HOME - Cronaca
 
 
01 Ottobre 2019

Studi abusivi sequestrati nel napoletano, due le denunce

Scoperti e denunciati due falsi dentisti che esercitavano in studi abusivi e in condizioni igieniche precarie 


È stata la Guardia di Finanza di Napoli e di Portici, dopo una lunga attività investigativa, a scoprire e denunciare due persone per esercizio abusivo della professione sanitaria. 

Il primo, un italiano di 52 anni operava nel centro storico di Napoli, l’atro a Cercola, comune ad Est del capoluogo campano. In entrambi i casi, i due finti dentisti sono stati scoperti mentre curavano dei pazienti, secondo la stampa locale gli studi, privi di autorizzazione, erano in pessime condizioni igienico sanitarie ed ovviamente privi di autorizzazione. 

Oltre a denunciare i due abusivi sono state anche sequestrati locali ed attrezzature.

Articoli correlati

A finire nei guai tre diplomati odontotecnici, un assistente alla poltrona e un direttore sanitario. In provincia di Forlì-Cesena chiuso studio senza direttore sanitario 


Entrambi sopresi mentre curavano dei pazienti, uno di loro esibiva una targhetta identificativa con la qualifica di “dottore”


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


Lavorava in uno studio autorizzato al posto del vero dentista


Il NAS di Napoli denuncia dentista ed odontotecnico per esercizio abusivo della professione


Altri Articoli

Stamegna: “controllate chi organizza i viaggi, attiviamo una collaborazione per intraprendere strategie comuni con l’obiettivo della tutela dei cittadini”


Entro il 31 ottobre si deve confermare la volontà. Un video tutorial spiega come fare per utilizzare il servizio


Maria Costanza Meazzini guiderà ECPCA fino al 2023, durante il suo mandato l’organizzazione del Congresso internazionale a Milano. Le congratulazioni del Governatore Fontana


Il Garante della Privacy dà il via libera al MEF per inserire tra le professioni che devono inviare i dati, anche quelle iscritte ai nuovi Albi delle professioni sanitarie che fatturano al paziente


Interessante decisione della CCEPS chiamata a giudicare la sanzione ad un direttore sanitario per mancata vigilanza in tema di abusivismo e quando decorre la prescrizione del reato 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi