HOME - Cronaca
 
 
05 Giugno 2019

Al via il primo crowdfunding italiano sull’odontoiatria sociale, attivo fino al 30 luglio 2019


Il 30 aprile è partito il primo crowdfunding italiano sull'odontoiatria sociale promosso dal Coordinamento di Odontoiatria Sociale in Rete nell’ambito della sperimentazione di crowdfunding 2019 proposta dalla Compagnia di San Paolo. 

La raccolta fondi andrà avanti per tre mesi, fino al 30 luglio 2019 con un obiettivo ambizioso: raccogliere 18.250 euro per sostenere un anno di attività. Si tratta di una cifra simbolica, calcolata su un contributo di 50 euro al giorno. 

Ogni “giorno” donato contribuisce a sostenere gli enti nel lavoro quotidiano e a generare un nuovo modello di welfare dove i cittadini si prendono cura della propria comunità 365 giorni l’anno. Ogni giorno di attività richiede il lavoro di professionisti volontari e molte risorse per tenere aperte le nostre sedi e per l’acquisto di materiali e medicinali.  

Odontoiatria Sociale in Rete è un progetto nato nel 2015, su iniziativa del Comune di Torino per rispondere al bisogno sempre crescente di cure odontoiatriche da parte delle fasce deboli della cittadinanza e sostenuto dalla Compagnia di San Paolo.Ai primi enti firmatari del protocolloProtesi Dentaria Gratuita, Camminare Insieme, Asili Notturni Umberto I e Sermig, negli anni successivi si sono aggiunti Banco Farmaceutico Torino, Cooperazione Odontoiatrica Internazionale e Associazione Misericordes

L’obiettivo della rete è di operare in modo complementare e integrato, in un sistema in cui ogni singolo ente interviene secondo la propria specificità, con lo scopo di creare per il singolo paziente un percorso di cura personalizzato e completo, utilizzando le risorse disponibili più adatte alle sue necessità. I partner coprono tutte le aree delle cure orali: dalla prevenzione intesa anche come formazione sul territorio sia dei piccoli pazienti che dei loro genitori o operatori delle case affido di cui sono ospiti, alle cure conservative ed estrattive, fino alla realizzazione apparecchi fissi o mobili per bambini e di protesi per i pazienti più anziani. Il primo focus di attenzione del Coordinamento è stato sulla salute orale di bambini e ragazzi che, a causa della situazione di difficoltà del proprio nucleo familiare, sono seguiti dai servizi sociali comunali o dalle organizzazioni del terzo settore presenti sul territorio torinese. Successivamente, i destinatari si sono poi ampliati includendo anche adulti in stato di vulnerabilità economica e sociale. 

Alcuni dati: 

Ogni anno, gli enti del Coordinamento erogano complessivamente 12.500 prestazioni odontoiatriche, ortodontiche e protesiche a più di 2.600 pazienti. Va aggiunta l’attività di prevenzione e i laboratori di salute orale svolti presso le comunità di minori e scuole per oltre 1.000 bambini e ragazzi, con metodiche ludiche. 

A questo link è possibile effettuare le donazioni

Articoli correlati

Grande partecipazione e contenuti di alto livello scientifico per il XXIII Congresso Nazionale COI-AIOG svoltosi A Bologna lo scorso 29 e 30 Marzo.L’evento si è rivolto, come di...


L'osteointegrazione di un impianto necessita di alcuni mesi di guarigione, come minimo, e questo periodo, che richiederebbe il non immediato inserimento dei denti, viene quasi...

di Lara Figini


Sabato 17 Novembre a partire dalle 14,00 avrà luogo nell’Aula  Magna della Dental School di Torino (via Nizza 230)  il convegno: Odontoiatria Sociale in Piemonte:...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi