HOME - Cronaca
 
 
30 Aprile 2019

A Napoli Nas e Finanza a cacia di abusivi. Denunciati in tre


A scoprire un uomo di 59 anni mentre esercitava in un appartamento della centralissima via Toledo a Napoli, sono stati i militari della Guardia di Finanza. Secondo quanto riportato dalle Fiamme Gialle sulla stampa locale, i pazienti "venivano accolti in un locale privo delle più basilari regole igienico-sanitarie" ed il finto dentista operava in uno studio privo di ogni autorizzazione da almeno 10 anni. Abusivo colto “con le mani in bocca” di una giovane paziente.L’uomo è stato denunciato e lo studio posto sotto sequestro. 

Sono stati invece i militari del NAS a denunciare un cinquantacinquenne che, riporta la stampa locale, “aveva aperto uno studio odontoiatrico, completamente abusivo e privo di ogni autorizzazione sanitaria” a Torre Annunziata (Na). Stando alle cronache, il finto dentista non era neppure “economico”. 

Sempre i NAS, hanno denunciato un diplomato odontotecnico di 66 anni con l’accusa di aver eseguito cure presso uno studio odontoiatrico a Capodichino (NA). Anche in questo caso il riunito e le attrezzature utilizzate dal finto dentista sono state poste sotto sequestro. 

Articoli correlati

Nei guai tre odontoiatri che avrebbero fatto lavorare al loro posto due odontotecnici e tre assistenti alla poltrona 


Deferite tre persone alla Procura di Reggio Emilia: i legali rappresentanti di un centro odontoaitrico ed il direttore sanitario


Oltre a curare i pazienti senza avere i titoli per farlo, lavoravano in uno studio non autorizzato


A Pescara un ex (vero dentista), all’Aquila due odontotecnici ed un odontoiatra


Il primo è un dentista titolare di un ambulatorio odontoiatrico ma senza autorizzazione, ai tre denunciati a Paestum mancava invece la laurea


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni