HOME - Cronaca
 
 
26 Luglio 2019

Programmare e potenziare interventi pubblici per l’assistenza odontoiatrica

Interrogazione dell'On Wanda Ferro al Ministro Grillo per potenziare assistenza odontoiatrica nel SSN rilanciando proposte CIPOOOCMF – ANPO

Nor. Mac.

“L’odontoiatra è la grande dimenticata del Servizio sanitario nazionale”, ad affermarlo è l’On. Wanda Ferro (nella foto), calabrese deputata di Fratelli d’Italia, che ha presentato una interrogazione a risposta scritta coinvolgendo il Ministro della Salute sulla necessità di potenziare l’odontoiatria pubblica del SSN

Secondo la parlamentare i tempi “sono maturi per avviare la programmazione di un intervento di natura pubblica nell’odontoiatria, con l’assunzione nel Servizio sanitario nazionale di un numero adeguato di odontoiatri, di tecnici di laboratorio odontotecnico e di altre figure professionali”.
On. Ferro che fa proprie le posizioni del Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale - Associazione Nazionale Primari Ospedalieri, che da sempre chiede di eliminare il requisito della specializzazione per gli odontoiatri laureati al fine di favorire un più facile accesso ai ruoli dirigenziali nel Servizio Sanitario Nazionale, ma soprattutto ritiene necessario ripensare il ruolo dell’odontoiatria pubblica e sul suo futuro partendo dall’applicazione dei LEA odontoiatrici. 

E l’On. Ferro sintetizza la proposta del CIPOOOCMF – ANPO evidenziando come “sarebbe etico, equo ed appropriato implementare un programma di odontoiatria pubblica nell’ambito della prevenzione a favore della popolazione in età evolutiva (0-14 anni), attraverso l’adozione di una normativa nazionale e di una regolamentazione di maggior dettaglio perindividuare le modalità organizzative minime essenziali obbligatorie – modello, strutture, operatori - in coerenza con Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva”. Per attuare questo, la parlamentare sottolinea come il primo passo da fare sia quello di superare la problematica relativa alla carenza di medici odontoiatri specialisti che “rappresenta il limite maggiore in quanto l’accesso alla dirigenza medica odontoiatrica prevede il requisito della specializzazione”. 

On. Ferro che interroga il Ministro della Salute On. Giulia Grillo domandandole“quali urgenti provvedimenti intenda adottare per procedere ad una revisione della legge del pubblico impiego che non consente di attuare i Lea Odontoiatrici e, in generale, ad un intervento migliorativo sull’odontoiatriapubblica, nel suo complesso, anche attraverso la convocazione di un tavolo tecnico”.
Ma non solo nell’interrogazione viene chiesto al Ministro, anche “se ritenga di dover procedere all’abrogazione della lettera b) del primo comma dell’art 28 del DPR 10.12.1997 n. 483 che prevede il requisito della specializzazione per l’assunzione di dirigenti odontoiatri al fine di favorire l’incremento delle piante organiche delle strutture odontoiatriche”.

Infine l’On. Ferro vuole sapere “se e quali provvedimenti intenda adottare per impegnare la Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e Province autonome a individuare le modalità tecniche per il continuo monitoraggio dell’applicazione del dispositivo normativo, nei contesti territoriali, e per la verifica degli effetti prodotti”.  Photo Credit: pagina Facebook Wanda Ferro  

Articoli correlati

Considerazioni di un giovane specializzando: “ci sentiamo penalizzati dalla mancanza di dialogo e di interesse della generazione precedente”


Un giovane specializzando in chirurgia orale mette in discussione i dati sul numero di odontoiatri con diploma di specialità e fa una serie di considerazioni sulla collaborazione con il SSN.


Stefano Palminteri specialista ambulatoriale ASP di Caltanissetta:“strumentalizzata la legge Balduzzi che non impone nessun obbligo per gli odontoiatri”.


Onorti: ‘’Non vorremmo che dietro questa decisione, ci fosse il disegno di voler smantellare il servizio ambulatoriale odontoiatrico pubblico


La fotografia degli specialisti iscritti all’Albo laureati in odontoiatria e di quelli laureati in medicina


Altri Articoli

Il Ministero della Giustizia chiarisce che la sanzione comminata all’iscritto ad un Albo o Collegio è di natura amministrativa e non disciplinare


Successo del Congresso (online) AIDI: in evidenza l’importanza del supporto dell’igienista al farmacista creando una sinergia attraverso un rapporto di collaborazione senza sovrapporsi o...


Normativa in contraddizione: a seconda delle scelte dei Comuni possibili riduzioni delle tariffe. Intanto utile ricordare le possibilità per chiedere la riduzione per le aree dove si producono i...


Chiarello: necessario equiparare le Scuole di Specialità in Odontoiatria a quelle di Medicina e Chirurgia. Suso chiede pari trattamento economico e contributivo


La domanda lanciata nell’Agorà del Lunedì di oggi è: ci sono denti rotti da riparare più del solito? Ma prima di rispondere dovete leggere le considerazioni del prof. Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio