HOME - Cronaca
 
 
05 Settembre 2019

Il Ministro Speranza ha giurato, inizia il suo mandato

Gli auguri al neo Ministro della Salute e gli auspici nei messaggi di congratulazione inviati da FNOMCeO, ENPAM, AIO, ANDI


Con il giuramento avuto questa mattina di fonte al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed al presidente del Consiglio Giuseppe Conte l’On. Roberto Speranza comincia ufficialmente il suo mandato da Ministro della Salute. Tra i messaggi di augurio anche quelli del settore odontoiatrico e quelli delle istituzioni ed enti vicini al settore. 

 FNOMCeO 

“Salutiamo e ringraziamo per il suo ottimo operato il Ministro Giulia Grillo. Al nuovo Ministro della Salute, Roberto Speranza, le nostre più vive congratulazioni e gli auguri di un lavoro buono e fruttuoso per la salute di tutti i cittadini e per il futuro del Servizio Sanitario Nazionale”.Così il Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, commenta la nomina di Roberto Speranza a titolare del Dicastero di Lungotevere Ripa nel Governo Conte bis.“Il lavoro da fare è molto e importante – continua Anelli - Occorre ricollocare la sanità tra le priorità dell’agenda politica e affrontare, per risolverli, i problemi di quella che è la più grande impresa italiana. Vanno riprese alcune tematiche sulle quali, insieme al Ministro Grillo, si era incominciato a ragionare, vedendo già i primi risultati. Va colmata la carenza di specialisti, garantendo un futuro al nostro Servizio Sanitario Nazionale e riconsegnando la speranza ai nostri giovani medici, perché non debbano più fuggire all’estero o nel privato. Vanno riscattati anni di definanziamento, con politiche sanitarie efficienti ed efficaci. Vanno restituite l’autonomia, l’indipendenza e la responsabilità ai professionisti, ponendo un freno all’aziendalizzazione e tornando a riempire di significato le competenze mediche della diagnosi e della prescrizione. Va garantita ai cittadini quella partecipazione che è il presupposto indispensabile di ogni libertà e diritto. In particolare, vanno assicurati a tutti coloro che si trovano sul territorio italiano il diritto alla Salute e all’uguaglianza, quali diritti di umanità e non di cittadinanza. Il rilancio del nostro Servizio Sanitario Nazionale deve diventare, con un vero gioco di squadra, la partita di tutto il Governo”. “Come Fnomceo – aggiunge ancora il Presidente - ribadiamo la nostra disponibilità a collaborare con il Ministro, con il nuovo Governo e con il Parlamento per promuovere una Sanità equa e solidale per tutti i cittadini, rimuovendo le disuguaglianze e sostenendo una gestione sempre più responsabile da parte dei professionisti della salute”.“Buon lavoro, dunque, a tutto il nuovo Governo – conclude -. Sia veramente un Esecutivo riformatore. Al Ministro Speranza l’auspicio di accettare la sfida del cambiamento, perché la sanità, da ancella dell’economia, diventi campo di piena espressione dei diritti costituzionalmente protetti”.   

ENPAM 

“Buon lavoro nell’interesse della sicurezza sociale di tutti i cittadini”: è l’augurio che il presidente dell’ENPAM Alberto Oliveti rivolge al nuovo governo Conte e in particolare ai ministri della salute, del lavoro e dell’economia.“Come medici e odontoiatri auguriamo al neo ministro Roberto Speranza di poter operare al meglio per l’uguaglianza e l’universalismo del Servizio sanitario nazionale che sono un bene assoluto e prerequisito di libertà”, dice Oliveti.“Un in bocca al lupo alla ministra Nunzia Catalfo, affinché possa indirizzare i cambiamenti demografici e tecnologici in atto verso opportunità per il lavoro e per il welfare”, aggiunge il presidente dell’ente previdenziale dei medici.“Al ministro Roberto Gualtieri l’augurio di riuscire a far quadrare i conti per una ripresa dell’Italia collegata all’Europa”, conclude Oliveti.  

AIO 

Gentile Onorevole Speranza, con grande piacere a nome mio personale e dell’associazione Italiana Odontoiatri, forza sindacale e associativa rappresentativa della professione odontoiatrica, mi congratulo per la Sua nomina a Ministro della Salute del nuovo Esecutivo Nazionale.

Tanti i temi che stanno a cuore alla nostra Associazione e per i quali provvederemo a farLe ricevere un invito per il prossimo 28° Congresso Nazionale AIO che si apre il 26 settembre prossimo, ore!18.00, al Centro Congressi di Riva del Garda.

Da anni puntiamo sulla formazione continua dei colleghi e sull’educazione sanitaria dei pazienti per migliorare il livello di salute orale della popolazione e di salute generale della persona. La nostra linea è che l’accessibilità alle cure dei cittadini, prima ancora che con l’adesione a formule assicurative integrative del Servizio sanitario, si migliori attraverso il miglioramento dell’assistenza, odontoiatrica da una parte con l’impegno personale dell’odontoiatra e dall’altra con interventi per facilitare l’accessibilità, alle, cure, dei cittadini. E’ stato recentemente premiato dalla Fédération Dentaire Internationale, massimo organo di rappresentanza odontoiatrica a livello mondiale, il nostro sforzo di costruire il 20 marzo di ogni!anno una Giornata Mondiale della Promozione della Salute Orale, che si concretizza in incontri in! piazza per parlare ai cittadini di prevenzione delle più comuni patologie del cavo orale (carie e malattia delle gengive) e per incoraggiare a  una  corretta  igiene  orale. Oggi le relazioni tra salute del cavo orale e la salute generale dell’individuo sono sempre più evidenti e dimostrate da studi scientifici. Lo stato di salute della bocca è un indicatore che il bravo odontoiatra sa interpretare, guidando il paziente verso stili di vita corretti e quando è il caso, indirizzandolo da un collega specialista.

E’ questo aspetto della nostra professione che sviluppiamo in eventi come il Congresso Nazionale e nei nostri programmi formativi. In Italia quasi il 10% della spesa sanitaria complessiva è rappresentata dalle cure del cavo orale, con costi quasi interamente a carico dei cittadini (oltre il 90%). Crediamo sia urgente elevare l’attenzione sull’importanza di un corretto accesso a prevenzione e cure dentali per tutti.

Dal 2016, valutando l’importanza e il corretto utilizzo di eventuali incrementi delle detrazioni fiscali sulle cure odontoiatriche, evochiamo un Piano per la promozione della salute orale della popolazione a cui partecipino parte politica, mondo dell’Istruzione, ordine professionale, Associazioni di categoria, odontoiatria pubblica e privata, rappresentanze dei cittadini.

Può considerarci pronti in qualsiasi momento a dettagliare ai tavoli ministeriali e interregionali i nostri obiettivi. Sappia che può contare su di noi.

 ANDI 

Da ANDI un doveroso e sentito augurio di buon lavoro, auspicando un tempestivo incontro utile quanto necessario per affrontare i temi dell’Odontoiatria, sia per quanto riguarda i cittadini che tutti i lavoratori e professionisti coinvolti.


Photo credit: Quirinale.it

Articoli correlati

Superare la norma che impone la specialità anche ai laureati in odontoiatria la richiesta del sindacato. Grande interesse da parte del Ministro rispetto alla proposta di lavorare per risolvere...


Tra le notizie più cliccate della settimana, quella che informava della convocazione degli incontri tra Sindacati ed Associazioni degli Odontoiatri e delle ASO con il Ministero della Salute e le...

di Norberto Maccagno


Tra le tante pubblicità create in questi anni per promuovere il Mese della Prevenzione Dentale, la mia preferita è quella che ritrae un bambino con il papà davanti allo specchio...

di Norberto Maccagno


l progetto ha lo scopo di formare e informare sulle corrette manovre di igiene orale coloro che si prendono cura dei pazienti fragili


Capofila del progetto, in quanto Regione promotrice dell’iniziativa contenuta nel piano di lavoro, è la Basilicata


Altri Articoli

Attivato per tutti gli iscritti medici ed odontoiatri. Intanto FNOMCeO annuncia che le criticità legate alla banca dati Co.Ge.APS, saranno risolte al più presto


Contestato in varie provincie italiane il superamento del limite di spesa in tema di inserzioni pubblicitarie. Ecco cosa dice la norma


In provincia di Latina il Comune sanziona con 10 mila euro il titolare di una Srl odontoiatrica che aveva modificato i locali senza richiedere una nuova autorizzazione sanitaria


Nel fine settimana a Bologna la manifestazione biennale “fiore all’occhiello” del Sindacato degli Ortodontisti (SUSO)


Dopo aver letto le norme inserite nella legge di Bilancio che toccano anche lo studio odontoiatrico, i dati rilevati da EDRA e da Key-Stone che indicano la percentuale di odontoiatri e di futuri...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi