HOME - Cronaca
 
 
21 Maggio 2019

DentalPro acquisisce anche I.Denticoop, gli studi dentistici manterranno le insegne orginali


I.denticoop, la cooperativa di dentisti nata nel 2013 entra nel gruppo DentalPro che ne ha acquisito la maggioranza della nuova Srl, in cui entrano anche Coop Alleanza 3.0 – finora socio sovventore – e HD16, che riunisce i soci fondatori. 

“Gli 11 studi dentistici di i.denticoop manterranno la propria insegnae andranno a rafforzare la rete di 154 centri dentistici DentalPro, che stringe così una partnership con Coop Alleanza 3.0, la più grande cooperativa di consumatori italiani", si legge in una nota.  
“I.denticoop proseguirà lo sviluppo, mantenendo una forte vocazione di servizio a beneficio dei soci Coop e aprendo nuovi centri anche al di fuori delle regioni dove è già presente. L’ingresso in DentalPro permetterà inoltre ai centri dentistici di beneficiare dei servizi centrali del Gruppo, oltre che dell’esperienza nella gestione di centri dentistici maturata nel corso degli ultimi dieci anni”.  

DentalPro è attualmente presente sul territorio italiano con 154 centri in 13 regioni e 51 province. Con l’acquisizione di i.denticoop, il Gruppo DentalPro consolida ulteriormente la sua presenza sul territorio Italiano, passando a 165 centri, 17 dei quali in Emilia Romagna.  

Coop Alleanza 3.0 è la più grande cooperativa di consumatori del sistema Coop, nata nel 2016 dalla fusione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense: conta oltre 2,3 milioni di soci e una rete di oltre 400 tra ipermercati e supermercati. La Cooperativa punta ad offrire i valori, la qualità, la convenienza e la trasparenza di Coop ai soci e a tutti i consumatori anche in altre voci importanti della spesa delle famiglie, portando nel “carrello della spesa” servizi in ambiti innovativi come la salute, i farmaci, la cultura, il turismo. 

HD16 è costituita da un gruppo di professionisti con grande esperienza in campo odontoiatrico: dentisti, titolari di laboratori e manager del settore, che nel 2013 hanno dato vita a i.denticoop con la formula della cooperativa ad apporto di servizi, di cui Coop Alleanza 3.0 era socio sovventore.  

Gli 11 studi dentistici i.denticoop si trovano a Bologna, Imola, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, e San Benedetto del Tronto. Collocati quasi tutti in gallerie commerciali vicine a punti vendita Coop, offrono servizi qualificati e convenienti soprattutto per i soci Coop – ai quali sono riservate condizioni particolarmente vantaggiose – con orari molto ampi e comodi.    

“Quella che nasce oggi – ha dichiarato Michel Cohen, fondatore e amministratore del gruppo DentalPro – è un’unione naturale di forze che ci consentirà di consolidare la leadership sul territorio Emiliano e non solo: l’obiettivo è dar vita a un grande progetto di servizio odontoiatrico di qualità all’interno dei centri Coop ed orientato ai soci Coop, costruito sulle esperienze cliniche e gestionali dei due operatori che oggi si sono strategicamente aggregati. Continueremo a posizionarci sul mercato per le nostre caratteristiche distintive, con cliniche 100% controllate, senza alcun franchising o low cost e puntando esclusivamente su servizi professionali e cure di qualità”. 

“La salute e le cure odontoiatriche– sottolinea Stefano Dall’Ara, direttore Partecipate Diversificate Non Core di Coop Alleanza 3.0 – sono prestazioni fondamentali per tutti i consumatori e per i soci Coop. Abbiamo scelto il Gruppo DentalPro, leader in questo settore, per la sua solidità e la sua competenza: insieme, potremo sviluppare ulteriormente il servizio che Coop offre in questo ambito, garantendo prestazioni qualificate, convenienti e trasparenti anche in territori nuovi”.  

“Inizia una nuova fase - conclude Daniele Tosca, Consigliere di Amministrazione espressione di HD16 - per tutte le nostre cliniche che, dopo una periodo di startup,  potranno offrire il loro standard qualitativo ad un numero sempre più grande di pazienti senza alcun limite geografico”. 

L'operazione, non è stato comunicato l'ammontare dell'operazione economica, ha coinvolto gli advisor White and Case per gli aspetti legali e Price Waterhouse Cooper per quelli finanziari per DentalPro,, lo Studio Morara per Coop Alleanza e il dottor.  Augusto Machirelli per I.denticoop.  

Articoli correlati

Aprire un dialogo con Istituzioni di settore e non, per definire un modello di odontoiatria che possa realmente tutelare il paziente tra gli obiettivi della nuova presidenza


Oltre 6mila le società odontoiatriche registrate, meno di 600 le STP iscritte agli Ordini. Intanto faranno discuterete le indicazioni di Infocamere


Avrà tempo fino al 23 novembre per formulare una proposta o un piano d’intervento. 66 milioni di euro l’indebitamento indicato


Iniziativa legale alla quale potranno partecipare, gratuitamente, coloro che ritengono di essere stati danneggiati dalla presente situazione


Attraverso una lettera al Governatore della Lombardia i Sindaci chiedono interventi a favore dei pazienti. Un Consigliere racconta le difficoltà di trovare un dentista che continui le cure


Altri Articoli

La fotografia della sanità integrativa per le cure odontoiatriche attraverso i numeri e le criticità per pazienti e dentisti e la proposta di spostare i 4 miliardi di defiscalizzazione per...


Corsi di aggiornamento gratuiti per l’aggiornamento obbligatorio. Possono aderire gli ASO dipendenti degli studi odontoiatrici aderenti a Fondoprofessioni.


Bilancio dell’Ente previdenziale di medici e dentisti sugli aiuti erogati ed alcune precisazioni utili per chi non li ha ricevuti ma ancora potrebbe


Ricercatori italiani hanno misurato l’incidenza della carie sulla base degli indicatori economici e sociali. L’Italia retrocede rispetto ad altri Pesi europei. Prof.ssa Strohmenger: “servono...


Faranno parte della CAO provinciale anche Raimondo Raffaele, Gemelli Andrea, Noce Daniele,Tomasin Lisa


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio