HOME - Cronaca
 
 
20 Giugno 2019

Odontoiatria d’avanguardia e confronti mondiali, i numeri fanno del Congresso AIO il più ‘’internazionale’’ d'Italia


Ospiti e relatori di oltre 30 nazionalità, con presenze da tutti i continenti, quasi 250 stranieri su 700 tra partecipanti, relatori ed ospiti. Cinquecento i partecipanti singoli, 1300 gli scritti nei vari corsi. Sono i numeri del X Congresso Internazionale di Associazione Italiana Odontoiatri che si è chiuso a Chia nei giorni scorsi.

Un appuntamento che ha portato fino a 28 crediti Ecm su temi di avanguardia odontoiatrica, con 22 eventi, 100 ospiti, 80 relatori e speaker, 120 tra sponsor e distributori, 30 persone di staff, segreteria, traduttori e tecnici. “Senza dimenticare la parte espositiva –ricorda Enrico Lai, organizzatore – con le oltre cinquanta aziende del settore, italiane e internazionali che ci hanno dato supporto. Insomma ormai possiamo affermare che siamo diventati il congresso più internazionale esistente in Italia”. 

Nel panorama immenso di ospiti italiani e internazionali ricordiamo Giovanni Zucchelli dell’Italian Academy of OsteoIntegration-IAO, Ignazio Loi esperto mondiale di Biologically Oriented Preparation Technique-BOPT, il portoghese Miguel Stanley del movimento Slow Dentistry, Angelo Putignano e Walter Devoto di Style Italiano, l’israeliano Nitzan Bichacho tra i massimi esperti di implantologia, Domingo Martin con la sua lectio magistralis sulle nuove procedure nella moderna ortodonzia cui ha fatto seguito il FACE meeting per la prima volta in Sardegna. Ma spiccano fra gli altri temi come il flusso digitale, argomento protagonista che “serpeggiava” tra tutti i corsi del giovedì, il primo simposio congiunto AIO-AIOP, la forte presenza dell’Accademia Italiana di Conservativa e di SIE, e il sabato con la sfida estetica Italia-Germania-Brasile, protagonisti Francesco Mangani, Vincenzo Musella, Paulo Kano, Daniel Edelhof e il cileno Milko Villaroel.

Tra i protagonisti, Antonio Pelliccia docente di economia e consulente esperto di gestione dello studio odontoiatrico che ha aperto il meeting della Società Internazionale di Ergonomia, il primo in Italia, che fa il punto sugli accorgimenti in grado di ottimizzare la gestione del paziente, in particolare al riunito; ma soprattutto ha aperto l’inedito confronto tra Assistenti di Studio Odontoiatrico italiane, guidate dalla presidentessa di IDEA Rossella Abbondanza, e statunitensi, rappresentate dalla Past-President dell’Associazione nazionale, Natalia Kawecki. Tante le differenze, ma tanti anche i percorsi possibili e condivisibili, che AIO si ripromette di esplorare. Intanto, Associazione Italiana Odontoiatri dà un arrivederci per il Congresso Internazionale al 2021, mentre più a breve, già per settembre (26-28/9/2019) dà un appuntamento a Riva del Garda per il XXVIII Congresso Nazionale, dove in parallelo alla clinica viaggia tanta attualità. 

Infine, i workshop aziendali. Un cenno a latere per la cerimonia inaugurale di giovedì sera, un setting inconsueto con i tavolini imbanditi e un grande palco per ospitare una panel discussion, una tavola rotonda dal titolo “Global vs professional, new paradygms on sustainability in dentistry”: era presente Kathryn Kell Presidentessa della Federazione Dentale Internazionale-Fdi (oltre un milione di iscritti da cento paesi), con Anna Lella past president di ERO, filiazione Europea di FDI, Cheryl Watson Lowry Presidente della Chicago Dental Society, Alice Boghosyan Presidente dell’Illinois Dental Society, Raffaele Iandolo Presidente della Commissione Albo Odontoiatri nazionale, Roberto Di Lenarda Presidente del Collegio Docenti Discipline Universitarie Odontostomatologiche, il vicepresidente Andi Luca Barzagli, il Presidente dell’Associazione Odontoiatri Russa Vladimir Sadovskij, Gerhard Seeberger Presidente dell’Academy of Dentistry International, il Presidente AIO Fausto Fiorile.

Sono intervenuti per un saluto anche i massimi esponenti delle Federazioni odontoiatriche di Bulgaria, Georgia, Romania, Ungheria. Associazione Italiana Odontoiatri dà ora un arrivederci per l’XI Congresso Internazionale al 2021, le date sono il 10/12 Giugno. 

A cura di: Ufficio Stampa AIO     

Tag

Articoli correlati

Per i prossimi quattro anni l’Associazione Italiana Odontoiatri è stata riconosciuta come provider di crediti ADA CERP per altri quattro anni, fino al 2023


Al Congresso SUMAI si è parlato anche di odontoiatri nel SSN: Magi, Ghirlanda, Fiorile pronti al dialogo con il Ministero per cercare di risolvere la questione


A Riva del Garda fino al 28 settembre il Congresso dal titolo: “Odontoiatri per il domani”. Approfondimenti su clinica, norme e merceologia 


I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Il problema è per gli studi al piano strada. La provocazione di Migliano: “se non venite voi a prenderli, ve li portiamo noi”


Altri Articoli

Per i prossimi quattro anni l’Associazione Italiana Odontoiatri è stata riconosciuta come provider di crediti ADA CERP per altri quattro anni, fino al 2023


1200 ortodontisti e assistenti dentali Invisalign provenienti da tutta Italia si sono trovati a Torino per discutere e analizzare le esperienze cliniche


Il parere di OPI, l’associazione Odontoiatria Privata Italiana, su ruolo del sindacato ma anche sul potere contrattuale dei collaboratori nelle Catene ed altro ancora


Può rappresentare una valida alternativa ai farmaci per favorire la collaborazione del paziente o sostituire in alcuni casi la sedazione. Le potenzialità dell’ipnosi nell’esperienza del...


Si è spento il direttore della clinica odontoiatrica dell’Università dell’Insubria e dell'Ospedale di Varese


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi