HOME - Cronaca
 
 
15 Ottobre 2019

Tasse: slitterebbe al 2020 il pagamento della rata di novembre

Il MEF anticipa la decisione del Consiglio dei Ministri, il provvedimento dovrebbe valere solo per i contribuenti soggetti ISA


Per l’ufficializzazione si dovrà probabilmente attendere il Consiglio dei Ministri convocato questa sera, ma ad anticipare l’intenzione di prorogare la scadenza della seconda rata delle imposte sui redditi, è stato lo stesso Ministero dell’Economia e Finanze attraverso un comunicato stampa. 

Secondo quanto anticipato la scadenza prevista per il 16 novembre 2019 (cadendo di sabato sarebbe stata il 18) slitterà al 16 marzo 2020

Si tratta, anticipa il MEF, della seconda o della terza rata delle imposte sui redditi per i soggetti ISA così come per i forfettari beneficiari della prima proroga.  

Nel dettaglio: 

  • la proroga riguarderà la terza rata per chi ha versato la prima rata di saldo e acconto delle imposte sui redditi entro il 30 settembre 2019;
  • la proroga riguarderà la seconda rata per chi verserà la prima rata di saldo e sconto delle imposte sui redditi il 30 ottobre 2019 con maggiorazione dello 0,40%.  

Articoli correlati

Si riduce anche l’entità rispetto al recedente bonus. Possibile richiederlo per le spese sostenute nel terzo trimestre 2021, da giugno ad agosto, potrà essere inviata dal 4 ottobre al 4 novembre


Sono lontani dal punteggio premiante. Circa 9mila quelli che hanno inviato la dichiarazione ISA nel 2020, oltre 16 mila gli addetti occupati


In media hanno un indice di affidabilità inferiore ad 8. Queste le specifiche dell’attività svolta stando a quando indicato nella dichiarazione 2020, anno imposta 2019


Secondo le denuncie ISA scompare più del 14% delle partite iva singole ed il 2,5% degli studi associati. Crescono solo le società. Cresce il fatturato denunciato, in particolare, dagli studi...


Quelli con il solo titolare calando quasi del 50%, cresce ma di poco il fatturato rispetto alla denuncia 2018


Altri Articoli

Verificate quasi 5 mila posizioni. Chi sorpreso a lavorare è stato denunciato per l’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione sanitaria. Ecco tutti i casi odontoiatrici segnalati


“Prendersi cura dell’uomo per curare l’organismo, gestire la complessità con la sapiente applicazione di scienza, clinica, professionalità e umanità.”Con questo take home message si è...


Da lunedì le nuove norme su green pass e obbligo vaccinale anche per il personale non sanitario che opera negli ambulatori pubblici e privati. Ma la vera scadenza è quella del 15 dicembre


Un studio pubblicato sul British Medical Journalha osservato un graduale aumento del rischio di infezione nelle persone che avevano ricevuto la seconda dose di vaccino(Pfizer-BioNTech) da almeno 90...


Respinto il ricorso di un medico sospeso. Anelli: una sentenza che richiama il dovere deontologico legato al fatto di essere medici


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi