HOME - Cronaca
 
 
11 Novembre 2019

VI Forum della professione ortognatodontica

Nel fine settimana a Bologna la manifestazione biennale “fiore all’occhiello” del Sindacato degli Ortodontisti (SUSO)


Preceduto da un corso precongressuale a cura di Daniela Garbo presidente SIBOS, si tiene a Bologna, venerdì 15 e sabato 16, il VI Forum della professione ortognatodontica.
A cadenza biennale, riconferma, nel suo ciclico ripetersi, il ruolo di manifestazione clou, di prestigioso e congressuale “fiore all’occhiello” del Sindacato degli Ortodognatodontisti (SUSO).  

In questa circostanza, infatti, il Forum realizza appieno  quella che è la “mission” del sodalizio: fare il punto sul “dove sta andando” la professione dell’ortognatodontista, in quale la direzione si eserciti il suo cambio passo. Se in passato il Forum era  incentrato nel riflettere sul futuro possibile della professione, ora la finalità da perseguire appare soprattutto quella  di  ragionare sui cambiamenti in itinere  in seguito al sopravvento del digitale.  

“La manifestazione può essere vista quest’anno come una panoramica ad ampio spettro di come stiano cambiando le caratteristiche della professione, di quale sia l’influenza del digitale sulla  clinica, la gestione del paziente e sulla diagnostica – dice il past president  Pietro di Michele.  

“Nostro obiettivo – ribadisce Gianvito Chiarello (nella foto), attuale presidente SUSO - è illustrare agli associati le novità. Non si tratta tanto di una carrellata tecnico scientifica delle novità della disciplina, quanto illustrare agli associati i vari aspetti: giuridico, fiscale, gestionale. Come accompagnare, insomma, il cambiamento in corso”.   

Molta cura viene prestata in quest’edizione ad un tema di grande attualità, susseguente alla nuova cornice giuridica degli assistenti alla poltrona (ASO), per i quali è previsto ora un periodo di formazione di 700 ore “condicio sine qua non” per esercitarla legittimamente, a cui si aggiunge, per tutti, l’obbligo di dieci ore l’anno di  formazione.  

Da tempo SUSO ha a cuore il problema. Di qui l’organizzazione di corsi itineranti per i propri iscritti  e loro dipendenti sotto l’egida di “SUSOASSIST”, termine che è tutto un programma, di cui viene sottolineata la gratuità. La VI edizione vede anche rinnovarsi il tradizionale sodalizio tra SUSO e ORTEC (presidente Massimo Cicatiello) cinquantenaria  Associazione del tecnici di Ortodonzia  che ha rafforzato la sinergia con SUSO mediante la nomina di Nereo Pantaleoni a presidente onorario.  

Last but not the least, alla VI edizione interviene, sabato 16, anche la Presidente UNIDI Gianna Pamich, quale ospite d’onore alla presentazione ufficiale della “Storia dell’Ortodognatonzia italiana” edita da SUSO in lingua  inglese. Con la sua presenza e dato il livello raggiunto dalla disciplina in Italia, la Pamich riafferma il suo ruolo di ambasciatrice nel mondo di un’opera degna di essere annoverata tra i più apprezzati “made in Italy””.                 


Articoli correlati

Primo incontro pubblico al XI Congresso SUSO di Modena. Obbiettivo tutelare le competenze a garanzia della salute dei cittadini


Sindacati odontoiatrici divisi. Chiedono un rinvio AIO e SUSO, schierata per le elezioni nei tempi previsti ANDI che scrive a Conte  


Lettera aperta al presidente ENPAM Alberto Oliveti del presidente SUSO Gianvito Chiarello che chiede il rinvio al prossimo autunno


Chiarello:''provvedimenti che consentirebbe ad ENPAM di erogare sussidio a sostegno dei dentisti che hanno interrotto l’attività''


Il Consiglio Nazionale SUSO ha deliberato di rinnovare grafica e simboli del logo del Sindacato


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta