HOME - Cronaca
 
 
11 Novembre 2019

Modifica i locali senza richiedere l’autorizzazione, sanzionata Srl odontoiatrica

In provincia di Latina il Comune sanziona con 10 mila euro il titolare di una Srl odontoiatrica che aveva modificato i locali senza richiedere una nuova autorizzazione sanitaria


Sono stati i militari del NAS di Latina ad elevare nei confronti del titolare di una Srl odontoiatrica con sede in provincia, la sanzione di 10 mila euro (con la sospensione dell’attività) comminata per aver modificato i locali del proprio studio senza richiedere la modifica dell’autorizzazione sanitaria.

Secondo quanto riporta la stampa locale, i controlli risalgono al febbraio scorso ma solo nei giorni scorsi si sono concluse le indagini con l’attivazione del provvedimento amministrativo da parte del Comune. Durante le verifiche i Carabinieri avrebbero accertato che i locali erano stati modificati, rispetto all’autorizzazione sanitaria precedentemente concessa. Modifiche che avevano anche interessato le attrezzature a disposizione dell’ambulatorio sanitario. Sempre secondo quanto risporta la stampa locale, tra le modifiche “sarebbe stato trasformato un locale adibito a sgabuzzino in area sterilizzazione, mentre il locale spogliatoio è diventato un'area di lavoro attrezzata per la rifinitura e lucidatura delle protesi dentali”. 

Inoltre una sala clinica veniva anche affittata ad un odontoiatra regolarmente iscritto all’Albo, che di fatto ha operato in locali non autorizzati. 

“E’ da una decina di anni che come CAO Latina seguiamo la vicenda per varie questioni interessando le Forze dell’ordine in quanto il titolare della struttura è un diplomato odontotecnico con laurea odontoiatria conseguita in Polonia ed una un Romania ma nessuna delle due riconosciute in Italia”, dice ad Odontoiatria33 Luigi Stamegna (nella foto) presidente CAO di Latina. Con questo provvedimento si mette a posto un primo tassello e non possiamo che essere grati alle Forze dell’ordine per l’intervento fatto”.  

Articoli correlati

Immagine d'archivio

L’attività illecita sarebbe stata condotta dal 2013, negli studi trovati anche farmaci e materiale ad uso esclusivo odontoiatrico


Sono stati in militari del NAS di Bologna, secondo la stampa locale su segnalazione di un paziente, a scoprire a Riccione lo studio di un finto dentista, un diplomato odontotecnico di 69 anni.Secondo...


Scoperto a Como, oltre ad essere abusivo lo studio, anche chi effettuava le cure era privo di laurea e abilitazione 


Si chiude una vicenda che ha scritto importanti passaggi giurisprudenziali in tema di ruolo di verifica e di autonomia della CAO


Attraverso una video intervista al dott. Andrea Tuzio, consulente OMCeO Roma, cerchiamo di fare il punto sulle norme che regolamentano la figura del direttore sanitario e quelle sulle autorizzazioni


Altri Articoli

La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION