prima causa di morte nel mondo, la riduzione dei fattori di rischio che contribuiscono alle malattie cardiache è della massima importanza". 

Le malattie cardiovascolari (CVD) sono la prima causa di morte a livello globale, mentre la grave parodontite è la sesta condizione cronica più comune. L'evidenza suggerisce che i pazienti con gravi malattie gengivali sono a maggior rischio d’infarto e ictus, in particolare se hanno avuto un precedente evento cardiovascolare. I batteri nella bocca possono spostarsi nel sistema circolatorio e promuovere l'infiammazione e l'indurimento delle arterie (aterosclerosi). Parodontite e malattie cardiache condividono anche fattori di rischio comuni tra cui fumo, consumo di alcol, età e diabete. 

I partecipanti al workshop hanno discusso quattro aree chiave:

  • Evidenza epidemiologica che collega la parodontite e le malattie cardiovascolari;
  • Meccanismi biologici per l'aumento del rischio di arteriosclerosi nei pazienti con parodontite;
  • L'effetto del trattamento parodontale sul rischio di arteriosclerosi;
  • I potenziali rischi cardiovascolari degli interventi orali. 

"I cardiologi dovrebbero essere consapevoli della connessione tra malattie gengivali e malattie cardiache e incoraggiare i loro pazienti a essere sottoposti a screening per la parodontite e perseguire una buona igiene orale perché migliorerà gli esiti cardiovascolari", ha spiegato il dott. Alvaro Marco Del Castillo, WHF Co Chair of Working Group 1 . 

Il prof. José Ramón González Juanatey, presidente del gruppo di lavoro 2 del WHF, che ha esaminato l'effetto del trattamento parodontale sul rischio di aterosclerosi, ha dichiarato: "Sono necessarie ulteriori ricerche sull'effetto del trattamento dentale nei pazienti con CVD, ma le prove attuali suggeriscono che la progressione della CVD può essere influenzata da una buona igiene orale e da un trattamento parodontale di successo". 

"I pazienti con parodontite dovrebbero essere avvisati che hanno un più alto rischio di malattie cardiache e dovrebbero gestire i loro fattori di rischio CVD. Per quanto riguarda i potenziali rischi cardiovascolari del trattamento parodontale, la ricerca disponibile indica che il trattamento parodontale è sicuro per i pazienti cardiaci", ha affermato il professor Soren Jepsen, presidente del gruppo di lavoro EFP Co. 2. 

Il prof. Sanz ha concluso: "Il seminario Perio & Cardio ha raggiunto i suoi obiettivi raggiungendo una posizione comune. Ha inoltre individuato le aree in cui sono necessarie ulteriori ricerche, come studi clinici che utilizzano esiti cardiovascolari e ulteriori studi per comprendere i meccanismi con cui i batteri orali possono causare danni ai tessuti cardiovascolari ". 

Per quanto riguarda i prossimi passi, il prof. Sanz ha spiegato: "Le raccomandazioni EFP e WHF saranno pubblicate sul Journal of Clinical Periodontology e un progetto sarà sviluppato per creare consapevolezza sul ruolo essenziale della salute orale nella riduzione del rischio di malattie cardiache". 

A cura di: Ufficio Stampa EFP

Articoli correlati

In uno studio, pubblicato su Acta Odontologica Scandinavica, gli autori hanno valutato la consapevolezza dei pazienti circa le proprie recessioni gengivali, l’impatto sulla...

di Lara Figini


La parodontite aggressiva (AgP) è una forma di parodontite progressiva rapida e grave. Si verifica in assenza di malattie sistemiche ed è caratterizzata da familiarità. L’AgP...

di Lara Figini


In uno studio di coorte, pubblicato sul Journal of Dentistry, gli autori hanno valutato se e quanto i costi, per i pazienti, dei trattamenti per la parodontite a lungo termine differiscono tra lo...

di Lara Figini


Considerando la natura cronica e la patogenesi complessa della parodontite, la sua insorgenza è correlata a disturbi del sinergismo polimicrobico che provoca disbiosi.La sindrome...

di Lara Figini


SIdP pubblica un Consensus sulla corretta strategia di screening odontoiatrico nei pazienti con patologie cardiovascolari. Ne abbiamo parlato con il presidente Landi


Altri Articoli

Uscire di casa solo se strettamente necessario. E’ questo l’invito che in questi giorni politica ed esperti stanno diffondendo per cercare di contenere la pandemia.Nonostante i DCPM e le...

di Norberto Maccagno


Intanto FNOMCeO chiede ai presidenti di Ordine di sospendere gli eventi ECM in attesa di chiarimenti


La lista Difendiamo la Professione ottiene il 73% dei voti. Senna anche vice presidente del Consiglio dell’Ordine, Rossi confermato alla presidenza OMCeO


Un sondaggio fra gli odontoiatri USA indica che le attuali misure adottate contro Covid-19 possono essere sufficienti contro il propagarsi dell’infezione


Óscar Castro ha incontrato i rappresentanti di diversi partiti politici spagnoli affrontando questi due temi di grande importanza


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I trucchi per convivere con il rischio Covid in studio