HOME - Cronaca
 
 
23 Aprile 2019

Con la nuova direttiva a rischio reperibilità dispositivi medici. Tamburrano (M5S), lancia l’allarme alla Commissione europea


Dal cerotto al pace maker, ma anche ai dispositivi in uso agli operatori del settore dentale come tutti gli altri dispositivi medici potranno rimanere in commercio solo se attraverseranno rapidamente “un collo di bottiglia” burocratico nato in seno all’Unione Europea.

A denunciarlo è l’europarlamentare ed odontoiatria romano Dario Tamburrano (M5S nella foto), che ha presentato una un’interrogazione alla Commissione europea sulla nuova classificazione che i dispositivi medici dovranno ottenere. 

“Un iter complesso e poco tempo. C’è il rischio che pazienti ed operatori fatichino in un futuro prossimo a reperire strumenti utili per le cure”, sottolinea l’europarlamentare pentastellato.

In base ad un regolamento UE recentemente entrato in vigore, gli organismi che certificano i dispositivi medici devono innanzitutto accreditare nuovamente se stessi e poi rilasciare una nuova certificazione ad ogni dispositivo medico già in commercio. 

“Sono adempimenti molto impegnativi dal punto di vista qualitativo e quantitativo e c’è poco tempo: senza la nuova certificazione, salvo alcune deroghe, i dispositivi ora utilizzati non potranno più essere commercializzati a partire dal 2020”, denuncia Tamburrano. 

Con l’interrogazione, Tamburrano ha domandato quanti organismi di certificazione hanno completato il nuovo accreditamento e quanti sono i dispositivi medici già in uso che essi dovranno certificare nuovamente. Ha domandato inoltre cosa intende fare la Commissione per evitare che risulti di fatto impossibile reperire dispositivi medici.   



Articoli correlati

La richiesta durante il terzo International Clinical Engineering and Health Technology Management Congress, che si è tenuto a Roma


L’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia lancia l’allarme anche in Italia: potenziali seri danni alla salute per chi effettua cure ortodontiche con gli allineatori trasparenti senza...


Il ruolo diagnostico e il principio stomatologico, sono gli elementi peculiari che caratterizzano la professione odontoiatrica e per questo vanno difesi soprattutto dalle politiche...


L’ultimo esempio, in ordine cronologico, di come le opportunità che le nuove tecnologie offrono a fantasiosi ed illuminatati imprenditori possono destabilizzare le regole del sistema è la...

di Norberto Maccagno


Ognuno dovrebbe avere il sorriso che desidera senza dover fare tre cose : portare dei breckets, andare una volta al mese in visita dal dentista e spendere una fortuna.Questi gli obiettivi che...

di Davis Cussotto


Altri Articoli

Non sono certo i dati del Censis a dover confermare che la povertà, nel nostro paese, non sarebbe stata sconfitta nonostante gli annunci Pentastellati dai balconi. Basta fare un giro...

di Norberto Maccagno


Dopo l’Europa il Gruppo Editoriale EDRA sbarca negli Stati Uniti e lo fa puntando su due settori strategici come la veterinaria e l’odontoiatria


Al 38° Congresso AIOP si è approfondito il tema “dell’umanizzazione” della protesi e dei pazienti fragili. Guarda la Tavola rotonda organizzata sul tema


Dopo la presentazione del Manuale di Odontoiatria Speciale, dal suo 20° Congresso la SIOH punta alla formazione e sensibilizzazione dell’odontoiatra verso un’odontoiatria a misura dei pazienti...


Dagli USA un’analisi di come e quali applicazioni digitali interesseranno il settore odontoiatrico nel futuro, e non solo per realizzare protesi o curare denti

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi