HOME - Cronaca
 
 
16 Luglio 2019

Dentisti non specializzati esclusi da SSN, AIO valuta ricorso al TAR contro accordo specialisti ASL


AIO sta valutando “molto concretamente” l’ipotesi di un ricorso al Tar Lazio, per modificare l’articolo 19 dell’Accordo Collettivo Nazionale degli Specialisti ambulatoriali con il Servizio Sanitario Nazionale firmato nei giorni scorsi, qualora l’accordo sottoscritto entrasse in vigore. L’accordo impedirebbe l’accesso alle convenzioni agli Odontoiatri privi di titolo di specialità post-laurea. 

“Siamo al paradosso”, afferma in una nota il presidente AIO Fausto Fiorile (nella foto).

Con la firma di questa ipotesi d’accordo non solo si impedisce ai Laureati in Odontoiatria privi di specialità di accedere al Servizio Sanitario Pubblico, ma di fatto si creano criticità profonde nell’avvicendamento dei quasi 2000 specialisti ambulatoriali, molti dei quali, andranno in pensione nei prossimi anni”.

“L’altro problema parallelo, quello relativo all’accesso dei concorsi per dirigenti medici da parte degli odontoiatri è sotto il riflettore di tutte le rappresentanze odontoiatriche da diversi mesi. Ne abbiamo discusso all’interno del Tavolo tecnico più volte. Siamo tutti concordi nel ritenere che serve una modifica urgente della normativa vigente e insieme lavoreremo, anche su questo tema, per chiedere al Ministro ed al Parlamento gli interventi necessari”.   

Tutti i divieti di contrattualizzare laureati in odontoiatria da parte del servizio pubblico sono anacronistici”, prosegue Fiorile. “E la specializzazione per lavorare nella sanità pubblica può essere considerata necessaria per i medici, non può invece essere un vincolo per l’odontoiatra, che va considerato già uno specialista in ambito medico”.  

Articoli correlati

Venerdì 10 aprile webinar live con il prof. Giovanni Lodi per capire come gestire nello studio odontoiatrico i pazienti che assumono farmaci vecchi e nuovi che interferiscono con l’emostasi


In una lettera al Governo vengono chieste misure e garanzie veramente efficaci per consentire ai laboratori odontotecnici di non chiudere


Tra le norme introdotte nel nuovo DPCM anche una nuova proroga della scadenza di alcuni adempimenti fiscali ed agevolazioni per l’acquisto di DPI


Anelli: Ritirare gli emendamenti ‘colpo di spugna’ per la responsabilità delle strutture. Dopo più di due mesi sono ancora molti i medici a mani nude contro il virus”.


Lo Stato sarà il garante per le banche in modo da agevolare il credito. Basterà, ha detto Conte, “dimostrare di avere i requisiti, di avere una partita Iva, l'ultima dichiarazione dei redditi”


Altri Articoli

Dai suoi primi passi come piccola filiale dell’azienda svedese TePe Munhygienprodukter AB, TePe Italia è cresciuta costantemente. Attualmente, TePe è il secondo marchio di...


I consigli della psicoanalista, ai dentisti ed agli altri operatori del settore dentale, per imparare ad affrontare gli imprevisti ed a convivere con i timori


Venerdì 10 aprile webinar live con il prof. Giovanni Lodi per capire come gestire nello studio odontoiatrico i pazienti che assumono farmaci vecchi e nuovi che interferiscono con l’emostasi


I consigli le indicazioni le implicazioni odontoiatriche del COVID-19 spiegate dal prof. Burioni che ricorda: site tra le categorie più a rischio ma curate persone, dovrete farlo in sicurezza....


Lettera aperta al presidente ENPAM Alberto Oliveti del presidente SUSO Gianvito Chiarello che chiede il rinvio al prossimo autunno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP