HOME - Cronaca
 
 
30 Luglio 2019

Nasce a Messina il Centro Studi in Odontoiatria

Un costante incubatore di idee, progetti, iniziative culturali e di informazione


Nella foto: Michele Tedesco, Gaetano Iannello, Giuseppe Renzo, Giuseppe Lo Giudice e Antonio SpatariNella foto: Michele Tedesco, Gaetano Iannello, Giuseppe Renzo, Giuseppe Lo Giudice e Antonio Spatari

L'obiettivo è quello di promuovere iniziative nell'interesse della professione odontoiatrica, informare, formare, eseguire indagini statistiche e analisi critiche, elaborare progetti e proporre soluzioni alle numerose questioni e problematiche che riguardano i dentisti, comprendere l'evoluzione della professione e le nuove sfide che l'avanzamento tecnologico e l'evoluzione della società impongono.  

Un'iniziativa che vede protagonisti Giuseppe Renzo, designato nell'atto costitutivo presidente per il primo quinquennio, Giuseppe Lo Giudice (vicepresidente), Antonio Spatari (tesoriere), Michele Tedesco Gaetano Iannello, odontoiatri messinesi con una lunga e pluriennale esperienza in ambito istituzionale e associazionistico, che hanno deciso di dare vita all'inedito organismo.

Il "modello Messina" continua a dare i suoi frutti nel comparto odontoiatrico che oggi conta quasi 64mila iscritti in Italia e circa 640 nella città peloritana, capoluogo che si è sempre contraddistinto come prezioso motore propulsore di una serie di azioni e una forte rappresentanza in seno a vari organi, associazioni e sindacati nazionali pronti a difendere la categoria, denunciare abusi e fenomeni illegali e migliorare i servizi per la collettività. 

Il Centro Studi in Odontoiatria è stato costituito giuridicamente come un'associazione con sede presso l'Ordine provinciale dei medichi chirurghi e odontoiatri di Messina (via Bergamo. 47): ogni collega potrà iscriversi liberamente e svolgere attività volontaria e personale, in modo gratuito.  Il centro sarà un costante incubatore di idee, progetti, iniziative culturali e di informazione giornalistica, e soprattutto azioni strategiche e sinergiche con il mondo istituzionale, autorità, enti e con gli interlocutori necessari; è già in atto una stretta collaborazione con il portale "Cao c'è", oggi imprescindibile punto di riferimento per i dentisti affiancato da una tecnologica app per smartphone.  

A cura di: Ufficio Stampa 

Articoli correlati

Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Presentate le integrazioni al programma di odontoiatria sociale già attivo nella Regione


Lavorava in uno studio autorizzato al posto del vero dentista


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi