HOME - Cronaca
 
 
06 Maggio 2019

CAO Catanzaro e Codacons, siglato un accordo a favore dei cittadini


Tutelare il cittadino: questo uno degli obiettivi primari dell'Albo Odontoiatri dell'Ordine dei Medici di Catanzaro.In occasione dell'apertura del Corso di Aggiornamento, “Gli odontoiatri al servizio delle famiglie”, svoltosi nella sede dell'Ordine dei Medici di Catanzaro, è stato siglato un significativo accordo tra l'Albo Odontoiatri e il Codacons.

“Stiamo cercando di realizzare – ha affermato il Presidente dell'Albo Odontoiatri di Catanzaro, il dott. Salvatore De Filippo (nella foto) – una fitta rete sul territorio per difendere i pazienti da truffe e pubblicità ingannevoli e aggressive. I nostri assistiti devono sentirsi tutelati e non smarriti".

“I casi di cronaca sono sotto gli occhi di tutti – ha sottolineato l'avv. Francesco Di Lieto, vice presidente nazionale Codacons - Grandi catene che operano come centri commerciali e chiudono in un batter d'occhio, lasciando i cittadini a combattere con delle rate di un finanziamento acceso per delle cure che non avranno mai. Grazie alla collaborazione con l'Ordine ci sarà un manuale sintetico per indicare agli utenti come uscir fuori, in modo indolore, da queste situazioni".

Presente anche l’ANDI, il cui presidente della sezione di Catanzaro, il dott. Enrico Cataneo, ha sottolineato il sostegno all'iniziativa da parte del sindacato: “Molte volte la terapia migliore non è quella più costosa o più economica; l'intervento va individualizzato e sotto la guida di un professionista corretto occorre scegliere l'azione migliore per il paziente.” 

Il Corso di Aggiornamento (organizzazione a cura di Chronos Congressi ed Eventi) stato aperto dal presidente dell'Ordine dei Medici di Catanzaro, il dott. Vincenzo Ciconte.Il dott. Nicola Grande, professore di edodonzia all'Università Magna Graecia e all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, ha relazionato su “La gestione dei casi complessi in edodonzia”  ed ha sottolineato l'importanza del rapporto con il paziente: “Oggi stiamo assistendo ad una degenerazione della nostra professione, dal punto di vista commerciale. Alcuni vedono le cure odontoiatriche come un prodotto da acquistare su Amazon al miglior prezzo ma tutto ciò non accade quando si crea un legame di fiducia con l'assistito”.   

A cura di: Ufficio Stampa

Articoli correlati

Austa (CAO Asti): serve chiarezza su quelli che possono garantire l’esenzione dall’obbligo di attestato ASO


La fotografia degli specialisti iscritti all’Albo laureati in odontoiatria e di quelli laureati in medicina


Centrale il ruolo delle CAO nell’attività di verifica su autorizzazioni e pubblicità e maggiore dialogo tra tutti i soggetti coinvolti


Da qualche giorno i circa 150 mila napoletani che prendono giornalmente la metropolitana, e quelli che utilizzano la Circumvesuviana (oltre 25 milioni in un anno), attraverso i monitor posizionati...


In vista del termine del triennio formativo e dell’obbligo per medici ed odontoiatri iscritti all’Albo di ottemperare al debito formativo previsto l’OMCeO Milano, sul proprio sito,...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi