HOME - Cronaca
 
 
21 Febbraio 2019

Dal Perio & Cardio Workshop 2019 l’appello di dentisti e cardiologi verso una migliore igiene orale. Presto linee guida condivise

Nor. Mac.

Un'igiene orale corretta e visite regolari dal dentista possono sostenere la salute cardiovascolare. Questo, in estrema sintesi, è ciò che odontoiatri e cardiologi hanno concordato durante il Perio & Cardio Workshop 2019 tenutosi a Madrid lo scorso fine settimana. Rappresentanti della Federazione europea di parodontologia (EFP) e della World Heart Federation (WHF) hanno esaminato le correlazioni tra le malattie cardiovascolari e le malattie gengivali per elaborare raccomandazioni congiunte per operatori sanitari e pazienti

"Sia la parodontite che la malattia cardiovascolare colpiscono molte persone in tutto il mondo. Determinare l'importanza della prevenzione della malattia parodontale e della terapia come mezzo per ridurre il rischio cardiovascolare può avere significative implicazioni di salute pubblica ed economiche ", ha affermato durane l’evento il professor Mariano Sanz, presidente EFP. 

Il prof. Pablo Perel, consulente scientifico senior della WHF, ha dichiarato: "È necessaria maggiore consapevolezza del legame tra salute orale e malattie cardiovascolari. Il seminario Perio & Cardio ha fornito raccomandazioni basate sull'evidenza in relazione alla salute cardiovascolare e alla parodontologia. Poiché la malattia cardiovascolare è la prima causa di morte nel mondo, la riduzione dei fattori di rischio che contribuiscono alle malattie cardiache è della massima importanza". 

Le malattie cardiovascolari (CVD) sono la prima causa di morte a livello globale, mentre la grave parodontite è la sesta condizione cronica più comune. L'evidenza suggerisce che i pazienti con gravi malattie gengivali sono a maggior rischio d’infarto e ictus, in particolare se hanno avuto un precedente evento cardiovascolare. I batteri nella bocca possono spostarsi nel sistema circolatorio e promuovere l'infiammazione e l'indurimento delle arterie (aterosclerosi). Parodontite e malattie cardiache condividono anche fattori di rischio comuni tra cui fumo, consumo di alcol, età e diabete. 

I partecipanti al workshop hanno discusso quattro aree chiave:

  • Evidenza epidemiologica che collega la parodontite e le malattie cardiovascolari;
  • Meccanismi biologici per l'aumento del rischio di arteriosclerosi nei pazienti con parodontite;
  • L'effetto del trattamento parodontale sul rischio di arteriosclerosi;
  • I potenziali rischi cardiovascolari degli interventi orali. 

"I cardiologi dovrebbero essere consapevoli della connessione tra malattie gengivali e malattie cardiache e incoraggiare i loro pazienti a essere sottoposti a screening per la parodontite e perseguire una buona igiene orale perché migliorerà gli esiti cardiovascolari", ha spiegato il dott. Alvaro Marco Del Castillo, WHF Co Chair of Working Group 1 . 

Il prof. José Ramón González Juanatey, presidente del gruppo di lavoro 2 del WHF, che ha esaminato l'effetto del trattamento parodontale sul rischio di aterosclerosi, ha dichiarato: "Sono necessarie ulteriori ricerche sull'effetto del trattamento dentale nei pazienti con CVD, ma le prove attuali suggeriscono che la progressione della CVD può essere influenzata da una buona igiene orale e da un trattamento parodontale di successo". 

"I pazienti con parodontite dovrebbero essere avvisati che hanno un più alto rischio di malattie cardiache e dovrebbero gestire i loro fattori di rischio CVD. Per quanto riguarda i potenziali rischi cardiovascolari del trattamento parodontale, la ricerca disponibile indica che il trattamento parodontale è sicuro per i pazienti cardiaci", ha affermato il professor Soren Jepsen, presidente del gruppo di lavoro EFP Co. 2. 

Il prof. Sanz ha concluso: "Il seminario Perio & Cardio ha raggiunto i suoi obiettivi raggiungendo una posizione comune. Ha inoltre individuato le aree in cui sono necessarie ulteriori ricerche, come studi clinici che utilizzano esiti cardiovascolari e ulteriori studi per comprendere i meccanismi con cui i batteri orali possono causare danni ai tessuti cardiovascolari ". 

Per quanto riguarda i prossimi passi, il prof. Sanz ha spiegato: "Le raccomandazioni EFP e WHF saranno pubblicate sul Journal of Clinical Periodontology e un progetto sarà sviluppato per creare consapevolezza sul ruolo essenziale della salute orale nella riduzione del rischio di malattie cardiache". 

A cura di: Ufficio Stampa EFP

Articoli correlati

SIdP pubblica un Consensus sulla corretta strategia di screening odontoiatrico nei pazienti con patologie cardiovascolari. Ne abbiamo parlato con il presidente Landi


I ricercatori hanno esaminato l'associazione tra malattia parodontale e perdita dei denti e il rischio di cancro esofageo e gastrico


Negli ultimi decenni, i concentrati piastrinici (PC) ottenuti da prelievi di sangue autogeno sono emersi come potenziali biomateriali rigenerativi; tra questi si annoverano il...

di Lara Figini


Da un gruppo di ricercatori italiani l’ipotesi della correlazione tra parodontite e evoluzione clinica da Covid-19

di Lara Figini


Utilizzando le interleuchine low dose SKA è possibile ripristinare l’omeostasi immunitaria e controllare i processi infiammatori cronici, come quelli che si osservano...


Altri Articoli

DiDomenica     02 Agosto 2020

Quando vi serve, noi ci siamo

Attraverso il DiDomenica prima della chiusura estiva e quello di fine anno, solitamente cerchiamo di fare dei bilanci sul periodo che si conclude. Ovviamente questa volta non mi...

di Norberto Maccagno


Dal COI corso FAD da 50 crediti per Odontoiatri, Igienisti, Medici di medicina generale, Pediatri, Geriatri, Psicologi, Neurologi, Otorinolaringoiatri, Infermieri


L’Agenzia delle Entrate indica come comportarsi se il paziente utilizza App che sostituiscono nel pagamento il Pos o la carta di credito


La proroga dell’emergenza penalizza il mondo della formazione, le preoccupazioni di Federcongressi e ECM Quality Network


Savini: “evitano il peggio. Grazie al lavoro di AIO ed ANDI state cassate norme che altrimenti avrebbero imposto adempimenti gravosi agli Odontoiatri”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


28 Luglio 2020
Vendo attrezzatura completa per studio odontoiatrico

Vendo attrezzatura completa per ambulatorio odontoiatrico a Santarcangelo di Romagna (Rimini): riunito OMS in ottimo stato, separatore amalgama, compressore e pompa aspirazione, 2 mobili componibili, 2 servomobili, radiologico NOVAXA con testata DE GOTZEN, autoclave TECNO-GAZ classe B con stampante, sigillatrice MELAG, lampada fotopolimerizzante, 4 plafoniere con neon, strumenti per chirurgia orale, conservativa ecc in ottime condizioni. Tutto a norma CE. E 3000,00 COMPRESO SMONTAGGIO E IMBALLAGGIO. Foto inviabili. Per informazioni telefonare a Ricardo 347/4120042 (email: ricardo.ricci@email.it).

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d