HOME - Cronaca
 
 
12 Giugno 2019

Insediata la Commissione ECM al Ministero della Salute. Ministro Grillo: “Verso un nuovo sistema di incentivi e premialità”


Incentivi e premi per le aziende sanitarie che fanno formazione, non punizioni per chi non si aggiorna. Il ministro della Salute Giulia Grillo parlando in Agenas all'insediamento della nuova Commissione nazionale per la formazione continua, critica l'attuale sistema Ecm “esclusivamente sanzionatorio e punitivo”.  

Questo, mentre a seguito delle riforme del 2011 e della recente sentenza della Commissione esercenti arti e professioni sanitarie -organo ordinistico disciplinare di secondo grado- legata al mancato aggiornamento di un odontoiatra di Aosta coinvolto in un contenzioso ci si avvia dal 2020 ad adottare le sanzioni per medici e sanitari indietro con il fabbisogno di crediti. Confermate da FNOMCeO, le sanzioni future per Grillo non invogliano “una categoria professionale già sottoposta a gravosi impegni di lavoro”.  

E, nell'augurare buon lavoro alla nuova Commissione, la titolare del dicastero chiede “un cambio di rotta per il bene del nostro Servizio sanitario nazionale”.  Ricordiamo che gli ultimi atti della precedente Commissione hanno consentito il recupero a tutto il 2019 dei crediti non conseguiti nel triennio 2014-16 e l'aumento dal 10 al 20% del fabbisogno per i crediti di autoformazione ammessi per il professionista. Sulle linee adottate dalla nuova Commissione in carica fino al 2021 il comunicato ministeriale non lascia trasparire molto. L'organismo "ha il compito -si legge -di assicurare una formazione continua e qualificata a tutti i professionisti operanti nel sistema salute, per garantire prestazioni sanitarie di qualità e aggiornate alle conoscenze scientifiche e tecnologiche, per rispondere al meglio ai bisogni dei pazienti e alle complessità crescenti del servizio sanitario".

La nuova composizione è in un decreto del ministro della Salute del 17 aprile 2019 e prevede che l'organismo sia presieduto dal ministro stesso ed abbia per vicepresidenti il coordinatore della Commissione Salute delle Regioni, oggi Sergio Venturi, e il Presidente Fnomceo (Filippo Anelli).

Sono componenti di diritto: il direttore generale Agenas, il DG Risorse Umane e Professioni Sanitarie del ministero della Salute e Olinda Moro, Segretaria, responsabile del Supporto Amministrativo-Gestionale della commissione.  

Gli altri membri sono: Marinella D'Innocenzo, Daniela Russetti, Walter Mazzucco, Giacomo Walter Locatelli e Eugenio Agostino Parati per il ministero della Salute; Vincenzo Gentile e Gian Vincenzo Zuccotti indicati dal ministro dell'Istruzione; Silvia Falsini, Franco Ripa, Massimiliano Barresi, Claudio Costa, Luigi Califano, Marco Biagio Marsano, Paolo Messina e Roberto Sanfilippo per la Conferenza Stato-Regioni; Roberto Stella e Roberto Monaco di Fnomceo; Alessandro Nisio per la Commissione nazionale Albo Odontoiatri; Giovanni Zorgno per Federazione Nazionale degli Ordini dei Farmacisti; Gaetano Penocchio per la Federazione Ordini Veterinari Italiani; Nausicaa Orlandi per la Federazione Ordini dei Chimici e Fisici; Roberto Calvani per il Consiglio Nazionale Ordini Psicologi; Claudia Dello Iacovo per l'Ordine Nazionale dei Biologi; Palmiro Riganelli e Pierpaolo Pateri per la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche; Marialisa Coluzzi per la Federazione degli Ordini della Professione Ostetrica; Emiliano Mazzucco, Anna Giulia De Cagno, Gianluca Signoretti e Alessandro Macedonio per la Federazione Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, di riabilitazione e prevenzione. 

Photo Credit: Ministero della Salute

Articoli correlati

Dopo circa vent’anni sembra impossibile riuscire, ancora, a scoprire sull’ECM situazioni decisamente “difficili da capire”. Ed invece sembra chi si possa riuscire, e senza neppure impegnarsi...

di Norberto Maccagno


Prima riunione già operativa, l’obiettivo è cercare di capire come riuscire a rimodulare il sistema: revisione o riforma? Il commendo del presidente Nisio


Abbiamo sottoposto al componente odontoiatra della Commissione nazionale ECM Alessandro Nisio alcuni dubbi e quesiti posti dai nostri lettori. Ecco le sue indicazioni e i consigli


Sul sito la delibera che “allunga” di un anno la possibilità di raccogliere i crediti formativi necessari per i trienni scorsi ed indica il numero di quelli previsti per il 2020-2022


Alcune riflessioni dell’odontoiatra nominato nella Commissione che dovrà occuparsi di riformare il sistema, che invita i colleghi a segnalare proposte e criticità 


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Dopo circa vent’anni sembra impossibile riuscire, ancora, a scoprire sull’ECM situazioni decisamente “difficili da capire”. Ed invece sembra chi si possa riuscire, e senza neppure impegnarsi...

di Norberto Maccagno


Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Tra le tante opportunità di aggiornamento professionale per i soci della Società Italiana di Parodontologia, anche quella offerta dal canale SIdP Edu 


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni