HOME - Cronaca
 
 
04 Giugno 2019

ECM, al Congresso Internazionale AIO di Chia 2019 fino a 28 crediti. Quattro i temi conduttori ma si parla anche di ergonomia grazie ad ESDE


Da ventitre a ventotto crediti ECM, tanti se ne possono totalizzare seguendo le tre giornate del 10° Congresso Internazionale di Associazione Italiana Odontoiatri in programma dal 13 al 15 giugno prossimi a Chia in Sardegna. Le sessioni sono unite tra loro da fili conduttori, in modo da formare dei percorsi indicati, come a Chia 2017, da altrettanti colori. Si parte dal percorso giallo, che si snoda per tutta la giornata di giovedì, e si identifica nel corso pre-congressuale “Endodontics in the new millennium” ore 9-18, con Fernando Duran, il milanese Fabio Gorni past president della Società Italiana di Endodonzia e Sandro Pradella.

L’evento sarà foriero di 8 crediti ECM (percorso giallo). Venerdì mattina partono i percorsi azzurro, accreditato di 15 crediti ECM, e i percorsi verde e rosso che erogano entrambi 20 crediti ECM. Il percorso azzurro è in prevalenza di pedodonzia e si rivolge ai discenti della combinazione tra Pediatric Session di Roberto Barone (Firenze, chirurgia pediatrica), e sessione di pedodonzia con Giovanni Olivi e la libanese Maria el Khouri insieme ai relatori della SIOI (Società Italiana di Odontoiatria Infantile) guidata da Luigi Paglia; concludono Enrico Spinas e Maurizio Bossu: tutto questo dalle 9 alle 13. Si continua dalle 13.30 alle 15.30 con la sessione di Ortodonzia di Domingo Martin (University of California) che si protrae tutto sabato dalle 9 alle 15.30 con Renato Cocconi di Parma e Niko Perakis (Bologna-Ginevra) insieme ad Anna Mariniello (Napoli, Zerodonto), Giovanni Toxiri (Cagliari, Nuoro), Albert Wanning (Oral Care Division 3M).Il percorso verde include la sessione di Style Italiano (9-11.30) con Angelo Putignano, Università delle Marche, Walter Devoto docente a Barcellona e Marsiglia e il messicano Jordi Manauta (università di Siviglia, Siena). Dalle 12 alle 19 è in programma il Simposio AIO - AIOP che inizia con la lectio magistralis di Istvan Urban (Szeged), autore del libro Vertical and Horizontal Augmentation pubblicato da Quintessenza, e si continua con relatori del calibro di: Gaetano Calesini (Roma), Ignazio Loi figura di rilievo mondiale nell’utilizzo della Biologically Oriented Preparation Technique-BOPT, insieme al sardo bolognese Mauro Fadda. Concludono il Venerdì Giuseppe Romeo e Fabio Cozzolino e Roberto Sorrentino. Il percorso si conclude sabato dalle 9 alle 15 con la sessione “Esthetic in Dentistry: european and south american visions”, confronto tra big americani ed europei. Da una parte la relazione in “tandem” di Irene Sailer, responsabile della Divisione di Protesica Fissa e Biomateriali dell’Università di Ginevra, e Daniel Edelhoff, associato al Dipartimento di protesi e scienza dei materiali dentali dell'Università Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera; dall’altra il brasiliano Paulo Kano (Sao Paulo) e il cileno Milko Villaroel (Curitiba) esplorano i nuovi orizzonti dell’odontoiatria estetica, senza dimenticare i big italiani come Francesco Mangani (Roma), Roberto Spreafico (Busto Arsizio) e Vincenzo Musella (Modena).

Il percorso rosso si differenzia dal precedente solo per la sessione mattutina del venerdì. Infatti si parte con la Sessione di Parodontologia che vede un confronto tra numeri uno, da Massimo de Sanctis (Firenze), a Magda Mensi (Brescia, Dental Campus), e ancora: Nitzan Bichacho (Tel Aviv), insieme ai giovani Roberto Scrascia (Venezia) e Francesco Argentino (Firenze).Altri otto crediti saranno offerti dalla sessione per gli igienisti dentali in collaborazione con l’associazione italiana degli Igienisti (AIDI) che vede tra i relatori Anna Maria Genovesi (istituto Stomatologico Toscano) insieme a Magda Mensi (UniBs sua seconda relazione congressuale), Monica Castellaro (Universita di Torino), Andrea   

Focus su ergonomia e studi dentistici  

Qualità dell’atto odontoiatrico e armonia dello studio, due concetti interconnessi, ma che a meno di frequentare corsi molto specifici è difficile approfondire insieme e mettere in relazione in tutti i loro aspetti.
A livello internazionale ci pensa una società scientifica, l’European Society of Dental Ergonomics (ESDE) che per la prima volta incontra Associazione Italiana Odontoiatri e i suoi soci. E lo fa in Sardegna, a Chia al X Congresso Internazionale AIO (13-15 giugno 2019), dove organizza ben due incontri: una sessione al pomeriggio di venerdì 14 e una tavola rotonda sabato 15 alla fine di tutte le sessioni.La sessione dal titolo New visions of healthy working in dentistry è in programma venerdì a partire dalle 13.30 e la apre Antonio Pelliccia economista dell’Università Cattolica di Roma e dell’Università Vita e Salute San Raffaele di Milano che parla di management –“cos’era e cosa significa oggi nello studio dentistico”– sottolineando le sfide che oggi affronta l’Odontoiatra di fronte all’incedere delle nuove tecnologie. Segue la ricercatrice olandese Kitty Jacobs con una relazione sulla mindfulness nello studio dentistico, tra salute benessere e resilienza in un team armonico. Dopo il break, Maciej Goczewski parla di Ergonomics negli studi che praticano interventi micro invasivi e microscopic dentistry. Successivamente l’inglese Martyn Amsel (British Academy Of Restorative Dentistry) parla dell’importanza della postura e della seduta per paziente e lavoratore (“Sit better – see better – feel better: factors for more healthy work”) : infine, la finlandese Sanna Hakala tira le somme con la relazione su ergonomics in dental care (“from paradigm to solutions”). 

Ma non finisce qui.Sabato è in programma una tavola rotonda che consentirà agli esperti ESDEdi interagire ulteriormente con la platea Alla tavola rotonda del sabato – sulle potenzialità delle “consensus conferences” in questa complessa materia e sui consigli per il dental team e l’industria del dentale– ci saranno Ricarda Wickert, il francese Marc Apap odontoiatra a St Germain en Laye (Parigi) e l’odontoiatra polacca Anna Szymanska. Ci sarà anche il presidente ESDE, il tedesco Werner Betz. L’obiettivo della due giorni è accumulare i contributi e le osservazioni da parte di tutti I protagonist del dentale, dall’Odontoiatra all’Assistente di studio, dall’Igienista dentale all’industria e valutare la formulazione di statement e raccomandazioni.Un cenno al Congresso. Restano “pochi ma buoni” posti ancora per partecipare all’evento in riva al mare della Sardegna, a mezz’ora dall’aeroporto Elmas di Cagliari, che alternerà corsi teorico-pratici, simposi con società scientifiche odontoiatriche, confronti internazionali.

Scaricate gratuitamente la app CHIA CONGRESS da Apple Store e Android.
E’ possibile accedere alle quote di iscrizione agevolate iscrivendosi via sito congressaio.it all’Associazione Italiana Odontoiatri nonché ai congressi e fiere dove AIO parteciperà. 

Tag

Articoli correlati

Nota di precisazione su articolo Odontoiatria33 del 27 luglio 2019 


Cardamone: odontotecnico, figura tecnica estremamente importante ma non può e non deve essere inserito tra le professioni sanitarie


Riconoscere, per legge, una valenza specialistica alla Laurea in Odontoiatria, in modo che i laureati possano partecipare ai concorsi per i ruoli dirigenziali di competenza nel Servizio Sanitario...


Da sinistra l’Assessore Quirico Sanna, Kathryn Kell Presidente FDI, il vice Gerhard Seeberger ed Enrico Lai (AIO)

La salute orale in cima all’agenda delle priorità politiche della sanità sarda e della Regione: sono in piena sintonia la Giunta regionale e la Leadership della FDI, Fédération Dentaire...


Le regole fissate dalla Legge di Stabilità 2012 indicano che le società tra professionisti sono connotate dall’avere almeno una maggioranza di due terzi di soci...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi