HOME - Cronaca
 
 
11 Ottobre 2019

Odontoiatri e Medici Convenzionati fondano il loro sindacato: nasce ANOMeC

Si chiama Associazione Nazionale Odontoiatri e Medici Convenzionati e si pone come portavoce di tutti coloro che credono nella Sanità Integrativa e vogliono renderla una opportunità per medici, dentisti e pazienti


La sanità integrativa nei prossimi anni si affermerà sempre di più e sarà un aiuto ai pazienti, per questo non deve essere combattuta ma governata per riaffermare i valori della professione medica ed odontoiatrica partendo dalla centralità del rapporto medico paziente. Sono queste basi su cui si fonda la neonata Associazione Nazionale Odontoiatri e Medici Convenzionati che vuole battersi per difendere la professionalità degli odontoiatri e dei medici che operano in regime di convenzione diretta con le Assicurazioni Sanitari.

Presidente è stata eletta la dott.ssa Vannetti Maria Rita, sul sito dell’Associazione gli altri referenti territoriali. 

ANOMeC, si legge sul proprio sito, “è favorevole alle convenzioni dirette, che aiutano i pazienti ad affrontare i costi delle cure, ma rivendica la necessità da parte degli odontoiatri e dei medici di poter applicare il proprio tariffario, configurando l’intervento delle Assicurazioni come un “contributo” di entità variabile a seconda della polizza stipulata dai fondi sanitari aziendali, che può arrivare, in molti casi, anche a coprire l’intero costo della prestazione”.

In una lettera di presentazione inviata a dentisti convenzionati, l’ANOMeC ritiene che “il futuro vedrà affermarsi sempre di più l'assistenza privata e con essa la presenza di molteplici modelli di convenzione tra professionisti e fondi”, ma rileva come “negli ultimi anni tuttavia abbiamo tutti noi constatato che le scelte ed i comportamenti di alcuni fondi assicurativi hanno alterato i rapporti medico/odontoiatra paziente e spesso hanno compromesso lo svolgimento dell'attività professionale in convenzione”. E spesso perché la contrattazione era tra Fondo e singolo professionista e non con i loro rappresentati.

L'Associazione ANOMeC è composta da medici ed odontoiatri e si prefigge proprio di rappresentare la categoria medica ed odontoiatrica nel difficile compito di:

  • Tutelare la categoria di fronte ai comportamenti non conformi dei fondi (consulenza nella gestione dei rapporti con il fondo, assistenza legale specifica, decreti ingiuntivi in caso di mancato pagamento etc etc).
  • Contrastare ed evidenziare presso le autorità competenti e a mezzo stampa le anomalie e storture da parte dei fondi che violino le regole della concorrenza.
  • Sviluppare e proporre modelli più idonei di collaborazione che tutelino tutti i protagonisti: i pazienti innanzitutto, gli stessi fondi assicurativi ed ovviamente la nostracategoria.   

Articoli correlati

Per un certo periodo, quello dell’equo compenso per i liberi professionisti è stato un tema in agenda anche dai Sindacati odontoiatrici ed Ordine.L’obiettivo era quello di poter...

di Norberto Maccagno


AIO e ANOMeC sostengono progetto del senatore Ichino per modificare le norme sull’equo compenso, per garantire agli assicurati le cure del professionista di loro scelta


Da clinico e da docente universitario il prof. Gagliani porta il suo punto di vista sulla questione nata dopo il servizio della Gabanelli sui Fondi integrativi

di Massimo Gagliani


Il dott. Usoni si è fatto i calcoli di quanto costa trattare un paziente proveniente da un fondo. Calcoli alla mano lui, sembra, non starci dentro. Questo il suo racconto 


Sotto di tutti i limiti di un sistema che va profondamente riformato e che non ha trovato l’attenzione della Politica. I perché del dott. Damilano


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta