HOME - Cronaca
 
 
05 Aprile 2019

ANCOD manifesta a Federconsumatori la disponibilità di aiutare i clienti di IdeaSorriso in difficoltà

Nor. Mac.

ANCOD, l’Associazione nazionale dei Centri odontoiatrici, ha comunicato a Federconsumatori la disponibilità si assistere i pazienti in difficoltà dopo la chiusura di alcuni centri IdeaSorriso.  

Nelle scorse settimane Federconsumatori Parma, a seguito delle segnalazioni di alcuni pazienti, ha evidenziato i problemi che la chiusura del Centro di Parma e Modena stavano comportando. 

In una nota ANCOD informa di essersi resa disponibile attraverso i Gruppi associati  (DentalPro, CareDent, Vitaldent, Primo, HDental, DentalCoop), qualora i pazienti in difficoltà lo desiderassero, “a portare a termine le cure, eseguendo i trattamenti residui al puro costo”, invitando i pazienti interessati a rivolgersi alla sede di Federconsumatori. 

“I gruppi associati ANCOD dispongono di un elevato numero di centri nelle province dove si trovano i centri Idea Sorriso che hanno chiuso", informa la nota. "Questo dimostra la valenza, anche sociale, che possono avere i gruppi organizzati che, grazie alle proprie dimensioni e presenza sul territorio, possono sopperire a situazioni di difficoltà di qualunque operatore del settore”. 

Fabrizio Ghidini di Federconsumatori, contattato da Odontoiatria33, ha precisato di aver raccolto ed apprezzato l’iniziativa ma che si tratta di una iniziativa ANCOD “che rimane distinta dal lavoro di tutela dei cittadini svolta da Federconsumatori”. 

Altri Articoli

Lo chiedono i presidenti CAO della Calabria prima della riapertura degli studi. Si deve prevedere canali privilegiati ed incentivi per l’approvvigionamento di DPI


A marzo il portale di Edra sfiora il milione di pagine viste. Successo anche della Fad e dei webinar. Dental Cadmos di aprile è ora scaricabile on-line


Donati a vari ospedali nelle aree più colpite dal virus, test rapidi certificati CE (COVID-19 IgG/IgM Rapid Test) per la rilevazione qualitativa di anticorpi anti COVID-19.


Il prof. Abati sugli effetti della saliva sulla contaminazione di operatori e pazienti documentati in letteratura fin dagli anni ‘70


Istituto indica i DPI che gli operatori devono indossare a seconda delle mansioni, comprese quelle che prevedono una esposizione all’aerosol a meno di un metro


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP