HOME - Cronaca
 
 
23 Ottobre 2019

Turismo odontoiatrico: la CAO Latina sollecita la Guardia di Finanza

Stamegna: “controllate chi organizza i viaggi, attiviamo una collaborazione per intraprendere strategie comuni con l’obiettivo della tutela dei cittadini”


Se diventa difficile arginare i viaggi all’estero e soprattutto tutelare i cittadini italiani dalle cure svolte fuori dai confini del nostro Paese, che almeno chi li organizza sia in regola e paghi le tasse. Può essere questa la considerazione che ha spinto il presidente CAO di Latina, Luigi Stamegna (nella foto), a scrivere al locale Comando della Guardia di Finanza chiedendo controlli verso gli organizzatori dei viaggi verso la Croazia o gli altri paesi sede dell’odontoiatria Low-Cost. 

“Anche la nostra provincia è tappezzata da manifesti di organizzazioni che propongono ai cittadini viaggi della speranza per farsi mettere impianti e protesi a costi ridotti”, spiega ad Odontoiatria33 il presidente Stamegna. 

“Da anni sensibilizziamo i cittadini sui rischi di rivolgersi all’estero per le cure ma la crisi economia indubbiamente convince molti ad affrontare questi veri e propri viaggi della speranza, ma chi organizza questi viaggi è in regola che attività svolge, paga le tasse, i mezzi utilizzati sono a norma, sicuri?”, continua Stamegna informando di aver inviato una lettera ufficiale al Comando della Guardia di Finanza di Latina chiedendo un incontro. Insieme alla richiesta il presidente CAO Latina ha allegato anche il comunicato stampa della Guardia di Finanza di Bologna in cui dava notizia della denuncia di un imprenditore sconosciuto al fisco, che in provincia di Bologna organizzava viaggi in Croazia per cure odontoiatriche. 

“La nota che abbiamo inviato alla Guardia di Finanza di Latina risale all’agosto scorso ed ad oggi non abbiamo avuto risposta, per questo siamo tronati a sollecitare”, conclude Stamegna auspicando che la questione venga posta anche a livello nazionale. 

Articoli correlati

Contestato in varie provincie italiane il superamento del limite di spesa in tema di inserzioni pubblicitarie. Ecco cosa dice la norma


In provincia di Latina il Comune sanziona con 10 mila euro il titolare di una Srl odontoiatrica che aveva modificato i locali senza richiedere una nuova autorizzazione sanitaria


Per Iandolo (CAO) è una norma che penalizza i cittadini e discrimina richiando di falsare la corretta concorrenza tra pubblico e privato


Il Comune di Cervia accoglie la segnalazione della CAO di Ravenna e sospende per sei mesi l’autorizzazione sanitaria di un Centro medico. Il Tar conferma la sospensione 


Chiesta la modifica del decreto sugli ASO: “se per 5 anni i collaboratori hanno svolto mansioni odontoiatriche, nonostante un contratto diverso, la qualifica scatta in...


Altri Articoli

Attivato per tutti gli iscritti medici ed odontoiatri. Intanto FNOMCeO annuncia che le criticità legate alla banca dati Co.Ge.APS, saranno risolte al più presto


Contestato in varie provincie italiane il superamento del limite di spesa in tema di inserzioni pubblicitarie. Ecco cosa dice la norma


In provincia di Latina il Comune sanziona con 10 mila euro il titolare di una Srl odontoiatrica che aveva modificato i locali senza richiedere una nuova autorizzazione sanitaria


Nel fine settimana a Bologna la manifestazione biennale “fiore all’occhiello” del Sindacato degli Ortodontisti (SUSO)


Dopo aver letto le norme inserite nella legge di Bilancio che toccano anche lo studio odontoiatrico, i dati rilevati da EDRA e da Key-Stone che indicano la percentuale di odontoiatri e di futuri...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi